martedì 2 luglio 2019

Dichiarazioni di voto consiglio comunale 13/06/2019

Richiesta della consigliera Ragonese dopo dichiarazione del Sindaco di vicinanza e interessamento al disagio dei lavoratori dell’azienda Farnese: accogliamo la richiesta della consigliera che troviamo meritevole perché un ente non può far finta di nulla davanti a tale accadimenti. 
Il Comune non ha strumenti diretti in mano ma credo sia doveroso che l’ente si faccia sentire e sia partecipe e incentivatore ai livelli istituzionali superiori nei vari tavoli regionali e presso il mdl, scegliete voi lo strumento, un consiglio o una commissione straordinaria, nel quale ascoltiamo le parti e il territorio e più che doverosa.


Nonostante varie discussioni, bocciano la richiesta di consiglio comunale aperto.


Dichiarazioni Consiglio Comunale del 13/06/2019


1. Approvazione P.U.A. loc. Dogane;
2. Approvazione P.U.A. loc. Cerracchìo;
3. Approvazione P.U.A. loc. La Branda;

Faccio questa dichiarazione che vale per tutti e tre i PUA in discussione oggi, sono atti che prevedono l’espansione di aziende agricole che in un momento di crisi come non incentivarli, in commissione abbiamo visto le parti tecniche che hanno ottenuto tutti i pareri favorevoli. Voto favorevole


4. Approvazione regolamento disciplina attività di volontariato civico;
Visto che sono state accolte le osservazioni e ci sono state trasmesse per tempo, dichiaro già voto favorevole a tale regolamento, spero che tale metodo di lavoro, che dovrebbe essere normale, sia ingranato anche per il futuro per una fluida comunicazione, e che questo regolamento possa portare ulteriore collaborazione tra cittadini e istituzioni.

5. Approvazione regolamento comunale di contabilità;
In commissione è stato trovato un compromesso sui giorni di esposizione della documentazione e per questo voteremo favorevolmente, ma devo sottolineare come se le modifiche vengono accettate, la proposta modificata debba essere trasmessa per tempo a noi consiglieri per controllare ciò che esattamente votiamo, quindi assessore Costantini la invito a prestare attenzione.


6. Approvazione convenzione per la gestione dei servizi sociali Distretto sociale VT4;
Voto favorevole in quanto non ho osservazioni e questo è uno strumento necessario per il buon proseguimento del lavoro del distretto.


7. Strada comunale di Foro Cassio. Determinazioni in merito alla proposta di classificazione come strada provinciale;

Assessore dichiara che il punto viene ritirato poiché in stesura finale, la deliberazione provinciale di scambio prevedeva che il comune avesse fatto un intervento di sistemazione sulla strada prima dello scambio, intervento che in origine non era previsto. Lo ripresenteremo quando tutte le correzioni saranno pronte.

Interrogazioni consiglio comunale 06/06/2019

Apre la seduta l’Ass. Tosini con una comunicazione riguardante rifiuti: la cooperativa aggiudicataria della gara a febbraio aveva presentato un concordato in continuità presso il tribunale, dopo un periodo dove ci sono state varie difficoltà sugli adempimenti. La settimana scorsa invece ci viene comunicato che il concordato è stato ritirato ed è stato trasformato nella procedura di liquidazione.
Mercoledì prossimo avremo un incontro con il liquidatore per definire i prossimi passi e acquisire alcuna documentazione che ci è stata richiesta che è stata richiesta.
Noi chiediamo che a prescindere da questo empasse quale sia il piano B di questa giunta per adempiere quanto prima a un nuovo sistema di raccolta rifiuti.
L’assessore replica che si potrebbe sia creare un nuovo capitolato di conseguenza una nuova gara azzerando tutto il resto sia passare alla seconda o terza arrivata nella precedente gara sempre se accettano. Valuteremo entrambi vi daremo nuovi e maggiori dettagli al prossimo consiglio di giovedì

Al Sindaco Coppari:

  1. Evoluzioni sulla situazione Sanitas srl, in quest’aula era stato dichiarato che l’incarico del legale a tutela dell’ente stava valutando come procedere e se chiamare in causa anche la liquidatrice che non ha ottemperato a quanto dichiarato da lei stessa, vorremmo un aggiornamento
    R: La procedura di liquidazione non ha ulteriori sviluppi,  il legale deve garantire l’estraneità dell’ente rispetto le sofferenze create dalla società stessa, la sentenza della recente causa dovrebbe esserci a febbraio 2020. Sul procedere verso la liquidatrice lo faremo solo qualora avessimo nozioni di omissioni.
  2. Sopralluogo congiunto Asl e regione sul sito da voi individuato per la concessione del terreno per costruire il nuovo immobile dedicato ai servizi sanitari, vorremmo che ci illustrasse cosa è emerso da tale incontro.
    R: È stato un semplice incontro ricognitivo e informativo ora, sta alla Asl redigere il progetto dove individuerà la necessità e la fattibilità rispetto al posizionamento.

All’Assessore Tosini:

  1. Rifiuti le questioni sono molteplici:
  • vorremmo sapere se sono andati avanti le interlocuzioni con Ecologia Viterbo per la risoluzione di quanto dovuto dopo l’aggiornamento tariffe per poi finalmente svincolare eventuali rimanenze che oggi abbiamo accantonato dalle eccedenze della tariffa pagata dai cittadini.
    R: Primo incontro 10 giorni fa, l’azienda spinge per una dilazione nel tempo del pagamento piuttosto che uno sconto comunque attendiamo la formalizzazione definitiva a breve.
  • Ecocentro, avevamo previsto lavori di sistemazione per antincendio e pesa, sono mai iniziati? E se no quando?
    R: La pesa è stata già ripristinata, gli altri sono in fase di affidamento di incarichi per la progettazione.
  • Un anno fa il Cons. Grego durante una nostra mozione, annunciò che stavate lavorando ad una delibera per la gestione dei rifiuti durante le manifestazioni, così come anche esortato dalla Regione che vi emanò linee guida apposite,. vorremmo sapere che fine ha fatto quell’annuncio.
    R: Eravamo in attesa del nuovo appalto,  quindi come tutti gli altri regolamenti sono in stand-by.

  1. Lavatoio in via del Fontanile, è passato un altro anno inerme, vorremmo la conferma dell’approvazione del progetto da parte della soprintendenza e un tempo certo su quando interverrete, colgo l’occasione per reiterare la segnalazione che i materiali li giacenti sono esposti ad asportazione e che ci doveva rispondere in forma scritta a tutti i consiglieri come emerge dal verbale appena approvato.
    R: La soprintendenza ha richiesto integrazioni sul progetto che l’ufficio sta elaborando.
  2. Lavori sul Giardino d’Inverno, a che punto siamo.
    R: C’è una sospensione perché stata chiesta una variante sull’ascensore.
  3. Revisione della segnaletica mancante o deteriorata, quando il famoso piano di revisione?
    R: Sono finiti in questi giorni l’operazione di asfaltatura con fondi  arrivati dal ministero, valuteremo se in bilancio sarà possibile fare ulteriori interventi
  4. Cimitero, ci aveva annunciato che i lavori sarebbero iniziati a breve, era novembre, vorremmo capire quando
    R: Il codice degli appalti ha introdotto una nuova piattaforma dove devono essere espletate le gare, in attesa di fornire gli uffici di questa si è fermato tutto, proprio domani avranno una giornata formativa sull’utilizzo. Si partirà subito con la palestra e di conseguenza tutto il resto
  5. Project financing per illuminazione pubblica, anche questa era annunciata a brevissimo, quanto ancora.
    R: Abbiamo avuto un incontro stamane, manca poco.
  6. Lavori completamento palestra comunale, sappiamo che il finanziamento ci è stato concesso vorremmo i tempi per vedere l’attuazione.
    R: come sopra appena entra in funzione la piattaforma 

All’Assessore Postiglioni:

  1. Tabelle per accesso ai boschi, sono state installate?
    R: È in ritardo la consegna delle tabelle ordinate già, appena arrivano ci sono già i pali pronti.
  2. Revisione del p.r.g. a quando visto che si susseguono solo annunci?
    R: Dobbiamo conferire gli incarichi per i pareri di geologo ecc.. anche in questo caso fermi per la piattaforma di contrattazione.
  3. Magazzino Arsial concesso al comune,tale magazzino è stato assegnato agli operai del comune per le loro attrezzature, l’operazione è stata fatta in fretta e furia senza pianificazione e sappiamo che ad oggi rimane un capannone vuoto, dove ancora non vi sono stati realizzate le strutture a loro necessarie come i servizi igienici e una postazione d’ufficio, non credo che sia una bella pubblicità che l’ente manchi proprio nell’assicurare le condizioni basilari sui luoghi di lavoro. Quando adempirete?
    R: Manca la delibera scritta di assegnazione da parte di Arsial per poter effettuare i piccoli lavori necessari ed avere l’assegnazione definitiva.
  4. Incendio del capannone in loc. Montecalvo, vorremmo sapere se vi sono state passi avanti rispetto all’assicurazione che l’ente ha, quindi sopralluoghi e certezza di indennizzo del danno, se in questo vi sono stati richiesti indennizzo anche per gli allevatori che hanno perso i materiali li depositati.
    R: La compagnia assicurativa attende il verbale dei vigili del fuoco intervenuti che sta in procura, ancora non abbiamo certezze per gli allevatori.

All’Assessore Pasquinelli:

  1. Verde pubblico, è chiaro che le piogge sono state un rallentamento e una causa di accrescimento, ma a distanza di tempo questo servizio presenta ancora notevoli criticità, non c’è organizzazione e chiarezza su questo argomento, per noi manca programmazione su chi fa cosa, dove e quando. Si risponde, invece,  in maniera casuale alle varie necessità, dividendo tra incarichi esterni, le poche forze operaie del comune che rispondono anche a manutenzioni varie e Vetralla Servizi per le aree assegnate con risultati non eccellenti. ci sono zone attenzionate e zone dimenticate, loc. Le Prata, Tre Croci in particolare. 
Come si sta organizzando per evitare sempre queste problematiche, come vuole migliorare il servizio?
R: È vero che c’è qualche criticità poiché per il verde ci sono più attori, ma non mi sembra che la situazione sia fuori controllo, la Vetralla Servizi alla Villa ha fatto anche quattro passaggi e per le banchine partono in questi giorni il taglio.
Replica: le abbiamo chiesto come sta organizzando al meglio, tipo la creazione di un piano manutenzione del verde, così che non si proceda a zone in base a chi strilla di più, reitero le segnalazioni, vada a verificare.

All’ Assessori Palombi:

  1. Contributo per le rette del nido, come annunciato da voi via social, richiede per l’ottenimento il blocco degli aumenti delle rette, vorremmo sapere se in ciò è  compreso anche il blocco del costo del buono mensa o le prescrizioni regionali si riferiscono la sola quota retta, perché la vostra delibera 55 che ne abbassa il costo a 2€ più iva, lo fa solo fino al 31/12/19, lo stesso chiarimento lo vorremmo per le rette poiché sempre via social parlate di blocco per i prossimi due anni, ma nella delibera di richiesta del contributo si parla solo dell’anno educativo 2019/2020 e quindi solo il prossimo anno e non due.
    R: Quello che vale è la delibera, non so come sia scritto sui social. Per il buono mensa abbiamo dato il termine di quest’anno per non fare la variazione di bilancio pluriennale, ma non è nostra intenzione aumentare successivamente.
    Replica: È chiaro che vale la delibera così come scritta,  siete voi che avete diffuso via social qualcosa di fuorviante

  1. Durante la commissione apposita svoltasi per approfondire il disciplinare del servizio asilo nido, per il successivo affidamento in-house, erano emersi dei conflitti con l’attuale regolamento del nido e delle incongruenze nell’allegato mensa, tra cui il riferimento alla asl Cuneo invece che Viterbo, orario diverso di somministrazione pasto.
    R: Il responsabile assicura che li avrebbe sistemati, sono errori che arrivano dal vecchio capitolato che abbiamo ricalcato.
    Replica: Se c’era un errore in precedenza non significa che bisogna perpetuarlo non correggendolo successivamente, andava controllato prima, attendiamo la modifica.
  2. Centro estivo per i bambini 3-6 anni, vorremmo sapere se è pronta Vetralla Servizi e se si confermano le tariffe senza fasce Isee o verranno corrette anche esse.
    R: Di tariffe sono quelle perché a questo punto non si possono variare, e tutto pronto si parte il 1 luglio e già vi sono 15 iscritti

Al consigliere Grassi:
  1. Commissione sul DAT e donazione organi: dalla nostra ultima riunione io mi ero presa l’impegno di contattare l’aido per avere un rappresentate al prossimo tavolo, contatto che non sono riuscita ad avere nonostante 3 mail alla sede viterbese e varie telefonate, non demordo e riprovo, mentre rimane il contatto con l’associazione proponente della stessa legge sul DAT. Vorremmo sapere se lei ha portato avanti le questioni dove la maggioranza si era impegnata, cioè contattare un medico locale per frazione e sondare la disponibilità a presenziare al successivo incontro tecnico e quantificare se vi fossero piccoli fondi per preparare materiale informativo da divulgare prima e durante l’incontro pubblico da svolgere sul tema come accordato nella stessa commissione. di conseguenza quando si pensa di ri-convocare la successiva commissione.
    R: Sono ancora in attesa della lista dei medici da parte dell’ASL, a fine consiglio ci confrontiamo per i prossimi passi insieme

Dichiarazioni di voto consiglio comunale 06/06/2019

4. Approvazione rendiconto di gestione 2018 e relativi allegati;

Di obiettivi mancati e rimandati ce ne sono:
  • si attende ancora la revisione del prg che era imminente più di un anno fa;
  • la gestione dell’appalto rifiuti che non trova una via di uscita e di tempo se ne è perso abbastanza, tempo che poteva benissimo essere impiegato con iniziative di sensibilizzazione ambientale, preparazione di bozze dei regolamenti, regolamento per la gestione dei rifiuti durante sagre ed eventi, informazione e controllo capillare.
    Sottolineo che i risultati della raccolta differenziata e la prevenzione agli abbandoni, con conseguenti miglioramenti dei costi di smaltimento oltre che i benefici ambientali, non si effettua solo attraverso il sistema nuovo di raccolta;
  • il nuovo sito istituzionale, spesa che io oggi valuto inutile, nonostante ne ero entusiasta,  non ha migliorato pressoché niente, i menù sono confusi, le sotto categorie vuote, servizi nuovi per i cittadini non ce ne sono e anche la grafica non è stata poi così innovativa;
  • nuovo piano industriale Vetralla Servizi, varato un anno fa cerca ancora attuazione la casa famiglia perchè ancora non si capisce quando e chi deve acquistare i mobili, speriamo che IKEA risponda e trovi soluzione, alla faccia della programmazione;
  • ancora non si vedono i risultati del progetto rete di imprese e non avete ancora attuato quanto da voi deliberato come sostegno agli appartenenti alla rete, consistente in una rimodulazione della IUC
  • le feste e le iniziative come sempre hanno avuto le loro impasse, con spese per pubblicità e pubblicazioni direi inutili visti i tempi gestionali.
Insomma ripetiamo le stesse cose senza evidenti miglioramenti, queste si traducono e ripercuotono nei numeri del bilancio

Dal punto di vista pratico il rendiconto denota un peggioramento delle riscossioni in generale, fatto che continua ad alimentare il F.C.D.E. bloccando di fatto parte della spesa, tra i residui vi sono partite molto vecchie, taglio della legna, fitti dei terreni e imposte che ci trasciniamo da anni. Una delle voci che sembra non avere le giuste attenzioni è quella della luce votiva, qui vediamo che il servizio è un po monco visto che vi sono dedicate poche ore della Vetralla Servizi suddivise tra front e back office, secondo noi meriterebbe un investimento di forza lavoro migliore per portare a compimento la digitalizzazione di tutto l'archivio utenze e una corretta gestione della riscossione, situazione di stallo anche per le sanzioni amministrative e del CDS. Non parliamo poi della situazione tra questo ente e la sua partecipata Talete spa.
L’inventario ancora non e’ stato completato nonostante sia obiettivo da raggiungere da più anni.
Durante l’anno 2018 le variazioni di bilancio non sono state poche, il che denota o una cattiva programmazione o un continuo cambiamento di direzione.
per tutto quanto esposto dichiaro voto contrario.

5. Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 84 del 18.04.2019 ad oggetto:” 3° Variazione al bilancio di previsione 2019-2021";
In questa variazione vediamo l’alienazione di un bene prevista per 800€, di cosa si tratta? 
R (Costantini): È la vendita del vecchio trincia, che il concessionario ci ha valutato per l’acquisto del nuovo. 

Il trincia doveva essere stato comprato già da mesi. 
Voto favorevole

6. Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 92 del 02.05.2019 ad oggetto: Maggio dell'Artigianato tradizionale vetrallese Labor.a, museo diffuso. Rimodulazione economica in funzione del contributo ottenuto dalla Regione Lazio. (Regolam. Reg. n. 19 del 17 luglio 2018)

Vorremmo sapere quante presenze ha avuto la manifestazione visto che dalla scheda di progetto presentato alla Regione si dichiara una presenza prevista di circa 5.000 persone, e quale rimodulazione è stata messa in atto visto la concessione più bassa del preventivato arrivata dalla Regione.

R (Palombi): purtroppo a causa anche del meteo sfavorevole, le presenze non sono state molte. La rimodulazione verrà fatta in modo proporzionale.
R (Costantini): oggi non si entra nel merito dell’oggetto ma della sola variazione.

Replica all’assessore Costantini che come la totalità delle deliberazioni hanno bisogno di pareri tecnico e contabile per essere corrette, lo stesso principio si applica alle ratifiche che avendo riflesso sulla contabilità dell'ente deve essere accompagnata dall’analisi dell’obiettivo che si prefigge questa spesa. 
Non stiamo criticando l’iniziativa in sé, ma leggendo la domanda di finanziamento non si hanno molti dettagli su come sono stati spesi.

Voto contrario per poca chiarezza 

7. 5° Variazione al bilancio di previsione 2019-2021;
Vorrei avere dettagli su questa variazione dall’assessore visto che non sono potuta intervenire alle commissioni. 
Nel merito voto favorevolmente in continuità con l’aggiornamento del piano opere pubbliche

6. Modifica programma delle OO.PP
Voteremo favorevolmente, visto che si inseriscono opere necessarie, come la messa in sicurezza della scuola di pietrara e soprattutto per l’inserimento della messa in sicurezza del costone sulla cassia, situazione pericolosa da noi segnalata per iscritto già dall’inizio 2017 al protocollo di questo ente.

Ci auguriamo che la regione ci riconosca i fondi richiesti.

mercoledì 26 giugno 2019

Un nuovo ostacolo per la raccolta differenziata

La scorsa settimana l’assessore, nonché vicesindaco, Tosini ha rilasciato alla stampa alcune delle risposte alle domande che avevamo chiesto, qualche giorno prima, in Consiglio Comunale e alle quali nessuno sapeva rispondere.

È deprimente la mancata coordinazione della Giunta Coppari. Il consiglio del 6 giugno si è aperto proprio con la comunicazione della vicesindaco sulla situazione dell’appalto rifiuti, questo perché, sempre sui quotidiani locali, era stato pubblicato un articolo che anticipava le informazioni e di questo si scusa per non aver dato precedenza al consiglio. In questo annuncio veniva spiegato che la ditta vincitrice dell’appalto aveva ritirato il concordato procedendo con la liquidazione e bloccando di fatto l’evolversi dell’appalto stesso.

Le informazioni dettagliate sarebbero state comunicate al successivo Consiglio Comunale in programma per la settimana seguente.

Purtroppo la vicesindaco non si è presentata e nessuno ha saputo rispondere alle nostre richieste di delucidazione. Né il Sindaco o gli altri assessori avevano alcuna informazione.

È sconfortante toccare con mano la disorganizzazione della Giunta, basta che si assenti un componente e gli altri non sanno. Ancor più grave che non sappia nulla il primo cittadino.

Magicamente sui giornali esce un nuovo articolo, alla faccia del consiglio che dovrebbe essere il primo ad essere informato. Il problema è che tale comunicato non spiega nulla di quello che tutti aspettiamo di sapere: quando vedremo il nuovo sistema di raccolta per il quale noi cittadini abbiamo già pagato profumatamente?

Viene accennato solo della liquidazione allarmando lavoratori e fornitori senza dettagli.

Aspettiamo tutti ancora di capire qual’è il piano B di questa giunta (ammesso che esista), come reagiranno a questo nuovo ostacolo nel settore rifiuti. Un progetto partito dalla precedente Giunta Aquilani che, in tutti questi anni, nonostante le ripetute promesse, non sono riusciti a sbloccare.

Dopo aver perso tempo con tentativi maldestri di ritiro dell’appalto e un anno di impasse per l’organizzazione degli uffici, ora le difficoltà dell’azienda portano la nostra Vetralla a rimanere fanalino di coda per la raccolta differenziata e bersaglio di tutto il circondario per conferimenti impropri. Tanti piccoli passi intanto potevano essere compiuti che avrebbero mitigato gli effetti, ma nulla è progredito nell'attesa di questo fantomatico appalto nuovo che ancora non arriverà.

Noi cittadini continuiamo a pagare, profumatamente, un servizio che di profumato non ha nulla.

venerdì 12 aprile 2019

Interrogazioni consiglio comunale 28/03/2019

Ripetiamo le interrogazioni che lo scorso consiglio sono rimaste inevase.
  • Chiedo nuovamente come mai arrivati a metà marzo ancora non avviene la pubblicazione delle delibere di giunta in modo automatico e non a distanza di giorni, ci era stato detto che da gennaio i problemi tecnici sarebbero stati superati.
    R (Costantini): è vero cercheremo a brevissimo di partire ipotizzo i primi di maggio.

All’Assessore Costantini
  • Se ha avuto modo di constatare se le mie segnalazioni riguardo al bilancio fossero un refuso e all’assessore Pasquinelli sempre su le mie segnalazioni sul bilancio riguardo ai suoi capitoli.
    R (Costantini): Sì quella dicitura riferita al turismo era un refuso in quanto quei fondi vincolati sono le somme versate dai cittadini per la costruzione di nuovi loculi del cimitero.
    R (Pasquinelli): non sa rispondere invieremo in forma scritta l’osservazione.
Alla consigliera Galeb:
  • Notizie su archivio storico e sua valorizzazione
    R: Posso dire che è imminente lo spostamento dell’archivio storico presso il palazzo delle carceri
    Replica: Vorrei conoscere con quali fondi visto che in bilancio non c’è nessuno stanziamento riguardante l’archivio storico e volevo ricordare che l’acquisizione e ristrutturazione di Palazzo Zelli aveva come obiettivo lo spostamento degli uffici comunali e la riqualificazione dell’archivio storico proprio all’interno di esso, un palazzo che comunque è dotato dei servizi e dell’ascensore cosa che non lo è il palazzo delle carceri quindi vi invito a ricontrollare questo.
  • Affreschi in commemorazione di Primula Campomaggiore, dove un anno fa ad un’interrogazione di un altro consigliere rispose che si sarebbero fatti interventi conservativi sugli affreschi presenti sulla facciata dell’immobile sede della pro loco, e questo doveva avvenire a novembre durante un ulteriore evento commemorativo dell’artista. R: L’intervento su quegli affreschi non è così urgente, avevamo preso contatti con la professoressa De Minicis e l’Università della Tuscia, la commemorazione di novembre era stata pensata per via dell’uscita in concomitanza di una pubblicazione dei suoi diari ma questa è stata rimandata e di conseguenza anche tale commemorazione. Non mancheremo nel momento in cui uscirà

Dichiarazioni di voto consiglio comunale 28/03/2019

1 Adozione Programma integrato di intervento in fraz. La Cura

Abbiamo qualche dubbio su questo programma integrato, sul fatto che si raggiunga effettivamente un vantaggio per la collettività. Innanzitutto c’è da sottolineare che i marciapiedi previsti su Via Fosso Grande già sono stati realizzati,  su un'area che in precedenza è stata ceduta al Comune, con quale legittimazione sia stato fatto non so, sicuramente il passo è stato più lungo della gamba; anche il muretto di perimetrazione dell’area del parcheggio e della rientranza per la fermata Cotral sono già realizzati così come il posizionamento delle pensiline, di fatto è per metà realizzato di sua iniziativa.
Segnalo poi che i giardinetti lì esistenti, derivanti da un precedente piano attuativo e relativa permuta, sono oggetto di una convenzione per la manutenzione da parte del privato, che non viene sempre onorata in modo puntuale come previsto dalla convenzione stessa. Invito a un controllo.
Per quanto riguarda il nuovo parcheggio di soli 14 posti non saprei esprimere una corretta valutazione se sarà realmente utilizzato  ed efficace, potrà essere eventualmente utilizzato dei pendolari per lunghe soste, ma non di certo nel decongestionare le vie limitrofe dai residenti in quanto purtroppo tutti vogliono portare la propria macchina sotto la propria casa. La nota sicuramente positiva, è la creazione di questa asola per la fermata del Cotral che lascia così libero il traffico e rende più sicura la salita la discesa dei pedoni.
Come controparte però c’è la trasformazione di un’area da F1 (parchi e giardini pubblici) a B2 (completamento e recupero) per realizzare un immobile commerciale di 300 mq con annessi parcheggi. Si elimina di fatto un’area che assolve alle funzioni di assorbimento delle acque e ulteriore polmone verde in una parte della città già densamente urbanizzata. Vorrei sottolineare che in quest’ultima , ormai da svariati mesi, sono stati depositati dei mucchi di terreno provenienti da scavo non so di che tipo e con quale autorizzazione.
Visto che l’obiettivo, come da delibera, è “una più razionale utilizzazione e riorganizzazione del territorio urbanizzato”, autorizzare una nuova urbanizzazione non mi sembra che lo persegua.
Ne consegue che al di là delle mere valutazioni numeriche dei tecnici che identificano un vantaggio di valore economico, non ne ravvedo un vantaggio reale per la città, pertanto voterò contrariamente.

2 Approvazione regolamento comunale per la disciplina dell'adozione di cani randagi ospitati presso il canile convenzionato.

Abbiamo lavorato in commissione portando le nostre osservazioni in merito. In linea generale condivido lo sforzo di provare a cambiare il metodo di incentivazione all’adozione dei cani anche se non possiamo di certo affermare, che il precedente metodo non abbia funzionato per questioni tecniche o economiche, ma sicuramente da tutta la mancata sponsorizzazione e attenzione che necessita qualsiasi tipo di incentivazione alla cittadinanza che sia economica o no.
Comunque tentar non nuoce e quindi ribadisco che condivido l’importanza e la voglia di riprovarci. In commissione come dicevo abbiamo evidenziato alcune sottigliezze sulla prima bozza e ringrazio la consigliera, nonché la responsabile del servizio che hanno lavorato sulle mie proposte anche se non tutte accolte.
Ripeto qui i dubbi sull’articolo che prevede l’adozione a distanza cioè che è una possibilità un po’ monca che non ne pregiudica tutto l'impianto del regolamento ma che per me stona. Ad oggi, esistono le adozioni a distanza presso rifugi per cani, di natura privatistica (onlus e associazioni) dove l'animale può passare anche tutta la sua vita all’interno di queste strutture che hanno parametri e dimensioni ben diversi, con volontari e un’organizzazione che garantiscono standard elevatissimi del benessere dello stesso, rispetto a un canile che, anche se è tenuto al rispetto del benessere dell’animale, solitamente ha un approccio e delle dimensioni più imprenditoriali.
L’adozione a distanza quindi, consiste in adozione vera e propria comprensiva della voltura del chip in anagrafe canina, la sola differenza è che lo stanziamento dell’animale rimane all’interno del rifugio e non può a venire all’abitazione di chi ha fatto questa adozione a distanza per vari motivi, ha comunque la libertà di poter andare presso rifugio tutte le volte che vuole e avere un rapporto diretto con il suo adottato e assicura il fatto che quel cane non verrà dato in adozione ad altre persone a meno che sia lui stesso a farlo.
Nella fattispecie, tale servizio, non è così facilmente applicabile in un canile, innanzitutto un contributo di 90 € mi sembra troppo poco, in quanto chi adotta un cane, anche a distanza, all’anno contribuisce molto di più poiché se una persona ha questa volontà sa benissimo che si assume un impegno, diverso ovviamente dalle donazioni di sostegno.
Poi si darà al cittadino una foto e una scheda di un cane realmente esistente ma che in qualsiasi momento può essere adottato da terzi, anche non residenti comunali ovviamente, perché all’interno del canile può accedere qualsiasi cittadino che arrivi da qualsiasi parte d’Italia e praticamente vedersi revocata questa adozione a distanza con una telefonata, come scritto sul regolamento.
È una possibilità non efficace secondo me, del tutto astratta perché comunque vada il cane rimane con il microchip intestato al Comune di Vetralla e continuerà a vivere nel canile. Non rientra neanche nella fattispecie delle classiche donazioni di sostegno, poiché noi paghiamo un privato secondo un disciplinare per la custodia di questi animali e il cittadino donerebbe all’ente che li metti in portafoglio. Sarebbe ben diverso se avessimo un canile comunale dove le donazioni potrebbero andare a sostegno di opere e attrezzature per lo stesso. Purtroppo lo dico con dispiacere che non è efficace nel nostro caso.
Abbiamo proposto poi il fatto di dedicare un'area del sito del comune a questo tipo di attività dove potranno essere caricate le foto e le schede degli animali presenti in struttura. Non posso, non fare un po’ di polemica poiché abbiamo proposto già da due anni, la bozza di regolamento a tutela degli animali che questa maggioranza ha del tutto ignorato e che conteneva, tra le altre cose, proprio la creazione di una sezione apposita del sito non che lo sportello animali, strumenti più che necessari per ottenere i risultati che anche con questo regolamento si professa.
Di quel nostro regolamento non se ne è mai parlato, invece abbiamo visto solo due atti distinti, uno il regolamento sull’area sgambatura cani che sembrava urgentissimo e imminente ma poi nulla è stato fatto.
Comunque è sicuramente una delle cose più importanti da attuare per dare modo ai cittadini di vedere e  capire quali sono gli animali attualmente stanziati presso il canile, per dimensioni, razza e attitudini e valutare se possono adottarlo, senza fare dei viaggi fino alla struttura. Quindi ringrazio che sia stata accolta.
Un’altra parte che secondo noi è fondamentale, è un tavolo di concertazione con le associazioni locali: nel Comune ci sono stati episodi particolari con i cani e sarebbe importante intavolare un discorso sereno con tutti gli attori e gli interessati che ruotano intorno a questo mondo, tanto più con le associazioni che sono iscritte ufficialmente all’albo regionale così come previsto dalla normativa.
Attraverso loro si può ricevere un aiuto concreto affinché le adozioni vadano a buon fine, anzi sarebbe opportuno chiarire una volta per tutte quali sono le giuste procedure e le regole che già esistono e che bisogna rispettare con chiarezza.
Quindi oggi ripeto e ri-propongo, con un emendamento, di inserire all’interno di questo regolamento un ulteriore punto con titolo promozione e concertazione per le adozioni territoriali, all’interno un unico comma che recita: l’Ente si impegna a convocare almeno due volte l’anno un tavolo di concertazione con le associazioni animaliste regolarmente registrate all’albo regionale, presenti sul territorio, con lo scopo di elaborare le opportune strategie e collaborare per l’attuazione delle finalità del presente regolamento.

Pongo poi un altro emendamento volto anche a tranquillizzare gli altri consiglieri che avevano esposto perplessità, sul fatto che questa diaria giornaliera potesse invogliare dei malintenzionati ad utilizzare questi animali come strumento di introito. Sono stati chiariti in commissione i dettagli pratici che l’ufficio attuerà come la scheda completa di foto che durante i controlli dovrà corrispondere, ma oltre questi si potrebbe inasprire la conseguenza di un eventuale abuso e maltrattamenti (che comunque già prevedono reati penali) ma sarebbe bene che il Comune si attivi per recuperare  anche l’incentivo che ha dato. Quindi propongo di aggiungere all'art.6, nell’ultimo periodo, dopo : “disponendo altre sì la revoca del contributo da erogare.” , le parole “e il recupero delle somme finora già percepite”.


Accolti gli emendamenti, Voto favorevole


3 Costituzione diritto di superficie in favore della ASL.


È chiaro come ci sia un’estrema necessità di trovare una soluzione, ma non si può non considerare quello che stato fatto fino a qui e disatteso, come ricordato dai miei colleghi consiglieri. Anche questa non è una soluzione così immediata come ci si aspettava, calcolando poi il tempo che si è perso nei bandi che l’Asl stessa ha sbagliato e gestito a rilento.
Riguardo all’area è sicuramente apprezzabile che il Comune si è fatto promotore di questa possibilità. A mio modesto parere, se mai andasse in porto, opzione remota vista la situazione del commissariamento della sanità non ancora concluso e con i dati negativi relativi agli investimenti che sono stati fatti verso la provincia di Viterbo, non la trovo comunque ottimale.
È sicuramente un’area disponibile ma ci troviamo in mezzo al troncone dell’abitato di Cura che già oggi è saturo e strutturato male, si affaccia su due strade senza i dovuti spazi di immissione,  Via Valle Calandrella non so neanche se rispetta i parametri per le larghezza delle corsie per come è messa, tutta la zona è sopra un fosso trombato, più si costruisce, più la frazione di Cura mostra problemi idraulici con allagamenti. Una bella area verde che potrà essere sacrificata. Dovrà coesistere con l’area del mercato, che doveva diventare anche coperto e che non potrà essere ricollocato visto che l’esproprio del terreno fu fatto in funzione di questa necessità. Quindi non la reputo una giusta collocazione. D’altro canto non posso di certo oggi portare ulteriori soluzioni  perché non è stato mai un elemento di discussione e valutazione coordina tra maggioranza e minoranza nonostante abbiamo tutti l’intenzione di far permanere nel nostro territorio questi servizio. Quindi oggi io mi limiterò a porre un voto di astensione sottolineando che comunque l’impatto dell'eventuale opera avrà sicuramente le sue successive valutazioni ma ad oggi non la reputo collocata correttamente.

Voto astensione