martedì 11 dicembre 2018

Interrogazioni con risposte del Consiglio Comunale del 29/11/2018

Al Sindaco Coppari:

  1. Siamo ancora in attesa della risposta scritta all’interrogazione mancante del precedente consiglio comunale, le sottolineo che sono ampiamente decorsi i termini previsti. L’interrogazione riguardava il fatto che nonostante siano stati acquistati ad inizio anno una serie di tablet per circa 900€, incassati grazie alla vendite delle moto della pol.locale giacenti in magazzino, apparecchi che dovevano servire ad effettuare la giunta in digitale e che successivamente sia stato installato anche il modem wifi in questa sala per utilizzarli correttamente, ad oggi questo ancora non avviene e vediamo la pubblicazione delle delibere a distanza di 15gg dalla loro emanazione, esempio su tutti ieri esce un articolo di giornale su una vostra delibera per la messa in sicurezza del sito in loc. Cinelli, ma di questa non vi è ancora traccia. Come mai ancora non sono pienamente utilizzati?
  2. R (Costantini): Abbiamo ancora un problema di configurazione, da gennaio 2019 dovremmo essere operativi.
  3. Vorremmo sapere se ci sono sviluppi riguardo al crollo del costone sulla Cassia  in direzione Viterbo.
    R: L’ufficio patrimonio ha dato un incarico ad un geometra per effettuare la corretta rilevazioni dei confini e delle proprietà per poter andare avanti.

All’Assessore Tosini:

  1. Nuovamente le chiediamo a che punto siamo con la variante al p.r.g.
R: Ora ne risponde l’assessore Postiglioni, che non ci ha risposto, inoltreremo scritta.

  1. Ulteriore variante ai lavori di sistemazione idraulica di fosso Setano, vorremmo capire cosa si è reso necessario variare.
R: Ci sono stati dei risparmi rispetto alle previsioni dei costi per l’attraversamento sotterraneo dell’Aurelia, questi sono stati reimpiegati per opere di completamento e rifinitura come su alcuni muretti che prima non erano previsti, il totale della spesa dell’opera non varia in finale.

  1. Cimitero Comunale, i luoghi versano in uno stato di abbandono, i tetti sono tutti aperti, pieni di erbe infestanti e alcuni luoghi puntellati con impalcature, quando finalmente vedremo un pò di reale manutenzione sia ordinaria che straordinaria da parte della Vetralla Servizi con interventi da parte del Comune?
R: Trovo non corretta questa valutazione, la Vetralla Servizi sta lavorando, mentre per le manutenzioni straordinarie stiamo procedendo come fatto in precedenza con la ricognizione degli assegnatari dei loculi e dei loro eredi per poi procedere ai lavori sui singoli riquadri con il pagamento delle quote da parte di ogni assegnatario.
  1. Personale: stiamo ancora qui assessore a parlare di questo, finalmente, forse, questo è l'inquadramento definitivo, almeno per quest’anno, dei settori dell’ente.
È scontato capire che ormai l’effettivo spostamento si vedrà a Gennaio, ed è chiaro che dalla primavera scorsa, continuando a rimanere in stallo e nell’incertezza, su molti settori si sono creati ritardi nei programmi, confusioni e mancato raggiungimento degli obiettivi, nonché la non ottimale gestione dei capitoli assegnati. Avete creato due grandi macro aree che definite strategiche, lasciando una sproporzione tra dotazione di personale e importanza che rivestono gli altri che mi lascia non poco perplessa. Continuiamo ad avere personale di categoria D sottoutilizzato, confusione tra i responsabili e le deleghe degli Assessori ai quali devono dar retta, il tutto creando un inefficienza sotto gli occhi di tutti. Il culmine della confusione la raggiungiamo con l’ambiente: settore oggi quanto più strategico, che ci chiama a dover raggiungere obiettivi sempre più virtuosi in termini di tutela ambientale e di gestione dei rifiuti, un settore che oggi, in uno dei momenti più delicati, cioè il passaggio ad un nuovo servizio, per la vostra inerzia gestionale, si trova ancora in sede vacante, con assegnato personale per 6 ore settimanali, che per il resto della settimana cura un’altro settore e che presta servizio per qualche ora anche presso un altro ente. Lo stesso ha ricevuto l’incarico di DEC (direttore esecutivo del contratto) con tutta la stima che ripongo in lui e negli altri sfido chiunque a pensare che tutta questa varietà di compiti non possa mettere a rischio la sua corretta esecuzione, soprattutto perché la materia dei rifiuti non l’ha mai minimamente tratta.
  • per questo mi chiedo cosa state combinando e come vi viene in mente di trattare con tanta superficialità la materia, visto che la conosce lavorativamente.
  • quando il settore ambiente troverà la nuova collocazione stabile, ipotizzo io che non avverrà prima, verrà formalizzato un incarico di supporto al RUP che vedendo il protocollo ha già scelto assessore, le domando, come mai solo successivamente e non fin da subito ha ravvisato la necessità del supporto al RUP? Oggi con responsabile ad interim nella fase di avvio va bene senza, domani servirà….mah?
  • come mai in tutto questo tempo perso, dove si sapeva già da marzo dopo l’abbandono del precedente responsabile, di dover creare e rafforzare il settore ambiente, non avete proceduto alla formazione dei dipendenti in questa materia se eravate intenzionati a strutturare così i settori? Oggi girare per gli uffici mette lo sconforto, chi conosce la materia è collocato in tutt’altra attività e chi non la conosce arranca.
  • per non parlare poi dell’ultimo decreto sindacale dove alcuni dipendenti fanno servizio una manciata di ore qua e l’altra là tra patrimonio e suap ecc … chiedo a lei e al sindaco se questa frammentazione oraria sarà poi definitiva o temporanea?
R: Trovo non corretta questa analisi, abbiamo valutato le diverse potenzialità e opportunità e così organizzato i settori, e non credo che il settore ambiente sia stato mortificato; confermo che la nuova organizzazione partirà a gennaio.
Replica: Mi dispiace che non trovi corretta la nostra critica, ma al contrario è doveroso da parte nostra sottolineare l’inefficienza delle vostre scelte, confermo che per noi il settore ambiente non è ben strutturato e la disorganizzazione si evince dal fatto che in un anno sono state deliberate due, totalmente diverse, distribuzioni dei settori, non mi ha risposto nelle singole domande sull’incarico di supporto al rup e se la frammentazione oraria sarà confermata.
R: Per quanto non specificato rispondo in forma scritta.

5. Appalto igiene urbana e collaterali:
  • Chiedo a che punto siamo per i futuri lavori di adeguamento dell’ecocentro previsti anche in funzione del finanziamento, ormai datato, della prov. di Viterbo, è finito un altro anno ed ancora non si sa nulla;
  • a che punto siamo con la preparazione dei nuovi regolamenti che ci serviranno per regolamentare la nuova modalità di servizio che verrà svolto;
  • volevo conoscere se ritiene corretta la collocazione in via Noce, (zona agricola e ad alta permeabilità) della sede operativa della Cooperativa gestrice del servizio (anche parcheggio mezzi ovviamente), sia dal punto di vista urbanistico, delle norme tecniche ed edilizie che dal punto di vista delle norme di sicurezza e igiene dei luoghi di lavoro e se in questa collocazione è stato valutato che l’area è abitata e che davanti vi è un pozzo di adduzione delle acque pubbliche?
R: A breve arriveranno i nuovi regolamenti e i lavori all’ecocentro. conosco le preoccupazioni sul sito della sede operativa, è la cooperativa che si deve occupare dei dettagli, ora essendo nella fase transitoria prevista, stanno preparando e vagliando tutte le soluzioni e quindi ci potranno essere ulteriori valutazioni in merito,  hanno i tempi per adeguarsi. non è ancora detto che sia il sito definitivo, l’utilizzo di quella sede è stata un’opportunità.
Chi di dovere ha valutato la sicurezza dei luoghi di lavoro.


All’Assessore Postiglioni:

  1. Abbiamo visto che si sta procedendo con l’acquisto dei cartelli per delimitare le strade carrabili in deroga, e non, del bosco, vorremmo capire come mai tali cartelli, visto che devono essere ben visibili e che devono riportare anche dei riferimenti al regolamento e per logica non debbono essere facilmente occultabili dalla vegetazione,  saranno di dimensione solamente 30x40 e vorremmo sapere quali sono i tempi per l'installazione.
    R: Le dimensioni sono state scelte dagli uffici, le tabelle sono pronte, stanno arrivando anche i pali dove verranno installati, spero a breve di concludere.
  2. Concessione capannone ARSIAL. Come si evince dalla Del. di Giunta di recesso anticipato del contratto di affitto dell’immobile in via della Noce, il Comune sta prendendo in concessione il capannone ARSIAL sulla Cassia, da destinare ad uso magazzino. Vorrei sapere se ciò è già avvenuto e perché non si rispetta quanto scritto nella stessa delibera riguardo la collocazione temporanea delle attrezzature in altri magazzini? Ad oggi gli operai del Comune hanno ancora delle attrezzature in giacenza nel vecchio magazzino, devono recarsi lassù, sperare di trovare qualcuno per poter entrare a prendere ciò che gli necessita creando così una realtà di co-utilizzo nello stesso luogo, ormai privato, e non più disponibile a loro direttamente. Mi domando dove è l’efficienza e la sicurezza per entrambe le due categorie di lavoratori?
    R: Domani gli uffici incontrano Arsial per il sopralluogo e delineare gli interventi per sistemare tutta l’area, questo sito potrebbe diventare anche il coc comunale in caso di emergenza da calamità.
  3. Area sgambamento cani, avete riposizionato tale area nel farlo avete valutato che l’area ad oggi non è comodamente accessibile a tutti, sembra che abbiate ghettizzato chi entra con i cani, un posto dal quale non vedo neanche cosa succede alle loro spalle, io sono d’accordo nel dove far rispettare le regole e migliorare la convivenza tra chi ha un cane e chi no, ma a me sembra che semplicemente avete allontanato il problema dagli occhi. Quali lavori collaterali prevedete oltre che la recinzione ecc dovuta dalle norme e dal regolamento, per rendere quel luogo accogliente?
R: L’area individuata è  stata una conseguenza: quella precedentemente individuata ricade nell’area stessa dove vi è la richiesta per la ricerca e lo sfruttamento delle acque termali in regione, e quindi vincolata ad essa, questa è una grande fetta che va dal muraglione fino al campo sportivo. Rimaneva solo questa parte dietro gli spalti fino alla sede della prot. civ., ipotizziamo di creare comunque due accessi, uno dalla strada sottostante che porta a mazzocchio e l’altro dal fondo della villa comunale.
R (Pasquinelli): Come detto dall’assessore molta parte della villa è vincolata, non trovo corretto l’utilizzo del termine ghettizzato, ci sono stati anche dubbi per la possibile variante sul p.r.g., comunque prevediamo anche opere collaterali per migliorare l’accesso e l’aspetto.

All’Assessore Pasquinelli:

  1. Piano di protezione civile, in  una delle variazioni di bilancio che discuteremo oggi spuntano per il 2019 delle somme per incarico professionale riguardante il piano stesso, cosa riguarda?
R:(Dopo una telefonata perchè non sapeva) La norma prevede l’integrazione del piano con la cartografia GIS e quindi l’incarico servirà per quella stesura.
  1. Verde pubblico, in una precedente interrogazione avevamo chiesto se si sarebbe proceduto alla ripulitura delle mura cittadine dalle piante infestanti, oggi le chiedo nuovamente si farà si o no questo intervento? E quando?
    R: Al momento non previsto, forse ad anno nuovo.
  2. Via Francigena: assessore le chiedo se lei è a conoscenza che questo Comune nel 2014 ha sottoscritto un protocollo di intesa con altri 16 comuni per la valorizzazione della Via Francigena. Questo protocollo nel 2015 è sfociato nella nascita di un tavolo di lavoro congiunto tra i soggetti che aveva come scopo incontri a cadenza e l’elaborazione di linee di sviluppo comuni da presentare in Regione. Se ne è a conoscenza vorrei sapere se ha mai partecipato a questo tavolo e se lo stesso è ancora attivo.
R: non sono stato mai informato di questo protocollo e comunque questo tavolo non è stato mai convocato dal 2016 ad oggi, comunque stiamo cercando collaborazioni con i comuni limitrofi per la valorizzazione.
  1. Area verde vicino al parcheggio sede del mercato di Cura: era il luogo dove volevamo eseguire la giornata nazionale dell’albero lo scorso anno, ci fu risposto che avevate altre intenzioni per quel luogo, stiamo ancora aspettando che ci faccia sapere cosa avete deciso di farci.
    R: È vero risponderò per iscritto.

All’Assessori Costantini:

  1. Chiedo più generalmente a lei,anche se non di immediata competenza sua: abbiamo visto l’acquisto dei 150 copie della rivista “centro italia”, se non ricordo male in seguito alla pubblicazione su di essa della pubblicità o di un articolo riguardante una pregressa manifestazione di questo Comune, il tutto per 250€, le chiedo cosa ci dobbiamo fare con 150 copie e se contabilmente lo reputa efficiente e rilevante ai fini Istituzionali.
    R: Non so cosa riguarda, penso sia legato all’assessorato della cultura, è la prima volta che lo sento, mi impegno a rispondere per iscritto.
  2. WiFi4EU è stato riaperto il bando dopo i problemi tecnici precedenti, vorremmo sapere se anche questa volta questo ente ha partecipato e di conseguenza se ha presentato la richiesta nei termini.
R: Si, risultavamo già candidati, all’ora stabilita eravamo presenti riceviamo già preventivi dalle ditte apposite.
  1. L’Ente continua ad essere chiamato in giudizio davanti alla commissione tributaria, vorremmo sapere che tipo di contestazione viene effettuata o meglio verso quale tributo e come pensate di arginare il fenomeno che porta via tempo e risorse sia all’Ente che ai Cittadini.
    R: La maggior parte riguarda l’ICI/IMU, problema che deriva dal fatto che su carta dei terreni risultano edificabili ma di fatto per altre norme non lo sono, ma comunque assoggettati dalle imposte, non si potrà far nulla fino alla revisione del prg. La minima parte riguarda Tarsu o altro. C’è da sottolineare che questi ricorsi sono l’uno il copia ed incolla dell’altro e che l’ente risulta quasi sempre vincitore.
    Replica: Spero che questo sia un incentivo ad accelerare

Al consigliere Grego:

  1. Le faccio i complimenti per l’elezione effettiva a Presidente del Consiglio della Comunità Montana dei Cimini, debbo però sottolineare come nello stesso giorno e orario della seduta del Consiglio della Comunità Montana, lei stesso abbia anche convocato la Commissione Comunale che presiede, per poi risultare assente in entrambe le occasioni. Le consiglio consigliere, come presidente di coordinare meglio il calendario affinchè possa adempiere al ruolo in CMC e in Comune e così che possa essere garante della partecipazione anche delle minoranza ad entrambe. Mi dispiace non aver potuto partecipare in Comunità Montana, volevo assistere alla pantomima tenutasi per queste finte elezioni dove era tutto già deciso a tavolino, ed ha anche avuto degli interessanti sviluppi di voto tra consiglieri appartenenti alla stessa area politica. R: Mi scuso ci sono stati degli spostamenti di impegni e date improvvisi, sarà mio impegno migliorare.

Nessun commento:

Posta un commento