giovedì 31 dicembre 2015

Un anno di Blog - 2015

Come tradizione salutiamo il nuovo anno facendo il punto della situazione del nostro blog.
Da prossimo anno siederemo in consiglio comunale, come amministratori o come opposizione dipende solo dalla volontà dei cittadini. Sicuramente avremo molte informazioni in più da divulgare. Quest'anno i 5 articoli più letti sono stati:
Auguriamo a tutti un 2016 a 5 Stelle



#UNANNOA5STELLE UN ANNO DALLA VOSTRA PARTE!
Posted by MoVimento 5 Stelle Camera on Giovedì 31 dicembre 2015

domenica 20 dicembre 2015

Il candidato Sindaco del MoVimento 5 Stelle Vetralla

Molte persone ci chiedono chi sarà la proposta di Vetralla 5 Stelle come Sindaco o chi saranno i candidati in lista.
Iniziamo spiegando un concetto molto caro al MoVimento 5 Stelle: il "cosa" e il "come" sono più importanti del "chi".

Abbiamo già da tempo le linee guida del nostro programma. In questi mesi ci stiamo adoperando per capire come realizzarlo, come trovare i fondi o finanziamenti, studiando leggi e regolamenti. Non vogliamo presentarci con il solito libro di sogni o di promesse irrealizzabili.

Contemporaneamente stiamo attivando diversi canali di ascolto per coinvolgere i cittadini vetrallesi. Ecco un altro concetto importante per il M5S: la "partecipazione". Noi, non siamo a caccia di voti. E' riduttivo pensare di dare semplicemente il voto, delegando altri di risolvere con una bacchetta magica tutti i problemi e tra cinque anni valutare i risultati e decidere a chi assegnare la futura crocetta. Votare il M5S è un atto di responsabilità e di amore verso la propria città. Votare il M5S significa partecipare alle decisioni, essere parte attiva del cambiamento, portare il proprio contributo, anche piccolo, in base alle proprie possibilità, al proprio tempo, alle proprie competenze.
Chi sarà eletto nelle fila del M5S sarà un portavoce dei cittadini, assunto dai cittadini come un dipendente per portare avanti il bene comune.

A breve effettueremo le votazioni, utilizzando il metodo Schulze, una modalità di voto altamente democratica che permette di trovare i migliori candidati in una rosa di nomi. Con questo metodo sceglieremo sia il candidato Sindaco sia i consiglieri. Chiunque parteciperà ai nostri incontri potrà dare la propria disponibilità a candidarsi o anche solo votare i nomi preferiti. Non esistono scelte calate "dall'alto", imposizioni o persone inamovibili.

Come già anticipato, abbiamo l'intenzione di scegliere gli assessori con un metodo innovativo per Vetralla: assumere persone competenti in base all'esperienza. Architetti, commercialisti, ingegneri, sono le persone che stiamo cercando. Assessori che seguiranno la linea politica del M5S e che collaboreranno con i tecnici comunali per trovare la migliore strada per rispondere alle necessità dei cittadini e far risorgere Vetralla dalle sue macerie.

Chi volesse partecipare ai nostri incontri, candidarsi, inviare curriculum per assessorato o semplicemente segnalare problemi o proporre soluzioni le nostre porte sono aperte. Contrattateci via email vetralla5stelle@gmail.com, telefono 3662294865 o compilate il modulo sul sito www.vetralla5stelle.it alla voce "Contattaci".

Partecipa anche tu al rinnovamento.

Con l'occasione auguriamo a tutti Buone Feste.
Vetralla 5 Stelle

sabato 12 dicembre 2015

Le analisi delle casette dell'acqua

Da quando l'ASL non pubblica più sul proprio sito i risultati delle analisi dell'acqua provenienti dalle casette, ci siamo chiesti come un semplice cittadino possa ottenere informazioni. La risposta è: "Con molte difficoltà".

Per prima cosa ci siamo rivolti al Comune, chiedendo copia delle analisi. La risposta è stata, tanto per cambiare, negativa: "La competenza non è del Comune".

Effettivamente dal punto di vista legale e burocratico è così. Le analisi delle casette dell'acqua spettano al distributore: Logica srl che effettua un autocontrollo seguendo le normative HACCP, come fanno altri distributori di bevande come, ad esempio i bar.

E' pur vero che tali casette sono state installate come soluzione temporanea all'emergenza arsenico che rende non potabile l'acqua che sgorga dai nostri rubinetti, quindi, a nostro avviso, sarebbe auspicabile un occhio di riguardo da parte dell'amministrazione Aquilani. Ormai conosciamo bene il pensiero del Sindaco su questo tema ed è impossibile aspettarsi sforzi maggiori.

Ci siamo rivolti direttamente alla Logica la quale ci ha fornito copia delle analisi che sono risultate rispettose delle attuali norme. Abbiamo suggerito di affiggere copia di tali risultati direttamente sulle casette e molto probabilmente tale desiderio sarà esaudito.

Per l'ennesima volta ci siamo scontrati con la superficialità e la non trasparenza dell'attuale amministrazione Comunale su un tema che riguarda da vicino la salute dei cittadini, sarebbe bastato chiedere una copia periodica delle analisi da pubblicare sul sito del Comune e, invece, se oggi consultate la sezione "Comunicazioni emergenza arsenico" troverete informazioni datate Aprile 2014.

martedì 8 dicembre 2015

Giudizio dei vetrallesi sul proprio Comune

Ecco i risultati del sondaggio con cui abbiamo chiesto ai vetrallesi di esprimere il proprio giudizio sul proprio Comune. Le stesse domande le avevamo poste già un anno fa e, come prevedibile, il voto dei cittadini verso i propri amministratori è peggiorato (cliccare sull'immagine per i dettagli).

Nel giudicare gli elementi presenti nel Comune di Vetralla gran parte dei cittadini ha espresso un voto che va dal pessimo al mediocre. La viabilità è quella che ha ottenuto i voti peggiori (97%), mentre solo un terzo dei partecipanti al sondaggio ha espresso un voto accettabile per gli spazi verdi, le aree di parcheggio e gli edifici scolastici. L'80% ha indicato come PESSIMO lo sviluppo del turismo e giudizi altrettanto negativi per gli spazi di aggregazione, progetti per disabili, servizi sanitari, coinvolgimento dei giovani e dei servizi per bambini.

Nel dettaglio dei servizi la tendenza non cambia. Nessun voto positivo ad alcun servizio eccetto la biblioteca che raggiunge quasi il 20% di voti tra il BUONO e l'OTTIMO. Spiccano i voti negativi tra il PESSIMO e il MEDIOCRE per la gestione del servizio idrico, la raccolta rifiuti, servizi sociali, decoro urbano e rapporto tra l'amministrazione e il cittadino o la trasparenza.

Dal sondaggio emerge la voglia di ottenere molto di più. La priorità dei cittadini è di tutelare meglio il patrimonio naturale e storico della città, maggiore sviluppo economico e del centro storico, riduzione delle tasse che hanno ottenuto voti per oltre l'90% degli intervistati, insieme con una richiesta di maggiore partecipazione dei cittadini alle scelte amministrative. A seguire la raccolta rifiuti, servizio idrico e strutture di svago o aggregazione.

In sintesi il quadro che emerge è desolante. Non serviva un sondaggio per capirlo, basta guardarsi attorno per percepire il totale stato di abbandono cui la nostra città sembra assuefatta. Questo malcontento sicuramente si ripercuoterà nelle urne, dopo 20 anni di mala-amministrazione Aquilani è giunta l'ora di cambiare. Di seguito alcuni dei messaggi inviati a corredo delle risposte che spiegano ancora meglio il sentimento dei cittadini:
- È semplicemente scandaloso che a causa della non potabilità dell'acqua (fatto ancor più scandaloso che si protrae ormai da anni nell'assoluta indifferenza degli enti locali preposti) non sia previsto un servizio di consegna a domicilio dell'acqua potabile agli anziani e ai disabili che hanno difficoltà se non addirittura impossibilità a recarsi con le bottiglie vuote presso le fontanelle di distribuzione. È altrettanto scandalosa la gestione e l'arroganza che l'ente comunale ha tenuto nell'occasione della rinumerazione civica degli immobili nei confronti dei cittadini che si trovano costretti a pagare un conto simile ad una nuova I.M.U. per l'affissione di numeri addirittura doppi (basta fare una passeggiata in piazza di Cura), in barba alla norma che non lo prevede, ed in assenza delle targhe stradali. Per togliersi tutte le rogne ha altresì nominato concessionario per la riscossione la stessa società ha affisso i numeri a prezzi doppi rispetto a quelli previsti in altri comuni. Non è il caso di avviare qualche azione giuridica per capire come stanno le cose e chi ci guadagna?

- Vetralla è un paese alla deriva grazie ai nostri politicanti del Comune e anche all'ignoranza dei suoi stessi cittadini. Vediamo se per il futuro sapranno scegliere meglio. Vetrallesi persone senza amor proprio per il loro paese, altrimenti non saremmo nelle condizioni attuali.

- Aggiungo una sola cosa: questa è, da decenni, un'amministrazione immobile, non propositiva, che interviene (male) solo laddove si ravvisi l'emergenza, e che non sa spendere i soldi in modo efficace né, tantomeno, sa investirli in modo produttivo per la cittadinanza.

- C'è bisogno di aggiungere altro? Forse che chi amministra abbia almeno lavorato qualche volta e possieda un minimo di curriculum ed etica? Che gli interessi personali cessino a favore di quelli pubblici per i quali gli amministratori e dipendenti sono "pagati"? Che le concessioni demaniali boschive smettano di essere ricettacolo di abusi edilizi, amianto, luoghi di maleducazione e indecenza e inizino a rappresentare invece un luogo di attrazione anche per una passeggiata turistica? Che vigili, forestale e gli altri preposti facciano il loro lavoro smettendo di ossequiare il potere e sedersi su uno stipendio sicuro? Che si lavori su una maggiore educazione civica, sociale dei cittadini tutti in questa Vetralla splendida, potenzialmente, ma evitata e dimenticata, senza sviluppo senza futuro. In mano a feudatari attenti solo a prestigio (?!?!?!) e potere e interessi personali e in qualche caso anche ad... un minimo di mantenimento economico? Fate bene... continuate così ma... fate rumore, la gente dorme sui propri orticelli qui. E pure nel resto del paese. È ora di finirla e che chi sbaglia paghi. E questi un po' troppo hanno giocato, troppe volte in campo, una bella combriccola. Ah... dimenticavo... una bella class action per i numeri civici.

- In comune non c'è una persona preposta a raccogliere i problemi dei cittadini per poi indirizzarli presso l'ufficio corretto e avere una risposta della soluzione del problema.

- Questo comune ha enormi potenzialità ma ha bisogno di amministratori che pensino al territorio e non alle proprie tasche e con una grande apertura mentale.

- Mi sono sposata nel 1996... c'era Aquilani... siamo nel 2015... ancora c'è Aquilani... forse ognuno ha quello che si merita...

- Basta con le solite facce al comune!!! Spazio ai giovani... un sindaco donna!!!

- I valori dell'arsenico nell'acqua sono sempre altissimi a Tre Croci. La frazione di Tre Croci è "isolata". I treni ormai pochissimi fermano alla stazione. Il servizio di trasporto pubblicoè quasi inesistente. La farmacia è chiusa. Il paese si può considerare morto.

- Valorizzare Vetralla come altri piccoli comuni che vivono di solo turismo mentre qui il Sindaco ha proprio affossato storia, arte, turismo, cultura e bellezza paesaggistica.

- I dipendenti comunali hanno pochissima propensione a rendersi disponibili a migliorare i servizi verso i cittadini/utenti.

- Servizio idrico gestito direttamente dal comune, abolizione Vetralla Servizi.

- È una bella cittadina completamente allo sbando.

- Perché questo paese ha le tasse più alte di tutti e i servizi peggiori?

- TOGLIAMO L'ANTENNA DAI GIARDINETTI DI CURA DI VETRALLA!!!! Ma come si fa ad averla li? Non ci sono spazi comunali per i giovani come attività ricreative gratuite... che disastro...

- Vorrei poter bere l'aqua dal rubinetto e camminare su marciapiedi anche appena fuori del centro.

- Messa in sicurezza delle strade per i pedoni. La costruzione di marciapiedi. E il rallentamento del traffico nel tratto dall'USL al passaggio ferroviario. La costruzione di dossi per rallentare le auto lungo le strade interne tra le abitazioni.

domenica 29 novembre 2015

Ancora diserbanti sulle nostre strade

Torniamo, purtroppo, a parlare degli erbicidi usati ai bordi delle strade, nonostante sia praticamente inverno e l'erba in questo periodo non cresce. Se siete passati recentemente sull'Aurelia bis in direzione Monte Romano avrete sicuramente notato le classiche bande arancioni e l'erba secca. Quel tratto è competenza Anas, la quale a una nostra richiesta d'informazioni ci ha risposto: "Si tratta di prodotti non pesticidi, biodegradabili, solitamente a base di glyphosate, che non lasciano residui tossici dopo la loro applicazione e vengono utilizzati in percentuali e con modalità tali da non risultare pericolosi né per l’uomo né per l’ambiente".
Lo IARC (l'agenzia per la ricerca sul cancro dell'OMS) ha invece classificato il glifosato come potenzialmente cancerogeno. In questi casi non serve appellarsi alla legge che permette di usare determinati prodotti, ma un pizzico di buon senso che ne consiglierebbe il contrario.
Un anno fa abbiamo proposto all'amministrazione Aquilani di mettere al bando di tali sostanze tramite un'apposita ordinanza. Gli Assessori Bacocco e De Rinaldis risposero che era inutile e che tali prodotti non venivano usati nel territorio vetrallese in ottemperanza del PAN (Piano d’Azione Nazionale sull’uso sostenibile dei pesticidi), salvo poi essere smentiti dalle svariate segnalazioni dei cittadini.

Il tempo passa, le bugie e le incompetenze si accumulano e a rimetterci è sempre la nostra salute. Dipende solo da noi cambiare il futuro.

mercoledì 25 novembre 2015

Trasparenti come la nebbia

Come prevedibile l'amministrazione Aquilani ha approvato un regolamento che potrebbe tenere fuori i cittadini dall'istituzione.

Stiamo parlando del regolamento per le riprese audiovisive dei Consigli Comunali. E' dal 2012 che come V5S lo chiediamo e che ci viene risposto che a breve si sarebbe allestito l'impianto per le riprese.
Dopo che in tutti questi anni nulla è stato fatto, abbiamo deciso di forzare la mano presentandoci armati di telecamera e mandando su tutte le furie Sindaco e Assessori.
A seguito della promessa che in tempi rapidi sarebbe stato approvato un regolamento interno specifico, abbiamo riposto la webcam nella fondina, questo a dimostrare il nostro atteggiamento costruttivo.
A pochi mesi dalla promessa (ma in estremo ritardo con il decorso democratico ormai in atto in quasi tutta Italia), finalmente l’Amministrazione ha approvato un regolamento; peccato questo non ci veda del tutto convinti!
Il regolamento, infatti, è così restrittivo che impedisce ai semplici Cittadini la divulgazione di ciò che avviene nei Consigli e se calcoliamo che potrebbero passare mesi prima che il Comune si attrezzi per trasmettere le riprese su internet, possiamo sicuramente affermare che dopo il danno di un’attesa lunga anni, arriva anche la beffa.

L'Amministrazione, infatti, dovrebbe allestire l'impianto di video-ripresa che promette da tre anni o dare in affidamento a terzi il servizio. Nel frattempo solo giornalisti accreditati e autorizzati potranno effettuare le riprese che saranno sicuramente utilizzate per il loro articoli e non certo per divulgare in diretta i Consigli, a favore di quelle persone che vorrebbero seguirli ma che sono impossibilitati a farlo di persona.
Sembra quasi che il risultato voluto e ottenuto da questa maggioranza è di calare definitivamente il sipario sulla trasparenza o comunque di ritardarlo il più possibile.

Dal canto nostro vogliamo, come sempre, mantenere un atteggiamento che benché duro e fortemente critico sarà allo stesso tempo costruttivo!
Come V5S parteciperemo, registrandoli, a tutti i Consigli e Commissioni ogni qualvolta ci sarà possibile e facendo poi “dono” all’Amministrazione del materiale (che non possiamo pubblicare per via del regolamento), nella speranza che questa avrà almeno la cura di caricarlo sul sito Istituzionale di modo che ogni Cittadino possa vedere i propri dipendenti all’opera, se non in diretta, almeno in “differita”!

A tutti i Cittadini chiediamo di presentarsi fisicamente al prossimo appuntamento consiliare.
Venite a vedere con i vostri occhi Assessori incalliti giocatori di Candy Crush, Delegati che passeggiano o telefonano, Consiglieri che intervengono a vanvera con discorsi senza né capo né coda. Forse così alle prossime elezioni avrete le idee su chi votare, ma soprattutto su chi NON votare.

sabato 21 novembre 2015

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Abbiamo aderito e dato il nostro contributo con entusiasmo al flashmob organizzato dall'associazione Fight for Love in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
E' dal 1999 che l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito tale ricorrenza il 25 Novembre, anche se in Italia sono pochi anni che associazioni e istituzioni hanno cominciato ad aderire.
Pur consapevoli che un singolo evento non può risolvere un problema così odioso e complesso, siamo sicuri che queste iniziative siano utili per fornire informazioni e consapevolezza. Vetralla è riconosciuta per la totale apatia verso gran parte di iniziative di questo tipo, possiamo solo sperare che questo sia un segno del cambiamento in atto.

Vi aspettiamo tutti il 25 Novembre ore 16 alla Villa di Vetralla

Vetralla 5 Stelle

mercoledì 18 novembre 2015

Per prendere i fondi europei non serve andare all'estero

Proseguono i viaggi in "Europa" degli assessori vetrallesi. Ogni volta la promessa di tornare con le idee e le strategie per reperire nuovi fondi.

Alla fine il viaggio si riduce ad una scampagnata, un po' di visibilità politica ma Vetralla continua a rimanere a secco. Gli ultimi fondi europei risalgono alla precedente amministrazione con il progetto delle Isole Ecologiche Gaia, e tutti sappiamo come sono andate a finire. Se proprio devono essere sprecati così forse meglio che non li prendano.

La nostra strategia è diversa. A Imola, ad ottobre, abbiamo incontrato i parlamentari europei del M5S dove abbiamo preso contatti e idee. La settimana scorsa siamo andati a Pomezia, incontrando i collaboratori del Sindaco Fabio Fucci. Ci hanno spiegato i meccanismi e la loro strategia per ottenere fondi provinciali, regionali ed europei. E' stata anche l'occasione per affrontare diversi argomenti e spunti da una città di grandi dimensioni e problemi ma che, grazie al MoVimento 5 Stelle, sta cambiando volto. E questi sono solo gli ultimi incontri che abbiamo organizzato.

Vetralla 5 Stelle è attiva dal 2010, e in tutti questi anni abbiamo sviluppato una rete di contatti con tutti i nostri portavoce in regione ed in parlamento, con i consiglieri e i sindaci sparsi per tutta Italia. Un network che cresce di giorno in giorno, dove ci si scambiano idee, delibere, leggi, iniziative, informazioni. Questa è una delle forze del MoVimento: normali cittadini che dal basso cercano soluzioni senza ingerenze di lobby o interessi economici, valorizzando la partecipazione e la trasparenza. Uno scambio che va anche oltre il M5S, allacciando contatti con i sindaci che fanno parte dell'associazione dei Comuni Virtuosi o di paesi limitrofi.

In più abbiamo partecipato a diversi corsi sulla gestione di appalti pubblici, rifiuti zero e bilancio, seminari sull'acqua pubblica e, ultimo in ordine cronologico, siamo appena stati a Parma per un seminario organizzato dalla "Scuola di altra amministrazione" sul contratto di messa in disponibilità e partenariato pubblico.

Noi ci stiamo preparando. Non ci credete? Metteteci alla prova.

mercoledì 11 novembre 2015

Cerchiamo Assessori

La lista del MoVimento 5 Stelle di Vetralla è a alla ricerca di persone competenti per formare la prossima giunta.

Non vogliamo nominare persone destinate alla gestione della macchina amministrativa sulla base di convenienze, amicizie, scambi di favori e bacini elettorali: scelte che poi si traducono in decisioni che vanno a favore del partito, della famiglia o della lobby che le ha sponsorizzate, con gravi danni per la collettività e sempre senza tener conto dei reali problemi dei cittadini.

Nei partiti tradizionali la spartizione delle ambite poltrone degli assessori avviene DOPO le elezioni, senza che il cittadino possa decidere, sulla base dei conteggi di voti. Regalare un assessorato significa ringraziare chi ha portato più voti.

La nostra Lista intende porre fine a questa consuetudine e mettere la competenza al centro delle scelte politiche.

Noi vogliamo che i cittadini abbiano la possibilità di decidere, aiutandoci a selezionare gli assessori. Vogliamo solo persone COMPETENTI e INDIPENDENTI senza essere per forza iscritta al MoVimento 5 Stelle.

Per questo la selezione degli assessori che andranno a lavorare per la prossima giunta Comunale di Vetralla avverrà in base ai loro curricula e alle loro competenze, rendendo pubblico tale processo.

Inviate il C.V. in formato PDF a:

vetralla5stelle@gmail.com

insieme a una lettera di presentazione che deve includere:

- auto dichiarazione di non avere condanne penali o carichi pendenti (avverrà comunque una verifica in un secondo momento)

- per quale assessorato ci si propone

- il consenso alla pubblicazione della propria auto candidatura e, nel caso contrario, le motivazioni

- eventuali ruoli politici svolti in passato (anche di semplice candidatura o di organizzazione interna) per un qualsiasi movimento politico/lista civica

- eventuali iscrizioni a partiti

- l'indicazione di eventuali partecipazioni o ruoli dirigenziali nei consigli di amministrazione in società pubbliche/private che hanno interessi economici con il Comune di Vetralla o con altri Comuni.

domenica 8 novembre 2015

Guardia Forestale e cittadini insieme per salvaguardare il territorio

Per noi Vetrallesi fare l'olio è fonte di orgoglio e senso di appartenenza, possiamo vantarci che nelle nostre terre maturano olive che ci danno un prodotto di alta qualità. Per essere veramente fieri di un prodotto, dobbiamo esserlo per tutto il suo ciclo dalla fioritura alla fine della produzione.

Lo smaltimento degli scarti di lavorazione dei frantoi oleari in terreni agricoli è disciplinato dalla legge 574/96 e successive. Tali normative inquadrano le modalità di smaltimento e le quantità massime consentite per lo spargimento. Per effettuare tale intervento è necessaria presentazione al sindaco di una relazione tecnica redatta da un agronomo o perito agrario, agro-tecnico o geologo. Lo spandimento delle acque di vegetazione s'intende realizzato in modo tecnicamente corretto e compatibile con le condizioni di produzione nel caso di distribuzione uniforme del carico idraulico sull'intera superficie dei terreni in modo da evitare fenomeni di ruscellamento. La legge in ogni caso vieta lo spandimento delle acque di vegetazione e delle sanse su talune categorie di terreni.

Le acque reflue di vegetazione (ARV) sono considerate un grave pericolo ambientale, in particolar modo nei corsi idrici di scarsa portata, dove, le condizioni di vita di numerosi organismi possono essere notevolmente danneggiate. Le sostanze contenute nell'ARV impediscono la permeazione della molecola di ossigeno a tutti quegli organismi considerati aerobici, il cui metabolismo è basato sull'utilizzo di ossigeno molecolare con conseguente morte della fauna ittica e delle specie viventi, nonché notevole pericolo al delicato equilibrio dell’ecosistema marino e costiero quando tali acque reflue raggiungono il mare. La vita di questi organismi è garantita grazie al processo aerobico della respirazione cellulare, che permette l'ossidazione di substrati (per esempio gli zuccheri e gli acidi grassi) per ottenere energia.

I problemi legati allo smaltimento di reflui e residui di lavorazione degli oleifici derivano dal fatto di essere prodotti in grandi quantitativi in un intervallo limitato (ottobre-dicembre).
Quello che, purtroppo, puntualmente capita tutti gli anni è che tali scarti vengano sversati irregolarmente, addirittura nei pressi di fossi e corsi d'acqua, anche nel territorio vetrallese.
Questo comportamento non è motivo d'orgoglio ma di vergogna, avvelenare il nostro territorio che tanto ci dona, rovinare le acque fino al nostro mare già pesantemente compromesso.

I primi di novembre un attivista di Vetralla 5 Stelle ha notato sversamenti sul fosso in zona Pian della Noce, riconoscibili dal nero della morchia che colorava tutte le acque e il forte e inconfondibile odore.
Abbiamo subito avvistato la Guardia Forestale, che è venuta prontamente a fare i rilievi e, grazie anche a successive informazioni che siamo riusciti a raccogliere, ma soprattutto a degli appostamenti sono stati colti sul fatto.

Ricordiamo, a chi fa questa scelta scellerata, che la manciata di soldi risparmiati oggi, aggirando le dovute procedure, saranno ripagate dalla sua terra, la stessa che lascerà in eredità ai suoi figli. Chiediamo quindi a tutti, frantoi e operatori in primis e cittadini poi, di fare informazione e vigilanza sulla questione.
Vetralla 5 Stelle lo fa e non molla, noi vogliamo essere orgogliosi, noi vogliamo salvaguardare il nostro territorio.

venerdì 6 novembre 2015

Banchetto M5S a Tre Croci Dom 8 alle 10

Proseguono senza sosta i banchetti itineranti del M5S Vetralla. Dopo Cura,  Cinelli e la Villa ci dirigiamo a Tre Croci in Piazza Europa nei pressi della farmacia. Domenica 8 Novembre dalle 10 potrai firmare la petizione contro l'IMU agricola, portare suggerimenti, idee, segnalazioni. Vetralla 5 Stelle sta lavorando alla stesura del programma e all'organizzazione della lista che parteciperà alle prossime elezioni comunali. Abbiamo bisogno del supporto di tutti.
Se non riesci a venire ma vuoi rimanere informato sulle nostre iniziative contattaci.

venerdì 30 ottobre 2015

Cosa ne pensi di Vetralla?

Partecipa al questionario su Vetralla ed esprimi un giudizio di gradimento dei vari servizi offerti.

Il sondaggio, anonimo, è aperto sia per chi a Vetralla ci vive, ci lavora o semplicemente ci passa del tempo per piacere.

Se non visualizzi correttamente le domande CLICCA QUI



 
Crea la tua indagine per il feedback degli utenti

Può una bambina di 11 anni essere felice nel Comune di Vetralla?

Abbiamo ricevuto questa lettera con preghiera di divulgazione e la pubblichiamo con la speranza che possa essere utile a velocizzare la soluzione.

LETTERA APERTA AL SINDACO DEL COMUNE DI VETRALLA
epc. - Dott. Nisi GT del Tribunale di Viterbo
Dr Russo dei Servizi Sociali del Comune di Vetralla
Procura della Repubblica di Viterbo, dottoressa Conti
Comandante della Stazione dei Carabinieri di Vetralla
Don Luigi Parroco di Vetralla
Dirigenti dell’ASL e UOSIDA
Gruppi consiliari del Comune di Vetralla


PUÒ UNA BAMBINA DI 11 ANNI ESSERE FELICE NEL COMUNE DI VETRALLA?
La pratica per adozione giace nei cassetti dei servizi sociali dall’11 marzo senza essere ancora trattata. Già ne ho sollecitato un paio di volte la lavorazione, prima dell’estate. Poi le vacanze. Ora che si riprende la scuola e le altre attività, il problema si fa pressante.
Mia figlia Giulia ed io (affettivamente, siamo già padre e figlia), abbiamo bisogno di formalizzare nella legalità quello che il Buon Dio ha voluto riservarci. All’età di 64 anni sono felicissimo del desiderio di Giulia di essere mia figlia e prendere anche il mio nome. 
Giulia è una ragazza piena di vitalità e ancora bambina nell’animo, io e la madre facciamo di tutto per canalizzare le sue energie nelle cose buone. Ora frequenta la prima media a Cura, ha scelto violoncello come strumento. Frequenta da un anno il gruppo Boy Scout della Parrocchia LA SACRA FAMIGLIA di Viterbo. Alla Fattoria di Filippo – Quercia (VT) è seguita dalla dr. Chiara De Santis nell’equitazione per il secondo anno. A Vetralla presso la palestra del Liceo segue un gruppo di atletica leggera. L’anno scorso per un po’ di tempo ha frequentato il doposcuola Comunale di Vetralla.
Giulia viene dall’Ucraina, dove è nata. Ha perso il padre in tenerissima età e da subito ne ha sentita la mancanza, suo padre era un uomo affettuoso. È vissuta, negli ultimi anni, con la nonna in Nova Kakhovka (la madre lavorava in Italia), una cittadina della provincia di Herson, vicino alla Crimea. È stata appena sfiorata dalla guerra.
Giulia mi chiede frequentemente perché non ha ancora il mio stesso nome. Negli impegni genitoriali io non posso presentarmi come suo padre. Lei questa mancanza la vive come un’assenza da parte mia. L’altro giorno al bidello della scuola mi sono presentato come padre affettivo, certo il bidello si è insospettito e non mi ha consegnato Giulia. Vede Signor Sindaco quante difficoltà dobbiamo affrontare? 
Perché? 
I tempi di attesa legali e umani sono abbondantemente scaduti. 
Perché mia figlia non può essere felice nella nostra città di Vetralla? 
Al momento non mi risultano indagini da parte dei Servizi presso la scuola; la struttura della dr De Santis; presso i Boy Scout; presso il medico di famiglia; Don Luigi Parroco di Vetralla e neanche presso i carabinieri. Né Giulia è stata invitata dai Servizi, né i Servizi sono venuti a vedere Giulia nella nostra casa. Di me i Servizi conoscono vita, morte e miracoli. Anche il pensiero dei tecnici è noto, perché l’hanno espresso in numerose relazioni riguardanti il caso di mia figlia Francesca. 
E allora perché tanto ritardo? A questa domanda ho cercato di darmi delle risposte: 
- 1) i Servizi hanno tanto da fare che non riescono a scrivere una relazione sia pure su elementi più che noti. È una motivazione un po’ fiacca. 
- 2) i Servizi osservando una serie interventi mediatici sul caso di mia figlia Francesca, temono di esprimere un parere che potrebbe (una volta che il caso di Francesca sia risolto) essere contraddittorio con la soluzione, appunto, del caso di Francesca? A questa ipotesi di domanda, mi rispondo opponendo una questione deontologica. Il giudice del Tribunale di Roma ha chiesto al Sindaco, i Servizi Sociali, di esprimere il loro parere sulla persona di Mariano Mastrolonardo. Può il Sindaco temere di non essere in linea su un futuro giudizio del GT di Viterbo? Che, invero, non sta stabilendo se io sono un buon padre, infatti, opera su mia domanda per potere esercitare la mia genitorialità, per mia figlia Francesca. Questo giudizio in corso può impedire o ritardare la relazione dei Servizi per il Tribunale dei Minori? 
- 3) l’altro giorno ho visto che una delle relatrici di una recente relazione per GT di Viterbo, inviata dall’UOSIDA, per il caso di mia figlia Francesca, collabora anche con i Servizi Sociali di Vetralla. Mi chiedo quale sia il grado di collaborazione o di lavoro di questa relatrice con i Servizi di Vetralla e quale possa essere il suo grado d’influenza, che anche involontariamente, ma inevitabilmente, esercita sui Servizi in questa pratica di adozione? 
Questi servizi UOSIDA sono contro i genitori di Francesca, perché questi ultimi non avallano i metodi violenti utilizzati per il ricovero coatto della figlia Francesca in cui la stessa relatrice è coinvolta. Noi genitori (sono sicuro di interpretare alla lettera anche il pensiero della madre) siamo contrari a questi metodi che oltre essere di brutale violenza riteniamo che siano anche illegali. Io in particolare denuncio anche una Sindrome di Stoccolma che mia figlia Francesca (data la sua condizione) subisce nella casa famiglia IL GINEPRO in Narni, provincia di Terni in regione Umbra.
Per i suddetti motivi mi sono posto la domanda sull’inevitabile influenza che la dr Salvatori esercita sulla mia pratica di adozione.
Alle strutture e persone in indirizzo, chiedo se i dubbi di questo genitore sono legittimi e se meritano delle risposte? 
Allora Signor Sindaco vuole aiutarmi a dare felicità a una bambina che lo merita anche solo perché esiste? 
Se la sua risposta è SI, la prego di fare rapidamente il Suo ufficio come richiesto dal Tribunale dei Minori. Lei ha uno scaffale pieno di rapporti e relazioni che mi riguardano nella veste di genitore. I suoi tecnici hanno un’idea già abbondantemente espressa nelle loro relazioni, devono solo comunicarla al giudice richiedente e mi auguro che non si lascino condizionare, sia pure involontariamente, da parte di nessuno, specialmente da parte dell’UOSIDA che per mia figlia Francesca si è rivelata una struttura di elevata violenza. Di tanta violenza solo le relatrici delle relazioni riescono a vederne i benefici, anche la Procura si è espressa in modo molto critico su tutta l’operazione e sulla sua utilità. 
Voglio, Signor Sindaco, affermare che io, Giulia, mia moglie e madre di Giulia, la nonna e anche il cane Miki, che consideriamo membro della famiglia, siamo a Sua disposizione per tutto ciò che serve per definire la relazione in questione. 
Vetralla, 2 Ottobre 2015 Mariano Mastrolonardo

giovedì 15 ottobre 2015

Toponomastica alla Vetrallese

Se fosse una barzelletta, sarebbe divertente. In questi mesi sui giornali e sul web sono state raccontate numerose storie riguardanti la toponomastica del Comune di Vetralla. Vie che si trasformano in piazze, cambi di denominazione senza senso, nomi lunghissimi al limite della ridicolaggine, nessuna concertazione con chi, in quelle vie, ci abita da sempre.
18 Anni fa per esempio, a Mazzocchio, quando già l'allora Sindaco, lo stesso di oggi, promise la nuova numerazione, i residenti del luogo, dopo un attento e approfondito studio, avevano fornito i nomi da assegnare alle vie. Lavoro inutile, giacché l'amministrazione decise di fare di testa sua, salvo poi tornare indietro sui suoi passi e cambiare nuovamente tutto.
Che dire poi dei corrieri, addetti di varie aziende o turisti si guardano intorno con aria perplessa poiché non esiste nessuna attinenza tra i loro navigatori e i cartelli.

Adesso però il tempo delle risate è finito. L'ilarità si scontra con il conto che ogni cittadino dovrà pagare, e c'è già chi promette "io non tiro fuori un euro".
Difficile farsi pagare un servizio gestito così male. Impossibile farsi pagare quando il lavoro ancora non è completato.
In altri Comuni d'Italia i costi sono stati inglobati nelle tasse comunali. In altri Comuni l'aggiornamento dei documenti e dei dispositivi di navigazione è stato eseguito in tempi ragionevoli. In Sicilia, ad esempio, dopo due giorni dall'inaugurazione della strada costruita dai soldi risparmiati dal MoVimento 5 Stelle, era già segnalata su Google Maps.
Ormai siamo abituati. A Vetralla è tutto diverso. Sempre più complesso, più caotico, più costoso. E continuerà a essere così se non decideremo di "cambiare".

mercoledì 14 ottobre 2015

Lettera Aperta ai Cittadini di Vetralla

Lettera Aperta ai Cittadini

Abbiamo deciso di scrivere questa lettera aperta per 3 ragioni fondamentali:
PRESENTARCI, FARE CHIAREZZA e DEMISTIFICARE le false informazioni.
PRESENTARCI
Oggi nella vita di ogni giorno ci troviamo di fronte a molti problemi ma forse il principale è proprio quello di essere davanti ad un film già visto: bufere di corruzione, intrighi senza fine e tutto questo ci fa dimenticare da dove siamo partiti ma soprattutto non ricordiamo più dove siamo diretti, qual è l’uscita.
I Vetrallesi sono sfiduciati e tentano di ascoltare il meno possibile, di prendere fiato e di stare alla maggiore distanza possibile dalla politica, dalla cosa pubblica.
Vetralla 5 Stelle è nata dal desiderio di avere  e diffondere informazioni pulite, chiare, semplici e trasparenti.
Noi siamo voi, non siamo altro che cittadini delusi che però hanno deciso di non arrendersi, di trovare una strada nuova.
Noi non vogliamo farci distruggere, vogliamo sostenere la rivoluzione già in atto nel Paese, una rivoluzione che parte dal basso, da noi, da voi, da persone che conoscono la vita reale.
E vogliamo che questo cambiamento faccia rinascere anche Vetralla.
E’ semplice? No. E’ possibile? Si.
Dobbiamo farlo, tutti insieme. Vetralla 5 Stelle vuole essere la vostra voce, la vostra cassa di risonanza all’interno delle istituzioni, del Comune di Vetralla, e voi dovete essere gli oratori di fronte al microfono. Potete e dovete parlare, partecipare e comunicare con le istituzioni, il canale lo stiamo creando noi, in realtà ormai è già attivo!
Una delle nostre principali proposte è proprio quella di trasformare il Comune:
a) in un’istituzione semplice e disponibile alle proposte (OPEN SOURCE);
b) in un luogo dove i cittadini possano chiedere e trovare risposte rapide e dedicate alle loro domande (EFFICIENZA);
c) in una realtà dove possiate verificarne l’andamento (TRASPARENZA);
d) in uno spazio in cui vogliamo che possiate prendere in mano parte del bilancio, che non sono altro che soldi VOSTRI, e decidere come investirli per la comunità (BILANCIO PARTECIPATO).
FARE CHIAREZZA
I modelli che ci hanno proposto fino ad ora, declamati a gran voce come i migliori e gli unici, non sono modelli strutturati per la popolazione, sono meccanismi condotti da vecchi macchinisti che hanno costruito un muro protettivo tra i loro amici (all’interno dell’apparato comunale) e i cittadini, in modo tale che noi non possiamo vedere ciò che loro continuano a fare per se stessi.
Esistono ALTRI MODELLI!
Esiste un altro modo di fare politica, esistono le vostre idee che saranno realizzate al momento giusto nel nostro Programma!
Esistono già modelli di altre realtà comunali simili alla nostra (in numero di cittadini ed estensione di territorio) che però stanno facendo crescere la comunità locale nonostante la crisi.
Le SOLUZIONI ci sono, adesso manca la volontà di renderle reali.
DEMISTIFICARE
Una delle prime accuse che il M5S si sente fare dai politici di professione ma anche da molti cittadini è quella di non avere l’esperienza adeguata per poter amministrare:
·         un Comune, una Regione, lo Stato o a rappresentare il popolo in Europa. FALSO!
In ognuno di questi ambiti il M5S ha sciorinato leggi, che gli altri sedicenti esperti non solo non conoscevano ma non avevano mai rispettato!
Oggi ci guardano tutti con un altro occhio ed hanno smesso di prendere sotto gamba le nostre iniziative.
Le leggi a tutela della persona ci sono, in Italia ci sono!
Solo che loro svicolano, rimandano, ammiccano e passano oltre.
Abbiamo deciso di dire BASTA a questo modello di dirigenza,
vogliamo una Vetralla libera da clientelismi, nepotismi, favoritismi.
Loro hanno un’unica esperienza,
quella di saper camuffare, raggirare, minacciare e maledire.
Noi abbiamo l’esperienza di una vita vera, come quella vostra.
Siamo insegnanti, imprenditori,  artigiani,  commercianti, casalinghe e pensionati.
Siamo l’amico, il vicino di casa, il compagno di scuola, il negoziante sotto casa, siamo quelli con cui parlate di come rendere più accogliente questo posto, di come sia giusto riaprire la Palestra, pubblicizzare il carnevale e gli altri eventi, ripulire gli spazi verdi e valorizzare i siti archeologici, la Via Francigena e il Centro Storico.
In questi giorni stiamo scrivendo il programma che presenteremo alle prossime elezioni e, a breve, pubblicheremo un bando rivolto ai professionisti, tecnici ed esperti disponibili a svolgere la funzione di Assessore in Giunta Comunale, a seguito della vittoria di V5S alle prossime elezioni Comunali scegliendolo in base al curriculum, a prescindere dall’appartenenza o meno al M5S.
Non siamo a caccia di poltrone. Non siamo alla ricerca di voti. Abbiamo un sogno, un sogno collettivo e per renderlo realtà abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti.
Se vuoi unirti a noi in questa avventura contattaci:
www.vetralla5stelle.it - vetralla5stelle@gmail.com - 366/2294865

domenica 11 ottobre 2015

Solo 18 anni per la realizzazione di una rotatoria

Correva l'anno 1997 e l'Associazione XXIII Maggio protocollava un elenco di richieste di problemi da risolvere nella frazione Mazzocchio.
La lettera, di novembre, seguiva un incontro di febbraio avuto tra l'allora Sindaco, un giovane e aitante Sandrino Aquilani, e i rappresentanti dell'associazione.
Al punto 11 della lettera c'era la richiesta, per motivi di sicurezza, di una rotatoria all'incrocio di fronte al capannone di Orsolini.  Il Sindaco Aquilani s'impegnò per la realizzazione dell'opera. Oggi, ottobre 2015, possiamo dire che il Sindaco ha mantenuto la promessa. Ci sono voluti appena 18 anni di preparazione, e 2 giorni di lavoro su strada. Diciotto anni in cui Aquilani, tranne una brevissima pausa, è stato sempre il nostro "Primo Cittadino".
La stessa lettera contiene altre promesse come, ad esempio, la realizzazione dell'illuminazione pubblica i cui lavori dovevano iniziare a Ottobre di quell'anno. I residenti di Mazzocchio si chiedono quanto ancora dovranno aspettare.

Cari cittadini se Aquilani dovesse ancora chiedervi il voto per le elezioni di Maggio, voi promettete che lo farete, ma ditegli che dovrà attendere una ventina d'anni...

Ecco come era ridotto l'incrocio in questi ultimi anni...


giovedì 1 ottobre 2015

A Settembre 2015 riapriremo la cucina della scuola a Vetralla, ma chi ci ha creduto?

Sono due settimane che è iniziato l'anno scolastico e come sempre le informazioni sul servizio mensa della scuola dell'infanzia non sono divulgate e, a circolare, sono solo le "voci di corridoio".
Nonostante l'Ass. Zelli, in un incontro pubblico organizzato da alcuni genitori sul tema della sicurezza alimentare lo scorso 28 Maggio, avesse promesso che da Settembre 2015 il Comune avrebbe riaperto i locali cucina presso la scuola primaria di Vetralla, nulla è stato fatto. La cucina versa nelle stesse condizioni di due anni fa, il bando che in questi anni ha disciplinato la questione è scaduto.

Siamo, purtroppo, abituati, ma non assuefatti, alle false promesse degli assessori della giunta Aquilani, anche se sembra incredibile fare queste figuracce a pochi mesi dalle elezioni. Quello che maggiormente ci interessa è la salute dei nostri bambini.
Troviamo inaccettabile, e ai limiti della legalità, che i pasti debbano venire da Civita Castellana, com'è avvenuto lo scorso anno, percorrendo tutti quei Km a discapito della qualità e della sicurezza alimentare. E' quantomeno irritante che a causa d'incompetenza e disorganizzazione non si riescano a mettere a norma i locali cucina esistenti.
Per una volta ci piacerebbe essere smentiti, che le informazioni ricevute siano false e che domani i nostri bambini mangeranno i pasti preparati in loco, con prodotti a Km0, magari bio, eliminando le stoviglie di plastica.
Per vedere realizzato questo sogno, dovremo aspettare le prossime elezioni quando i cittadini vetrallesi decideranno di mandare a casa gli attuali amministratori.
Vetralla 5 Stelle è pronta per dare il cambio.

mercoledì 30 settembre 2015

Che fine farà la raccolta dell'olio vegetale esausto a Vetralla?

Più volte ci siamo occupati della gestione della raccolta degli olii vegetali esausti. Non c'è bisogno di ricordare quanto sia importante differenziare questo rifiuto, quanto sia utile recuperarlo e quanto sia dannoso per l'ambiente e per le nostre tasche lo sversamento negli scarichi fognari.
Se volete approfondire, vi segnaliamo questo nostro articolo: http://www.vetralla5stelle.it/2013/08/raccolta-e-riciclo-olio-vegetale.html

Nella Tuscia l'amministrazione provinciale ha distribuito fusti stradali e contenitori casalinghi utili alla raccolta e riciclo. Nel nostro Comune la raccolta è partita ufficialmente, un po' in sordina, a Marzo del 2014 infatti, solo alcuni cittadini si sono recati presso gli uffici comunali per ritirare il contenitore casalingo. Il contenitore era dotato del famoso tappo provvisto di chip che, attraverso un sofisticato software, avrebbe dovuto generare statistiche sulla virtuosità delle singole famiglie. Software così futuristico che non ha mai visto la luce.

Di fatto il progetto provinciale, costato oltre 1 milione di euro, non è mai decollato del tutto. A Vetralla, ad esempio, lo svuotamento dei fusti è sempre avvenuto solo quando l'olio tracimava dall'orlo, e in pochi hanno visto il famoso pulmino che avrebbe dovuto scorrazzare con il biodiesel prodotto dall'olio recuperato.

Il 31 Luglio scorso è oltretutto scaduto il bando provinciale per lo svuotamento dei fusti stradali. Molti comuni si sono già organizzati per gestire in proprio tale incombenza. A questo punto la domanda sorge spontanea: a Vetralla i nostri "sedicenti amministratori" come avranno deciso di affrontare la questione?

Siamo tutti d'accordo che la gestione provinciale è stata a dir poco FALLIMENTARE, ma ormai i fusti ci sono, molte famiglie li usano e vista l'importanza di tale recupero non possiamo permetterci che anche questi fusti facciano la fine di Gaia.

lunedì 28 settembre 2015

Risolta la fuoriuscita d'acqua al Cinelli

La scorsa estate i residenti del Cinelli ci hanno segnalatoun problema: in poche parole nella zona era presente un tubo che proveniva dal dearsenificatore e da cui usciva acqua in grande quantità.
I cittadini, preoccupati e irritati avevano chiesto al Comune di risolvere il problema, ricevendo come risposta la solita "non è nostra competenza". Abbiamo preso in carico noi la questione contattando la Regione Lazio e l'Azienda installatrice dell'impianto. Risultato? L'acqua non esce più. I residenti ringraziano.
La ditta che ha eseguito i lavori ci ha spiegato che, per il momento, il tubo dal quale usciva l'acqua non può essere rimosso in attesa che la direzione lavori regionale trovi una soluzione definitiva.

Il 31 Dicembre l'azienda installatrice, e produttrice dell'impianto, terminerà l'appalto di gestione. Regione e Comuni dovranno quindi affrettarsi a trovare una soluzione definitiva ed efficiente sulla manutenzione di tali impianti. La salute dei cittadini è, o dovrebbe essere, al centro delle priorità. Noi continueremo, come sempre abbiamo fatto, a seguire la storia.

mercoledì 16 settembre 2015

I patti si rispettano, e la nostra pazienza ha un limite

Ricordiamo ai membri della Giunta che a inizio estate avevamo stipulato un patto secondo il quale noi avremmo sospeso l'azione di riprendere i Consigli e le Commissioni in cambio della loro parola di approvare un regolamento in materia di videoriprese al primo Consiglio comunale.

Di Consigli nel frattempo ne sono già stati fatti due, ma abbiamo compreso le celeri e apprezzate motivazioni del delegato Vittori che spiegava che essendo urgenti con materia esclusiva di approvazione di bilancio non potevano essere conteggiati come ordinari.

Senza bisogno che ci sia comunicato da nessuno, capiamo che anche il prossimo Consiglio del 18, essendo urgente, non potrà essere conteggiato.

Accettiamo già le motivazioni.

Tuttavia ci urge sollecitare la Giunta affinché il prossimo Consiglio ordinario approvi tale regolamento.

I patti si rispettano e siamo sicuri che quello dell'approvazione di un regolamento per le videoriprese sarà rispettato.

Così come noi di Vetralla 5 Stelle abbiamo rispettato il patto non eseguendo riprese audiovisive.

Ricordiamo, infine, che il servizio che volevamo offrire gratuitamente al Comune nel limite delle nostre possibilità e fino a che la Giunta non abbia installato telecamere o affidato un incarico a un gestore, affinché le Commissioni e i Consigli pubblici siano ripresi e caricati in rete, di modo da dare la possibilità a chi non può venire fisicamente in Comune di seguire i lavori dell'Amministrazione, è sempre valido.

Pensateci, sarebbe il primo atto del M5S di Vetralla per far risparmiare soldi ai Cittadini, in attesa di tanti non appena nel 2016 diventeremo Amministrazione.

venerdì 4 settembre 2015

Sabato 5 Settembre 16.30 Villa di Vetralla

Proseguono i banchetti itineranti del M5S Vetralla. Dopo Cura e il Cinelli domani Sabato 5 Settembre dalle 16.30 alla Villa di Vetralla potrai firmare la petizione contro l'IMU agricola, portare suggerimenti, idee, segnalazioni. Vetralla 5 Stelle sta lavorando alla stesura del programma e all'organizzazione della lista che parteciperà alle prossime elezioni comunali. Abbiamo bisogno del supporto di tutti.
Se non riesci a venire ma vuoi rimanere informato sulle nostre iniziative contattaci.

venerdì 21 agosto 2015

Vetralla vorrebbe aderire al Patto dei Sindaci

Il Comune di Vetralla sta prendendo in considerazione l'adesione al Patto dei Sindaci e ne discuterà in uno dei prossimi Consigli Comunali.

Dopo l’adozione del Pacchetto europeo su clima ed energia nel 2008, la Commissione europea ha lanciato il "Patto dei Sindaci" per avallare e sostenere gli sforzi compiuti dagli enti locali nell'attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile. I governi locali, infatti, svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane.

In parole semplici chi aderisce a questa iniziativa si impegna a ridurre del 20% le emissioni di CO2 entro il 2020.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario organizzare una struttura amministrativa che stili un inventario di base delle emissioni, sviluppi un piano di azione (PAES) per la loro riduzione (sono 2625 i piani italiani presentati finora), e monitori il raggiungimento dell'obiettivo. Tutto ciò il Sindaco Aquilani lo vorrebbe attuare in meno di cinque anni e a nove mesi dalle elezioni?

Ovviamente concordiamo sul fatto che la riduzione delle emissioni di CO2 e il risparmio energetico siano obiettivi di primaria importanza soprattutto per chi ha ben compreso le problematiche legate ai cambiamenti climatici e al picco del petrolio. Ben vengano tali azioni anche più ambiziose e a lungo termine. Auguriamo quindi all'attuale amministrazione di raggiungere tali obiettivi il prima possibile.

Nel programma della della lista Aquilani presentato alle elezioni del 2011 era riportato:
"La Lista PER VETRALLA Sandrino Aquilani Sindaco ritiene fondamentale la trasformazione della rete di illuminazione pubblica con l’adozione dei principi ispirati al risparmio energetico.
In tale prospettiva verranno apportate modifiche e ristrutturazioni con l’ installazione e l’attivazione di attenuatori, ottimizzatori per le accensioni, ricorso all'energia solare.
[...]
Incentivazioni per l’edilizia ecosostenibile e per il risparmio energetico, con particolare riguardo alla bioedilizia, e la promozione dell'impiego di fonti energetiche rinnovabili (Fer), come biomasse, solare termico e fotovoltaico."

In questi quattro anni nulla di quanto promesso allora è stato fatto,  ci sorge il "dubbio" che questa proposta di adesione possa essere l'ennesimo spot elettorale. Voi che ne pensate?

domenica 16 agosto 2015

La Via Francigena come una selva oscura

Le ultime notizie raccontano che il nostro Sindaco vuole rimettere in piedi la Selva d'Oro e, visto che va di moda, farlo diventare un talent show. Siamo sicuri che questa "novità", vecchia di otto anni, farà contento qualche giovanotto che può sperare di vedere l'esibizione di qualche beneamato cantante. Ne farà sognare qualcun altro nella speranza che possa essere il trampolino di lancio per approdare in qualche talent vero in TV.
Guardiamo indietro, a quelle otto edizioni passate. Quali ricadute economiche e sociali ha portato questo evento nel passato? Questa idea sembra essere solo uno spot per le future elezioni, e pure mal riuscito.
Eppure di opportunità questo paese ne avrebbe. Proprio in questi giorni un gruppo di cittadini si è incamminata nella Via Francigena tentando di ripulirne almeno una parte, poiché lo stato attuale fa venire in mente una "selva oscura". E di luoghi importanti abbandonati Vetralla ne è piena, basta pensare al Foro Cassio.

In numerosi paesi, molto meno fortunati di noi dal punto di vista delle risorse culturali ed enogastronomiche, hanno puntato sull'ecoturismo, mentre in Italia, spesso anche a causa di sindaci miopi, non si riesce a sfruttarne le potenzialità. In Spagna, per esempio, lo scorso anno sono stati registrati a Santiago di Compostela ben 215.000 pellegrini, qui in Italia appena 25mila. L'indotto è passato da 55 milioni di euro stimati 10 anni fa a oltre 220 oggi. Strutture ricettive, prodotti tipici, artigianato locale sono solo alcune delle aree commerciali che hanno tratto beneficio da questo particolare turismo. Per arrivare ai numeri spagnoli serve credere in questo progetto, serve coordinazione tra i comuni lungo la Via, coinvolgendo le Istituzioni Regionali e Statali. Ovviamente sono necessari anche i soldi, e qui si scopre un altro punto debole delle nostre amministrazioni: l'ottenimento dei fondi europei che tanto investe sulla Via Francigena.

A noi forse va bene così, passare una serata ad ascoltare canzonette e gli altri 364 giorni chiusi in casa a pensare come pagare le tasse comunali... o forse no?

sabato 8 agosto 2015

Ancora una volta i cittadini si sostituiscono agli amministratori

Circa quattro mesi fa alcuni cittadini ci avevano segnalato che le schede per prelevare l'acqua dearsenificiata dalle fontanelle erano introvabili. La questione era stata denunciata diverse volte anche all'amministrazione comunale, la quale rispose semplicemente che non era sua competenza. Venuti a conoscenza del problema, noi di Vetralla 5 Stelle, con una semplice telefonata al gestore delle casette dell'acqua, riuscimmo a risolvere il tutto in appena due giorni.

Oggi la situazione si ripete in maniera similare.
I residenti della zona Cinelli lamentano la presenza di un tubo proveniente dall'impianto di dearsenificazione dal quale sgorga acqua in continuazione creando cattivi odori e facendo proliferare le zanzare. Tale fuoriuscita sfocia a ridosso di un pozzo di un’abitazione privata. Preoccupati del fatto che tale acqua potesse essere "non pulita" hanno avvisato il Comune.
I residenti raccontano che, dopo loro varie sollecitazioni, in prossimità della fuoriuscita è transitata l'auto dei vigili urbani i quali “hanno dato un'occhiata senza nemmeno scendere” dopodiché, da parte dell’Amministrazione, è iniziato il solito scarica barile verso la Regione, la Talete ecc.

Venuti a conoscenza di questa circostanza, abbiamo scattato delle foto e inviato la segnalazione alla Regione e all'azienda costruttrice dell'impianto. Abbiamo chiesto lumi sulla legittimità dell'istallazione di un tubo in una strada consorziale e informazioni sulla natura della fuoriuscita d’acqua.
Dopo neanche un giorno l'Ecosystems S.r.l. (ditta che ha vinto l'appalto dei dearsenificatori) ci contatta al nostro numero di telefono, rassicurandoci sulla natura non contaminante dell'acqua e ammettendo la possibilità che tale tubo in quella cunetta non poteva essere installato. Nella telefonata avvenuta in totale cordialità, l'Ecosystems ha assicurato che a Settembre sistemerà la situazione anche per evitare questo inutile spreco di acqua.
Dal canto nostro promettiamo ai residenti del Cinelli che, a differenza di come ha fatto l'attuale amministrazione, non li abbandoneremo e continueremo a seguire la questione fino alla sua (speriamo lieta) conclusione.
Una storia semplice, l’ennesima nella quale normali cittadini uniti in un’idea chiamata “5 Stelle” devono sostituirsi all’Amministrazione, in quei compiti che a essa spetterebbero.
In attesa, se Vetralla lo vorrà, di diventare noi stessi Amministrazione.

Ecco il video della fuoriuscita d'acqua: