lunedì 21 novembre 2011

WE DU Vetralla

Decoro Urbano - We DU!"Gratuità, partecipazione, trasparenza. Questi sono i temi chiave che mi hanno spinto a chiedere l'adesione del Comune di Vetralla al progetto DecoroUrbano"

A parlare così è Brendan Chierchiè, rappresentante del MoVimento 5 Stelle di Vetralla a proposito della piattaforma gratuita, sia per cittadini che per la pubblica amministrazione, per la gestione delle segnalazioni di problematiche riguardanti il decoro urbano.

"DU è un progetto web, finanziato da una fondazione dove sono presenti nomi come Google e Cisco, volto ad aiutare le P.A. a raggiungere gli obiettivi posti dalla filosofia di open governement: un nuovo concetto di Governance a livello centrale e locale, basato su modelli, strumenti e tecnologie che consentono alle amministrazioni di essere “aperte” e “trasparenti” nei confronti dei cittadini.

Il suo funzionamento - prosegue Chierchiè - è molto semplice: un cittadino che nota, ad esempio, un rifiuto ingombrante in piena campagna, un palo della segnaletica divelto o un muro imbrattato, effettua la segnalazione attraverso il suo telefonino o computer; il comune prende in carico il problema e segnala l'avvenuta soluzione. Gli amministratori di sistema provvedono a moderare le segnalazioni eliminando quelle false o non inerenti alle problematiche di decoro.

L'amministrazione locale può, in questo modo, essere informata sulla situazione del proprio territorio che, per un comune così vasto e frazionato come Vetralla, non è certo semplice. In più può dimostrare la sua operosità.
Il cittadino, d'altro canto, può sentirsi partecipe alla salvaguardia del proprio paese, collaborare con i diretti responsabili ed essere avvisato quando il problema da lui segnalato viene risolto.
La piattaforma prevede l'uso di nuove tecnologie come le applicazioni per gli smartphone iPhone ed Android e l'integrazione con i social network come Facebook, in questo modo l'amministrazione si può avvicinare quella fascia di cittadini, di età giovane, che spesso si sente esclusa.

Nonostante il progetto sia partito da pochi mesi, si sono già registrati quasi 500 mila cittadini che potranno inviare segnalazioni su una ventina di città. Vetralla potrebbe essere il primo comune della Tuscia ad aderire, ma siamo già a conoscenza dell'interesse da parte di altre amministrazioni.

Ringrazio - conclude Chierchiè - Giulio Ferrara, consigliere della lista Vetralla Bene Comune il quale si è adoperato per la presentazione della mozione, firmata anche dai capigruppo Gidari e Coppari rispettivamente di Progetto VetrallaPassione Civile. A questo punto la decisione spetta al Sindaco Aquilani ed alla sua giunta che, ne sono sicuro, riusciranno a cogliere le opportunità di questa iniziativa, visto anche le recenti dichiarazioni rilasciate sui giornali riguardante l'utilità dei suggerimenti dei cittadini."

La mozione verrà discussa e votata al prossimo consiglio comunale a Vetralla che si terrà a fine Novembre.

Per approfondire l'argomento:
Sito ufficiale del progetto: http://www.DecoroUrbano.org
Testo della mozione: http://vetralla5stelle.blogspot.com/2011/11/mozione-per-luso-di-decorourbanoorg-nel.html
L'appello di V5S: http://vetralla5stelle.blogspot.com/2011/11/decoro-urbano-vetralla.html

E' attivo il servizio di newsletter

Da oggi puoi ricevere direttamente nella tua email tutte le novità di Vetralla a 5 Stelle.
Potrai scegliere le informazioni che più ti interessano: news, comunicati stampa, gli articoli pubblicati sul blog o eventi e manifestazioni a cui partecipiamo o vogliamo diffondere.
Cosa aspetti, iscriviti subito: clicca qui.

giovedì 10 novembre 2011

Mozione per l'uso di DecoroUrbano.org nel comune di Vetralla

Decoro Urbano - We DU!Il nostro appello è stato ascoltato. Stiamo parlando della richiesta dell'uso del sistema gratuito di gestione informatizzato delle segnalazioni per problemi di decoro urbano di cui abbiamo ampiamente parlato in un precedente articolo.

Il primo a rispondere in maniera entusiasta è stato il gruppo politico SEL Vetralla, al quale abbiamo proposto il testo della mozione. Subito dopo si sono uniti anche Passione Civile Vetralla e PD Vetralla. Tutti si sono impegnati a presentare la mozione e diffondere attivamente il progetto.

Per vie ufficiose siamo a conoscenza anche dell'interessamento del Sindaco Sandrino Aquilani e di alcuni consiglieri di maggioranza, questo ci fa ben sperare sull'approvazione della mozione. Del resto lo stesso Sindaco ringraziava qualche giorno fa, pubblicamente su un quotidiano, le segnalazioni che effettuano i cittadini dicendo:
"Se i cittadini, con qualsiasi forma, mi fanno delle segnalazioni - precisa Aquilani - sono più che contento. Possono essere appelli virtuali oppure richieste ricevuto per la strada, si può parlare di grandi lavori o della siepe da tagliare, tutto è ben accetto, perché l’occhio non può arrivare dappertutto...".
Grazie al progetto DecoroUrbano.org potremo segnalare facilmente i problemi che degradano la nostra città ed essere al corrente sulle soluzioni adottate dal'amministrazione comunale, il tutto in un clima di partecipazione e trasparenza.

Di seguito il testo della mozione:
Al Presidente del Consiglio Comunale di Vetralla
MOZIONE
Oggetto: Adesione al progetto “Decoro Urbano”
Il Consiglio Comunale di Vetralla
 
PREMESSO CHE:
• ogni giorno pervengono agli uffici comunali segnalazioni riguardanti strade dissestate, lampioni non funzionanti, abbandono di immondizia sul territorio e altre forme di degrado urbano;
 
CONSIDERATO CHE:
• le suddette segnalazioni vengono gestite in modo non informatizzato e quindi con un onere di lavoro manuale non indifferente da parte di chi le riceve e le smista agli uffici di competenza;
• svolta un’indagine finalizzata a reperire un software che consenta la gestione informatizzata delle segnalazioni con la tracciatura dello stato di attuazione dei lavori;
• alcuni siti consentono, previa iscrizione gratuita, al cittadino di inviare segnalazioni on-line al Comune che le riceve e, tramite un applicativo, le gestisce;
• il sito www.decorourbano.org , la cui adesione è gratuita sia per il cittadino che per il Comune, è uno strumento efficace allo scopo;
• al fine di favorire la partecipazione dei cittadini, risulta utile incrementare l’utilizzo delle nuove tecnologie quale metodo di comunicazione con i cittadini stessi;
 
IMPEGNA
Il Sindaco e La Giunta a procedere con l'adesione del Comune di Vetralla al servizio
“Decoro Urbano”( www.decorourbano.org ).
Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato e che ci aiuteranno in futuro per l'approvazione in sede consigliare e la buona riuscita del progetto, sperando di ottenere delle ricadute positive per il nostro comune. Nel frattempo, mentre aspettiamo fiduciosi l'approvazione e l'attivazione del servizio, cominciamo a prendere dimestichezza con il portale (http://vetralla.decorourbano.org/) e scaricare l'App per il nostro iPhone o smartphone Android.

La mozione verrà discussa al prossimo consiglio comunale che si dovrebbe tenere il 29/11/2011, dobbiamo attivarci tutti in modo che il Sindaco e la sua Giunta decida di non perdere questa occasione di "Open government"

Ultime novità dalle case dell'acqua

Abbiamo incontrato un responsabile di Logica S.r.l. l'azienda che si occupa delle case dell'acqua o anche conosciute come fontanelle dearsenizzate. Gli abbiamo posto qualche domanda e suggerimento che abbiamo a nostra volta raccolto dai cittadini che utilizzano il servizio.

Ecco di cosa abbiamo parlato:

V5S: Recentemente sono stati sollevati dei dubbi in merito alla qualità dell'acqua ed in particolare sui valori del pH.
AL: Le normative a cui siamo sottoposti sono le stesse di chi vende l'acqua in bottiglia, le nostre acque rispettano tali norme e sono periodicamente analizzate. La casetta installata nella zona di Cura presenta un valore di pH "borderline" di 6,7 ma comunque maggiore del limite di 4,5 fissato dal D.lgs 31/2001. Stiamo comunque verificando con la Talete S.p.a. la possibilità di mescolare la fonte attuale con una seconda in modo da migliorare questo parametro e migliorarne quindi la qualità. Purtroppo il Ph è un valore sul quale, attualmente, non possiamo intervenire in altro modo.

V5S: L'ora solare è arrivata, le giornate si accorciano ed al buio è un po' difficile riempire le bottiglie. L'illuminazione pubblica è un compito affidato al Comune, ma avete comunque intenzione di trovare una soluzione?
AL: Entro pochi giorni installeremo un'illuminazione a LED, a basso consumo, e con un sensore crepuscolare.

V5S: Dopo l'ora solare arriverà anche l'inverno, ci dobbiamo aspettare problemi dovuti al gelo?
AL: I motori all'interno delle casette producono calore, in alcuni casi, per lo più in nord Italia, abbiamo predisposto dei termoconvettori. La sanificazione che viene fata dopo ogni erogazione elimina, con un getto d'aria, l'acqua presente nel tubo. Per cui blocchi dovuti al gelo non si dovrebbero verificare.

V5S: Nelle casette sono presenti 2 erogatori per l'acqua frizzante e solo uno per l'acqua liscia e gratuita, non si potrebbe fare il contrario riducendo così il tempo di attesa?
AL: Ci sono dei problemi normativi, dovuti ad accordi con il Comune e difficoltà di natura tecnica, però prenderemo in considerazione la richiesta.

V5S: Quando saranno installate le nuove casette che ha promesso l'amministrazione comunale?
AL: Allo stato attuale non possiamo fornire delle date o altre informazioni in merito.

V5S: Quanti soldi prendete dal Comune?
AL: 0. Le casette sono in comodato d'uso gratuito, non paghiamo il suolo pubblico ma le uniche nostre entrate provengono dalle tessere e dalle eventuali affissioni pubblicitarie.

V5S: Come dobbiamo conservare l'acqua che preleviamo?
AL: Consigliamo bottiglie di vetro, pulite e conservate lontano da fonti di calore e luce diretta. In questo modo si potrebbe conservare l'acqua anche per un tempo maggiore rispetto a quanto riportato nelle raccomandazioni affisse.

V5S: Come mai ogni tanto si verificano dei blocchi?
AL: Problemi tecnici e rotture si possono verificare, stiamo lavorando per ridurli. Abbiamo potenziato i motori e stiamo verificando la possibilità di installare autoclavi per aumentare la pressione che, in alcuni momenti della giornata, è troppo bassa. Purtroppo si verificano anche atti di vandalismo come è successo in questi giorni nella zona di Cura dove il quadro elettrico è stato danneggiato per ben due volte.

Ringraziamo Logica S.r.l. per il tempo e la disponibilità fornita.
Rimaniamo invece in attesa da parte della Regione Lazio e del Comune di Vetralla per una soluzione definitiva del problema arsenico e così usare le casette dell'acqua solo come fonte aggiuntiva per acqua frizzante da usare al posto delle inquinanti acque in bottiglia.

Post correlati:
Tutte le fontanelle attive, ecco dove acquistare le schede
Come funziona la depurazione nelle Case dell'Acqua
Analisi chimica fontanelle dearsenizzate a Vetralla

Ridurre i rifiuti si può

Dal 19 al 27 Novembre 2011 si svolgerà la terza edizione della "Settimana Europea per la riduzione dei RIFIUTI": un evento per la sensibilizzazione sull’importanza svolta da un’adeguata gestione dei rifiuti in nome della conservazione ambientale. Fornire tutte le informazioni utili su ciò che i vari Stati e l’Unione Europea hanno fatto per gestire al meglio la raccolta dei rifiuti. Un’azione di comunicazione ambientale che vuole ridurre l’impatto ambientale della spazzatura. MenoRifiuti.org

Apprendiamo sul sito di SEL Vetralla che la lista Vetralla Bene Comune presenterà, al prossimo consiglio comunale, una mozione in cui si chiede alla Giunta l’impegno a predisporre un Piano Comunale di Prevenzione e Riduzione dei Rifiuti entro il 30 giugno 2012.
Un'iniziativa degna di nota, visto che la gestione dei rifiuti deve necessariamente viaggiare su due binari paralleli: riduzione e riciclo, come abbiamo più volte spiegato.

Post correlati:
Rifiuti ZERØ
Solo il 17% di raccolta differenziata a Vetralla nel 2009
Un sogno: Vetralla Comune Virtuoso
5 Stelle Polari: 3 Sviluppo

lunedì 7 novembre 2011

Decoro urbano a Vetralla

Decoro Urbano - We DU!Quante volte vi è capitato di camminare per Vetralla e notare una buca particolarmente profonda, dei rifiuti ingombranti gettati in un angolo, un'affissione palesemente abusiva, un atto vandalico? Esempi come il sottopassaggio Barbara Zaccaro, recentemente segnalato da Striscia Vetralla, o i rifiuti nei boschi fotografati da SEL Vetralla ne sono un palese esempio.
C'è chi si rivolge all'URP, chi presso l'ufficio deputato all'edilizia pubblica, chi telefona, chi  manda una mail e chi scrive a giornali, talvolta in maniera strumentale. Ma queste segnalazioni che fine fanno? Come vengono affrontate? Arrivano al'orecchio del "diretto responsabile"? Il comune con quanta fatica e spesa riesce a gestire tale operazioni? Vetralla non sarà una metropoli, ma la sua estensione, frazionamento e numero di abitanti non rende certo le cose molto semplici, e non tutti conoscono il sindaco o un'assessore per poter segnalare un problema.

Esiste un sito, totalmente gratuito per comune e cittadini che può semplificare la relazione e la trasparenza tra cittadino ed amministratore: si chiama DecoroUrbano.org. E' una sorta di social network dove i cittadini tramite PC o smatrphone effettuano una segnalazione, il comune mediante un suo pannello amministrativo riceve, prende in carico il problema e successivamente lo segnala come risolto.
L'uso delle nuove tecnologie avvicina anche quella fascia di cittadini, giovane, che spesso si sente tagliata fuori dalla vita politica ed attiva del proprio comune.

Con questo articolo vorremmo sensibilizzare la nostra amministrazione all'utilizzo di questo sistema gratuito e open source, avvicinandosi così alla realizzazione di quei valori universali come la trasparenza e la partecipazione. Per approfondire consigliamo la lettura di questa brochure.

[via Campolongo a 5 Stelle]

sabato 5 novembre 2011

Banche armate a Vetralla

Vi siete mai chiesti cosa ci fanno le banche con i vostri risparmi? Dove, cosa e come investono i nostri soldi per farli fruttare?

Ci sono alcune banche che trovano redditizio investire in armamenti. Da molti anni è attiva una campagna di sensibilizzazione su questo tema, cercando di rendere pubblici e trasparenti i dati di spesa delle banche in questo settore, in modo da convincere i correntisti ad affidare il proprio gruzzolo a chi lo investe in maniera corretta, magari socialmente utile o nel locale, cosa che ci piacerebbe facesse anche il nostro governo.

Sul sito BancheArmate.it si trovano numerose informazioni e dati aggiornati. L'ultimo documento pubblicato è del 2010 ed andando a spulciare i dati abbiamo trovato anche due istituti di credito che hanno la filiale nella nostra città: Unicredit con quasi 300 milioni di €uro ed il Banco di Brescia con circa 170 milioni.

E la vostra banca dove investe?

venerdì 4 novembre 2011

Rifiuti ZERØ

ZeroWasteLazio ha organizzato per domani 5 Novembre una manifestazione a Roma in piazza SS. Apostoli dalle ore 10, per promuovere la vertenza per l'azzeramento dei rifiuti nella regione Lazio, abbandonando l'uso di discarichi ed inceneritori e promuovendo politiche di riduzione, riuso e riciclo.

Alla manifestazione parteciperà anche il MoVimento 5 stelle di Viterbo.

Diamoci un taglio alle spese militari

L’Italia spende oltre 25 miliardi di euro per la difesa militare, pari a circa l’1,4 per cento del proprio prodotto interno lordo. Percentuale ben più rilevante dello 0,9 per cento dichiarato ufficialmente dal Governo,che divide la spesa su ministeri diversi, occultando l’ammontare reale del bilancio militare. Il contrario di ciò che accade in altri paesi europei.
Si tratta di un volume di spesa ingiustificato nell’attuale situazione internazionale, tanto più nel momento in cui si chiede ai cittadini italiani di sopportare una manovra iniqua che preferisce tagliarla spesa sociale e il trasporto pubblico piuttosto che rinunciare a qualche cacciabombardiere.


Per porre fine a quest’immorale sperpero di soldi pubblici, SEL Vetralla sarà presente: sabato 5 Novembre in Piazza Marconi dalle 10:00 alle 13:00 e domenica 13 Novembre nella Piazza centrale di Cura dalle 10:00 alle 13:00, con un gazebo informativo e per dare la possibilità a tutti di firmare la petizione per la riduzione delle spese militari.