martedì 3 aprile 2018

La Giunta Coppari non vuole rispettare la legge sui disabili

Esiste una legge nazionale che impone a tutti i Comuni italiani di predisporre un Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, comunemente chiamato PEBA.
Inizialmente tale legge riguardava esclusivamente gli edifici pubblici e negli anni è stata ampliata con integrazioni relative all’accessibilità degli spazi urbani.
Il PEBA serve inizialmente per raccogliere e catalogare tutte le barriere mediante una conoscenza del territorio e magari coinvolgendo la cittadinanza. Dopo questa fase diventa, ovviamente, più semplice stabilire le priorità degli interventi ed avere un quadro dei costi.
Successivamente si può passare a una programmazione in base alle disponibilità economiche ed eventuali fondi regionali o europei a disposizione.

Con una mozione presentata in Consiglio Comunale abbiamo chiesto alla Giunta di impegnarsi, nei prossimi anni, almeno a rispettare la legge, a differenza delle precedenti amministrazioni, e redigere il PEBA.

Pur condividendone, a parole, l’intento, l'amministrazione Coppari ha incredibilmente respinto la nostra mozione. La scusa trovata è che, non essendoci certezze economiche non è possibile prevedere interventi.

E’ evidente che la Giunta non ha compreso, o non ha voluto comprendere, la nostra mozione, e non ha tenuto conto che il piano sarebbe servito solo a programmare eventuali e futuri interventi proprio in base alle disponibilità economiche. Sarebbe stato solo un primo passo di un lungo percorso, non oneroso, ma di vitale importanza per la futura programmazione di sviluppo della città.
E non ha minimamente tenuto conto che in questo modo continua a eludere una legge dello Stato.

E’ stata persa un’occasione di dimostrare che l’amministrazione Coppari è vicina alle persone più deboli. Qualsiasi scusa è buona per respingere le nostre proposte, anche quelle di semplice buon senso.

Nessun commento:

Posta un commento