mercoledì 28 dicembre 2011

Il consiglio comunale come il tapis-roulant

Senza dubbio è questa la sensazione che si percepisce assistendo ai consigli comunali di Vetralla in cui si parla di tantissime cose ma alla fine di concreto nulla; proprio come chi corre sul tapis-roulant…..corre corre e sta sempre lì.
Non per essere i soliti disfattisti ma PASSIONE CIVILE è attenta a quanto si realizza (o meglio non si realizza) nel nostro comune e di come l’Amministrazione Aquilani mostri un operato così distante da quello ipotizzato nel celeberrimo LIBRO DELLE PROMESSE, cioè il programma elettorale di Sandrino Aquilani. Continua su PassioneCivileVetralla.org

lunedì 26 dicembre 2011

In arrivo i primi comuni di Wikitalia

Mentre il nostro comune ha scelto di continuare a dialogare con i propri cittadini con metodologie quantomeno arcaiche, come il passaparola o i quotidiani, nel resto del paese ci sono numerose comunità che hanno preso una strada opposta.

Un esempio è quello di Wikitalia, un progetto che dove i comuni partecipanti si impegniamo a costruire un centro di classe mondiale per la progettazione e l’attuazione di tecniche di governance collaborativa. La visione è mettere a valore la pervasività di Internet e le straordinarie risorse di competenze e autonomia della società civile italiana per rendere l’Italia un paese guida nel mondo nella collaborazione tra cittadini e istituzioni; una collaborazione mediata e abilitata dalla tecnologia.
Firenze, Torino e Matera saranno i primi comuni a dotarsi di queste applicazioni facendo da apripista ad altre città che nel frattempo si stanno unendo.

Noi rimaniamo a guardare...

venerdì 23 dicembre 2011

Super Cassia c'è chi dice NO

Riceviamo e riportiamo di seguito le motivazioni che hanno spinto il consigliere Giulio Ferrara e la lista Vetralla Bene Comune a dire no al progetto della Super Cassia.
"Il primo motivo riguarda un discorso sull'idea che abbiamo di sviluppo in generale e per Vetralla.
Non crediamo nelle grandi opere che, almeno stando a quanto visto negli ultimi decenni, non sono tanto al servizio del bene comune, ma piuttosto pare servano a macinare soldi pubblici da distribuire ai soliti noti (quelli che magari si telefonano per “festeggiare” il terremoto all'Aquila). 
Stiamo parlando di 650 milioni di euro, cifra che ho sottolineato molte volte nei miei interventi perché ritengo sia importante sempre quantificare le cifre che sono in ballo nei ragionamenti che si fanno (altrimenti si fa filosofia… come direbbe l’assessore Zelli). Spesso infatti ho sentito dire “eh ma sono fondi regionali”, come se i fondi regionali possano essere spesi con più leggerezza, come se non fossero sempre denaro pubblico. Non possiamo avallare un tale sperpero di soldi per un progetto così anacronistico, noi che nel nostro programma abbiamo dato molto risalto all'idea che l’unica grande opera di cui abbiamo veramente bisogno sia la tutela del nostro territorio e la sua valorizzazione. Questo secondo noi significa lavorare per lo sviluppo, economico e non solo, della nostra comunità. Continua..."

giovedì 22 dicembre 2011

DecoroUrbano.org risponde al Comune di Vetralla

Sulla pagina ufficiale di DecoroUrbano.org su Facebook arriva la risposta dallo staff del sito che sostanzialmente conferma quanto da noi espresso nel precedente articolo:

"Ringraziamo Vetralla 5 Stelle per aver fatto chiarezza su aspetti cruciali legati all'adesione.
Come scritto sul post, ci teniamo a ribadire che:

- LE SEGNALAZIONI VENGONO MODERATE dal ns staff (le segnalazioni che violano i termini d'utilizzo vengono rimosse) e dunque non esiste il problema di false o dubbie segnalazioni. NB: Questo avviene sempre e con l'attivazione del Comune la moderazione viene effettuata PRIMA della pubblicazione online, dunque ogni problema è scongiurato all'origine.

- LA PRIVACY DELL'UTENTE è garantita come indicato nell'apposita sezione http://www.decorourbano.org/privacy/

E' inoltre assurdo sostenere che si tratti di un sito "pieno di pubblicità"... in Decoro Urbano NON C'E' alcuna pubblicità!

Ci auguriamo che ai cittadini di Vetralla venga presto fornita la possibilità di effettuare segnalazioni in filo diretto con l'amministrazione, nella massima trasparenza e gratuità come avviene per Decoro Urbano.

Quel che è certo è che WE DU già c'è ed è operativo, i Comuni si stanno attivando... è assurdo re-inventare la ruota!"
Auguriamo a DecoroUrbano.org ed alle altre piattaforme simili disponibili in rete di raggiungere il maggior numero di comuni attivi dando la possibilità ai cittadini di migliorare il paese in cui vivono.

martedì 20 dicembre 2011

DU sarebbe stato gratuito

Mi sento in dovere di rispondere personalmente all'amico Gennaro in merito alla questione della mancata iscrizione da parte del Comune di Vetralla all'interno del progetto DecoroUrbano.org.
Quanto riportato nell'articolo  http://www.civitanews.it/2011/12/20/striscia-vetralla-contraria-a-decorourbano-si-risparmino-soldi-pubblici-utilizzando-il-sito-del-comune-gia-esistente/ è inesatto: il sito DU è gratuito sia per i cittadini che per il comune.
Il progetto è finanziato da privati. Nemmeno 1 centesimo è o sarebbe stato prelevato ai cittadini. L'integrazione di DU al sito ufficiale del comune sarebbe stato semplice ed indolore, e sono scelte che, giustamente, nel passato sono già state fatte come nel caso del servizio di Albo Pretorio On Line.

Il sito del Comune ha un costo per la collettività, sia di creazione che di manutenzione. Speriamo che la possibilità di effettuare segnalazioni promessa durante lo scorso consiglio comunale sia anch'esso gratuito e tecnologicamente avanzato come il portale DU il quale, lo ricordiamo, permette, tra i tanti servizi, quello di effettuare le segnalazioni geolocalizzate con l'utilizzo di uno smartphone. Ma questo è solo uno delle tante peculiarità del progetto che già 30 comuni stanno sperimentando e, a breve, anche il Comune di Roma (http://www.decorourbano.org/blog/2011/12/roma-attiva-su-decoro-urbano-entro-la-fine-del-2011/).

Brendan Chierchiè
Vetralla a 5 Stelle

Aggiornamento: Gennaro Giardino mi ha personalmente contattato per dirmi che l'articolo apparso su Civita News è estrapolato da vecchi commenti, rimane comunque invariato il giudizio positivo sulla scelta della Giunta Comunale di non aderire a DU.

Fontanella guasta a La Botte (Risolto)

Riceviamo questa segnalazione che rendiamo pubblica, nella speranza che i diretti responsabili prendano provvedimenti.

Salve, vi scrivo perchè non so dove altro inviare la segnalazione per una fontanella pubblica guasta ormai da più di due settimane, che sgorga acqua pubblica ininterrottamente; la fontanella si trova nella frazione La Botte, a pochi metri dal passaggialivello sulla sinistra venendo da Roma. 
Segnalato da: Daniele il 20/12/2011 alle ore 13:50
Se avete conferme o aggiornamenti su questo problema scrivetelo nei commenti cliccando qui.
Abbiamo provveduto ad inoltrare questa segnalazione via email al Comune ed alla Talete.

Aggiornamento: 29/12/2011 Daniele ci conferma che due giorni dopo la nostra segnalazione il problema è stato risolto. Ringraziamo il Comune e la Talete per il tempestivo intervento sottolineando come sia necessario una collaborazione maggiore tra enti, istituzioni e singoli cittadini. Noi saremo lieti di fare da tramite ed aiutare la comunicazione e lo scambio fondamentale di informazioni.

Niente Decoro Urbano a Vetralla

Niente da fare, la mozione per utilizzare lo strumento DecoroUrbano.org non passa.

Durante il consiglio comunale di ieri (19/12/2011) è stato detto che il sito è "pieno di pubblicità", ma basta accedere al sito (http://www.decorourbano.org) per constatare l'esatto contrario. Il sistema viene finanziato da una serie di aziende del settore IT, e non ha bisogno di pubblicità, anche se in una prima fase di start-up era ventilata questa possibilità. In ogni caso anche se fosse, essendo uno strumento gratuito, non ci sarebbe comunque nulla di male.

E' stato palesato il problema di false o dubbie segnalazioni. Altro falso problema. Gli amministratori del sito filtrano le segnalazioni palesemente errate, ed il comune avrebbe avuto un suo pannello di gestione per prendere in carico, o meno le segnalazioni. Lo stesso potere non ha per le segnalazioni che i cittadini faranno a mezzo stampa, o telematica su altri siti.
Le segnalazioni su DU sarebbero state corredate dalla posizione, e dal mittente.

Il Sindaco ha espresso dubbi sulla gestione della privacy da parte dei gestori del servizio. Basta collegarsi alla sezione privacy del sito (http://www.decorourbano.org/privacy/)  per rendersi conto che anche questo non è corretto. In ogni caso ogni persona è libera di scegliere a chi fornire i propri dati in cambio di servizi, così come accade con le tessere dei negozi o altri siti, l'importante è che rispettino le norme di legge, come nel caso del portale in questione.

Poteva essere la volta buona per dimostrare ai cittadini che l'amministrazione comunale è aperta alla collaborazione ed alla trasparenza. Ma così non è stato.

Unica nota, per così dire, positiva è l'impegno da parte del comune di installare sul proprio sito un servizio di segnalazioni simile a quello di DU.
Non crediamo che si possa in breve tempo e senza costi attivare un servizio così sofisticato, con la gestione del posizionamento, mappe, applicazioni per telefonino e tutti gli altri servizi attivi o in fase di attivazione sul sito di DecoroUrbano.org. Speriamo che il sindaco ed il suo staff ci stupisca e ci dimostri che stiamo sbagliando.

Nel frattempo Vetralla a 5 Stelle inizierà ad effettuare le segnalazioni a mezzo stampa, come fanno molti, visto che, a quanto pare, è l'unico metodo di comunicazione preso in qualche considerazione. Invitiamo i cittadini a fare lo stesso o a contattarci: (http://vetralla5stelle.blogspot.com/p/contattaci.html)

Cogliamo l'occasione di quanti hanno sostenuto e portato avanti la proposta ed, in particolar modo, i consiglieri Ferrara, Costantini e Postiglioni.

Per approfondire l'argomento:
WE DU Vetralla (comunicato stampa)
Mozione per l'uso di DecoroUrbano.org nel comune di Vetralla
Decoro urbano a Vetralla - Come funziona

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

giovedì 15 dicembre 2011

Nun te regghe più - Tagliamo noi i costi della politica

Inizia ufficialmente la raccolta firme per rendere illegale il trattamento privilegiato della classe politica Da lunedì tutti i municipi sono attivi per la raccolta delle firme.
Vi invito a firmare con consapevolezza e senso del dovere, per il nostro bene , per i nostri figli, per il nostro Paese.
Grazie ...

Uno spiraglio di cambiamento da realizzare con urgenza

Ai sensi degli articoli 7 e 48 della legge 25 maggio 1970 n. 352 la cancelleria della Corte Suprema di Cassazione ha annunciato, con pubblicazione sulla GU n. 227 del 29-9-2011, la promozione della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo:
«Adeguamento alla media europea degli stipendi,emolumenti,indennità degli eletti negli organi di rappresentanza nazionale e locale».

L'iniziativa, nata in modo trasversale ai partiti e promossa dal gruppo facebook "Nun Te Regghe Più", dal titolo della famosa canzone di Rino Gaetano, ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa popolare formata da un solo articolo:

"ART.1
I Parlamentari italiani eletti al Senato della Repubblica, alla Camera dei deputati, il Presidente del Consiglio, i Ministri, i Consiglieri e gli Assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle Regioni, i Presidenti delle Province, i Sindaci eletti dai cittadini, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione pubblica ed equiparati, non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi, indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale di acquisto nell'Unione Europea, più della media aritmetica europea degli eletti degli altri Paesi dell'Unione per incarichi equivalenti.
"

La raccolta firme viene effettuata tramite appositi moduli vidimati depositati negli uffici elettorali dei comuni italiani, qui l'elenco aggiornato in tempo reale dei comuni nei quali è già possibile andare a firmare:
http://www.leggentrp.it/comuni.php

L'iniziativa è completamente autofinanziata dai promotori e dagli aderenti quindi la diffusione dei moduli potrà essere non omogenea, eventuali segnalazioni di Comuni sprovvisti di moduli potranno essere effettuate direttamente nel gruppo facebook
http://www.facebook.com/groups/nunteregghepiu/
o all'indirizzo di posta elettronica: legge.ntrp@gmail.com

50.000 firme sono il minimo richiesto dalla legge per la presentazione della proposta, 80.000 sono il numero necessario per sopperire ad eventuali errori e anomalie di raccolta ma il vero obiettivo è quello di poter raccogliere le firme di tutti gli italiani stanchi di mantenere i privilegi di una classe politica capace solo di badare ai propri interessi personali. Una firma non costa molto, continuare a restare indifferenti costa molto di più.
Andate a firmare nel vostro comune e non fatelo da soli.

Aggiornamento 04/01/2012
Da oggi è possibile apporre la firma anche presso il Comune di Vetralla, Piazza Umberto I n° 1, Ufficio Anagrafe, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00

Aggiornamento 14/03/2012 A Vetralla raccolte 223 firme

lunedì 5 dicembre 2011

ISDE: subito acqua dearsenificata

Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors for the Environment) “ subito acqua dearsenificata alle donne in gravidanza, ai bambini, ai malati, alle industrie alimentari e a tutti i cittadini”

L’Associazione italiana medici per l'ambiente - Isde (International Society of Doctors fo r the Environment), nel ribadire l’assoluta urgenza di fornire acqua dearsenificata o con il minor quantitativo di arsenico, e mai al di sopra dei dieci microgrammi/litro, alle donne in gravidanza, ai bambini, ai malati, alle industrie alimentarie e a tutti i cittadini, rende noto di aver chiesto ufficialmente notizie relative agli atti e agli interventi disposti dalla Presidente della Regione Lazio con il documento DPR Lazio N.T0258 del 29/07/2011 e riguardanti la presenza di arsenico nelle acque destinate a consumo umano.
*
Comunicato stampa a cura dell’ Associazione italiana medici per l'ambiente -Isde (International Society of Doctors fo r the Environment) di Viterbo
Viterbo, primo dicembre 2011
*
Di seguito il testo della lettera e in allegato anche il testo del succitato DPR Lazio.

Alla Presidente della Regione Lazio

al Presidente della Provincia di Viterbo

all’Assessore alla Sanità della Regione Lazio

All’Assessore all’ambiente della Regione Lazio,

all’Assessore all’ambiente della Provincia di Viterbo

ai Sindaci dei Comuni della Provincia di Viterbo

al Direttore generale della Asl di Viterbo

al Direttore sanitario della Asl di Viterbo

al Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanità pubblica della Asl di Viterbo

al Garante del Servizio idrico integrato della Regione Lazio

all’Arpa Lazio - sezione di Viterbo

alla Talete spa

ai Responsabili dell’Ato 1 – Lazio

e per opportuna conoscenza

al Prefetto di Viterbo

al Presidente dell’Ordine dei medici-chirurghi ed odontoiatri di Viterbo

al Responsabile dell’Ufficio scolastico della Provincia di Viterbo

Oggetto : richiesta d’informazioni relative agli atti e agli interventi prescritti dal Decreto del Presidente della Regione Lazio N. T0258 del 29/07/2011, in merito alla presenza di arsenico nelle acque destinate a consumo umano.

Egregi signori,

il Decreto del Presidente della Regione Lazio n. T0258 del 29/07/2011 in merito alla presenza di arsenico, sostanza tossica e cancerogena, nelle acque destinate a consumo umano ha prescritto quanto segue.

“ 2. che i sindaci, l’azienda unità sanitaria locale, l’autorità d’ambito ed il gestore, ciascuno per quanto di competenza, devono provvedere affinché i consumatori interessati siano debitamente informati relativamente alle elevate concentrazioni del suddetto elemento nell’acqua erogata, qualsiasi sia l’utilizzo, compreso quello per la produzione, preparazione o trattamento degli alimenti, e consigliati sugli eventuali provvedimenti e sui comportamenti da adottare anche nei riguardi di gruppi specifici di popolazione per i quali potrebbe sussistere un rischio particolare anche in merito all’uso razionale di eventuali prodotti integratori. Dovranno inoltre informare circa le modalità per ridurre i rischi legati all’acqua potabile per la quale è stata concessa la deroga. La suddetta informazione dovrà essere ancora più dettagliata per la popolazione dei comuni nel cui territorio viene distribuita acqua con due o più valori di parametro in deroga;

3. che l’acqua distribuita non deve essere utilizzata per il consumo potabile dei neonati e dei bambini fino all’età di 3 anni;

4. che deve essere predisposto un opuscolo informativo da distribuire nelle scuole e presso i servizi materno-infantili; deve essere informata la popolazione, in via precauzionale, che l’acqua da bere in distribuzione, non deve essere somministrata ai neonati e ai bambini fino all’età di 3 anni;

5. che e' rimessa alle Aziende Sanitarie Locali la verifica che le industrie alimentari, nel territorio interessato dal provvedimento di deroga, attuino i necessari provvedimenti, anche nell’ambito del piano di autocontrollo, affinché l’acqua introdotta come componente nei prodotti finali non presenti concentrazioni dei parametri in deroga superiori ai limiti stabiliti dal Decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31.

6. che dovrà essere data informazione a questa Regione delle iniziative adottate;

7. che i gestori delle captazioni oggetto delle deroghe informano la Regione Lazio, entro e non oltre il 31 luglio di ogni anno circa le iniziative adottate ( ivi comprendendo informazioni circa l’approvvigionamento idrico per i neonati ed i bambini al di sotto dei tre anni) con un’opportuna relazione che comprenda anche informazioni sui progressi realizzati nelle misure correttive, i dati del monitoraggio dei parametri oggetto di

deroga, i volumi di acqua forniti in bottiglie o in contenitori ed un programma di quanto è previsto per il completamento dei lavori. La relazione dovrà contenere anche la documentazione relativa alle modalità adottate per informare e consigliare la popolazione;”

L’Associazione italiana medici per l’ambiente di Viterbo nel giudicare gravissima la mancata prescrizione, nel succitato D.P.R. regionale di fornire, come raccomandato anche dalla Commissione europea, acqua con contenuto di arsenico massimo di 10 microgrammi litro alle donne in gravidanza (l’arsenico attraversa la barriera emato-placentare ed emato-cerebrale), chiede di conoscere se, e con quali modalità, è stato adempiuto quanto decretato e indicato nei punti 2,3,4, 5,6 e 7 di questo documento e in particolare chiede copia delle relazioni oggetto dei punti n. 6 e n. 7 sempre di questo stesso documento.

In attesa di un cortese ed urgente riscontro, si inviano distinti saluti,
dottoressa Antonella Litta

referente per Viterbo dell’Associazione italiana medici per l'ambiente -

Isde (International Society of Doctors for the Environment - Italia)

lunedì 21 novembre 2011

WE DU Vetralla

Decoro Urbano - We DU!"Gratuità, partecipazione, trasparenza. Questi sono i temi chiave che mi hanno spinto a chiedere l'adesione del Comune di Vetralla al progetto DecoroUrbano"

A parlare così è Brendan Chierchiè, rappresentante del MoVimento 5 Stelle di Vetralla a proposito della piattaforma gratuita, sia per cittadini che per la pubblica amministrazione, per la gestione delle segnalazioni di problematiche riguardanti il decoro urbano.

"DU è un progetto web, finanziato da una fondazione dove sono presenti nomi come Google e Cisco, volto ad aiutare le P.A. a raggiungere gli obiettivi posti dalla filosofia di open governement: un nuovo concetto di Governance a livello centrale e locale, basato su modelli, strumenti e tecnologie che consentono alle amministrazioni di essere “aperte” e “trasparenti” nei confronti dei cittadini.

Il suo funzionamento - prosegue Chierchiè - è molto semplice: un cittadino che nota, ad esempio, un rifiuto ingombrante in piena campagna, un palo della segnaletica divelto o un muro imbrattato, effettua la segnalazione attraverso il suo telefonino o computer; il comune prende in carico il problema e segnala l'avvenuta soluzione. Gli amministratori di sistema provvedono a moderare le segnalazioni eliminando quelle false o non inerenti alle problematiche di decoro.

L'amministrazione locale può, in questo modo, essere informata sulla situazione del proprio territorio che, per un comune così vasto e frazionato come Vetralla, non è certo semplice. In più può dimostrare la sua operosità.
Il cittadino, d'altro canto, può sentirsi partecipe alla salvaguardia del proprio paese, collaborare con i diretti responsabili ed essere avvisato quando il problema da lui segnalato viene risolto.
La piattaforma prevede l'uso di nuove tecnologie come le applicazioni per gli smartphone iPhone ed Android e l'integrazione con i social network come Facebook, in questo modo l'amministrazione si può avvicinare quella fascia di cittadini, di età giovane, che spesso si sente esclusa.

Nonostante il progetto sia partito da pochi mesi, si sono già registrati quasi 500 mila cittadini che potranno inviare segnalazioni su una ventina di città. Vetralla potrebbe essere il primo comune della Tuscia ad aderire, ma siamo già a conoscenza dell'interesse da parte di altre amministrazioni.

Ringrazio - conclude Chierchiè - Giulio Ferrara, consigliere della lista Vetralla Bene Comune il quale si è adoperato per la presentazione della mozione, firmata anche dai capigruppo Gidari e Coppari rispettivamente di Progetto VetrallaPassione Civile. A questo punto la decisione spetta al Sindaco Aquilani ed alla sua giunta che, ne sono sicuro, riusciranno a cogliere le opportunità di questa iniziativa, visto anche le recenti dichiarazioni rilasciate sui giornali riguardante l'utilità dei suggerimenti dei cittadini."

La mozione verrà discussa e votata al prossimo consiglio comunale a Vetralla che si terrà a fine Novembre.

Per approfondire l'argomento:
Sito ufficiale del progetto: http://www.DecoroUrbano.org
Testo della mozione: http://vetralla5stelle.blogspot.com/2011/11/mozione-per-luso-di-decorourbanoorg-nel.html
L'appello di V5S: http://vetralla5stelle.blogspot.com/2011/11/decoro-urbano-vetralla.html

E' attivo il servizio di newsletter

Da oggi puoi ricevere direttamente nella tua email tutte le novità di Vetralla a 5 Stelle.
Potrai scegliere le informazioni che più ti interessano: news, comunicati stampa, gli articoli pubblicati sul blog o eventi e manifestazioni a cui partecipiamo o vogliamo diffondere.
Cosa aspetti, iscriviti subito: clicca qui.

giovedì 10 novembre 2011

Mozione per l'uso di DecoroUrbano.org nel comune di Vetralla

Decoro Urbano - We DU!Il nostro appello è stato ascoltato. Stiamo parlando della richiesta dell'uso del sistema gratuito di gestione informatizzato delle segnalazioni per problemi di decoro urbano di cui abbiamo ampiamente parlato in un precedente articolo.

Il primo a rispondere in maniera entusiasta è stato il gruppo politico SEL Vetralla, al quale abbiamo proposto il testo della mozione. Subito dopo si sono uniti anche Passione Civile Vetralla e PD Vetralla. Tutti si sono impegnati a presentare la mozione e diffondere attivamente il progetto.

Per vie ufficiose siamo a conoscenza anche dell'interessamento del Sindaco Sandrino Aquilani e di alcuni consiglieri di maggioranza, questo ci fa ben sperare sull'approvazione della mozione. Del resto lo stesso Sindaco ringraziava qualche giorno fa, pubblicamente su un quotidiano, le segnalazioni che effettuano i cittadini dicendo:
"Se i cittadini, con qualsiasi forma, mi fanno delle segnalazioni - precisa Aquilani - sono più che contento. Possono essere appelli virtuali oppure richieste ricevuto per la strada, si può parlare di grandi lavori o della siepe da tagliare, tutto è ben accetto, perché l’occhio non può arrivare dappertutto...".
Grazie al progetto DecoroUrbano.org potremo segnalare facilmente i problemi che degradano la nostra città ed essere al corrente sulle soluzioni adottate dal'amministrazione comunale, il tutto in un clima di partecipazione e trasparenza.

Di seguito il testo della mozione:
Al Presidente del Consiglio Comunale di Vetralla
MOZIONE
Oggetto: Adesione al progetto “Decoro Urbano”
Il Consiglio Comunale di Vetralla
 
PREMESSO CHE:
• ogni giorno pervengono agli uffici comunali segnalazioni riguardanti strade dissestate, lampioni non funzionanti, abbandono di immondizia sul territorio e altre forme di degrado urbano;
 
CONSIDERATO CHE:
• le suddette segnalazioni vengono gestite in modo non informatizzato e quindi con un onere di lavoro manuale non indifferente da parte di chi le riceve e le smista agli uffici di competenza;
• svolta un’indagine finalizzata a reperire un software che consenta la gestione informatizzata delle segnalazioni con la tracciatura dello stato di attuazione dei lavori;
• alcuni siti consentono, previa iscrizione gratuita, al cittadino di inviare segnalazioni on-line al Comune che le riceve e, tramite un applicativo, le gestisce;
• il sito www.decorourbano.org , la cui adesione è gratuita sia per il cittadino che per il Comune, è uno strumento efficace allo scopo;
• al fine di favorire la partecipazione dei cittadini, risulta utile incrementare l’utilizzo delle nuove tecnologie quale metodo di comunicazione con i cittadini stessi;
 
IMPEGNA
Il Sindaco e La Giunta a procedere con l'adesione del Comune di Vetralla al servizio
“Decoro Urbano”( www.decorourbano.org ).
Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato e che ci aiuteranno in futuro per l'approvazione in sede consigliare e la buona riuscita del progetto, sperando di ottenere delle ricadute positive per il nostro comune. Nel frattempo, mentre aspettiamo fiduciosi l'approvazione e l'attivazione del servizio, cominciamo a prendere dimestichezza con il portale (http://vetralla.decorourbano.org/) e scaricare l'App per il nostro iPhone o smartphone Android.

La mozione verrà discussa al prossimo consiglio comunale che si dovrebbe tenere il 29/11/2011, dobbiamo attivarci tutti in modo che il Sindaco e la sua Giunta decida di non perdere questa occasione di "Open government"

Ultime novità dalle case dell'acqua

Abbiamo incontrato un responsabile di Logica S.r.l. l'azienda che si occupa delle case dell'acqua o anche conosciute come fontanelle dearsenizzate. Gli abbiamo posto qualche domanda e suggerimento che abbiamo a nostra volta raccolto dai cittadini che utilizzano il servizio.

Ecco di cosa abbiamo parlato:

V5S: Recentemente sono stati sollevati dei dubbi in merito alla qualità dell'acqua ed in particolare sui valori del pH.
AL: Le normative a cui siamo sottoposti sono le stesse di chi vende l'acqua in bottiglia, le nostre acque rispettano tali norme e sono periodicamente analizzate. La casetta installata nella zona di Cura presenta un valore di pH "borderline" di 6,7 ma comunque maggiore del limite di 4,5 fissato dal D.lgs 31/2001. Stiamo comunque verificando con la Talete S.p.a. la possibilità di mescolare la fonte attuale con una seconda in modo da migliorare questo parametro e migliorarne quindi la qualità. Purtroppo il Ph è un valore sul quale, attualmente, non possiamo intervenire in altro modo.

V5S: L'ora solare è arrivata, le giornate si accorciano ed al buio è un po' difficile riempire le bottiglie. L'illuminazione pubblica è un compito affidato al Comune, ma avete comunque intenzione di trovare una soluzione?
AL: Entro pochi giorni installeremo un'illuminazione a LED, a basso consumo, e con un sensore crepuscolare.

V5S: Dopo l'ora solare arriverà anche l'inverno, ci dobbiamo aspettare problemi dovuti al gelo?
AL: I motori all'interno delle casette producono calore, in alcuni casi, per lo più in nord Italia, abbiamo predisposto dei termoconvettori. La sanificazione che viene fata dopo ogni erogazione elimina, con un getto d'aria, l'acqua presente nel tubo. Per cui blocchi dovuti al gelo non si dovrebbero verificare.

V5S: Nelle casette sono presenti 2 erogatori per l'acqua frizzante e solo uno per l'acqua liscia e gratuita, non si potrebbe fare il contrario riducendo così il tempo di attesa?
AL: Ci sono dei problemi normativi, dovuti ad accordi con il Comune e difficoltà di natura tecnica, però prenderemo in considerazione la richiesta.

V5S: Quando saranno installate le nuove casette che ha promesso l'amministrazione comunale?
AL: Allo stato attuale non possiamo fornire delle date o altre informazioni in merito.

V5S: Quanti soldi prendete dal Comune?
AL: 0. Le casette sono in comodato d'uso gratuito, non paghiamo il suolo pubblico ma le uniche nostre entrate provengono dalle tessere e dalle eventuali affissioni pubblicitarie.

V5S: Come dobbiamo conservare l'acqua che preleviamo?
AL: Consigliamo bottiglie di vetro, pulite e conservate lontano da fonti di calore e luce diretta. In questo modo si potrebbe conservare l'acqua anche per un tempo maggiore rispetto a quanto riportato nelle raccomandazioni affisse.

V5S: Come mai ogni tanto si verificano dei blocchi?
AL: Problemi tecnici e rotture si possono verificare, stiamo lavorando per ridurli. Abbiamo potenziato i motori e stiamo verificando la possibilità di installare autoclavi per aumentare la pressione che, in alcuni momenti della giornata, è troppo bassa. Purtroppo si verificano anche atti di vandalismo come è successo in questi giorni nella zona di Cura dove il quadro elettrico è stato danneggiato per ben due volte.

Ringraziamo Logica S.r.l. per il tempo e la disponibilità fornita.
Rimaniamo invece in attesa da parte della Regione Lazio e del Comune di Vetralla per una soluzione definitiva del problema arsenico e così usare le casette dell'acqua solo come fonte aggiuntiva per acqua frizzante da usare al posto delle inquinanti acque in bottiglia.

Post correlati:
Tutte le fontanelle attive, ecco dove acquistare le schede
Come funziona la depurazione nelle Case dell'Acqua
Analisi chimica fontanelle dearsenizzate a Vetralla

Ridurre i rifiuti si può

Dal 19 al 27 Novembre 2011 si svolgerà la terza edizione della "Settimana Europea per la riduzione dei RIFIUTI": un evento per la sensibilizzazione sull’importanza svolta da un’adeguata gestione dei rifiuti in nome della conservazione ambientale. Fornire tutte le informazioni utili su ciò che i vari Stati e l’Unione Europea hanno fatto per gestire al meglio la raccolta dei rifiuti. Un’azione di comunicazione ambientale che vuole ridurre l’impatto ambientale della spazzatura. MenoRifiuti.org

Apprendiamo sul sito di SEL Vetralla che la lista Vetralla Bene Comune presenterà, al prossimo consiglio comunale, una mozione in cui si chiede alla Giunta l’impegno a predisporre un Piano Comunale di Prevenzione e Riduzione dei Rifiuti entro il 30 giugno 2012.
Un'iniziativa degna di nota, visto che la gestione dei rifiuti deve necessariamente viaggiare su due binari paralleli: riduzione e riciclo, come abbiamo più volte spiegato.

Post correlati:
Rifiuti ZERØ
Solo il 17% di raccolta differenziata a Vetralla nel 2009
Un sogno: Vetralla Comune Virtuoso
5 Stelle Polari: 3 Sviluppo

lunedì 7 novembre 2011

Decoro urbano a Vetralla

Decoro Urbano - We DU!Quante volte vi è capitato di camminare per Vetralla e notare una buca particolarmente profonda, dei rifiuti ingombranti gettati in un angolo, un'affissione palesemente abusiva, un atto vandalico? Esempi come il sottopassaggio Barbara Zaccaro, recentemente segnalato da Striscia Vetralla, o i rifiuti nei boschi fotografati da SEL Vetralla ne sono un palese esempio.
C'è chi si rivolge all'URP, chi presso l'ufficio deputato all'edilizia pubblica, chi telefona, chi  manda una mail e chi scrive a giornali, talvolta in maniera strumentale. Ma queste segnalazioni che fine fanno? Come vengono affrontate? Arrivano al'orecchio del "diretto responsabile"? Il comune con quanta fatica e spesa riesce a gestire tale operazioni? Vetralla non sarà una metropoli, ma la sua estensione, frazionamento e numero di abitanti non rende certo le cose molto semplici, e non tutti conoscono il sindaco o un'assessore per poter segnalare un problema.

Esiste un sito, totalmente gratuito per comune e cittadini che può semplificare la relazione e la trasparenza tra cittadino ed amministratore: si chiama DecoroUrbano.org. E' una sorta di social network dove i cittadini tramite PC o smatrphone effettuano una segnalazione, il comune mediante un suo pannello amministrativo riceve, prende in carico il problema e successivamente lo segnala come risolto.
L'uso delle nuove tecnologie avvicina anche quella fascia di cittadini, giovane, che spesso si sente tagliata fuori dalla vita politica ed attiva del proprio comune.

Con questo articolo vorremmo sensibilizzare la nostra amministrazione all'utilizzo di questo sistema gratuito e open source, avvicinandosi così alla realizzazione di quei valori universali come la trasparenza e la partecipazione. Per approfondire consigliamo la lettura di questa brochure.

[via Campolongo a 5 Stelle]

sabato 5 novembre 2011

Banche armate a Vetralla

Vi siete mai chiesti cosa ci fanno le banche con i vostri risparmi? Dove, cosa e come investono i nostri soldi per farli fruttare?

Ci sono alcune banche che trovano redditizio investire in armamenti. Da molti anni è attiva una campagna di sensibilizzazione su questo tema, cercando di rendere pubblici e trasparenti i dati di spesa delle banche in questo settore, in modo da convincere i correntisti ad affidare il proprio gruzzolo a chi lo investe in maniera corretta, magari socialmente utile o nel locale, cosa che ci piacerebbe facesse anche il nostro governo.

Sul sito BancheArmate.it si trovano numerose informazioni e dati aggiornati. L'ultimo documento pubblicato è del 2010 ed andando a spulciare i dati abbiamo trovato anche due istituti di credito che hanno la filiale nella nostra città: Unicredit con quasi 300 milioni di €uro ed il Banco di Brescia con circa 170 milioni.

E la vostra banca dove investe?

venerdì 4 novembre 2011

Rifiuti ZERØ

ZeroWasteLazio ha organizzato per domani 5 Novembre una manifestazione a Roma in piazza SS. Apostoli dalle ore 10, per promuovere la vertenza per l'azzeramento dei rifiuti nella regione Lazio, abbandonando l'uso di discarichi ed inceneritori e promuovendo politiche di riduzione, riuso e riciclo.

Alla manifestazione parteciperà anche il MoVimento 5 stelle di Viterbo.

Diamoci un taglio alle spese militari

L’Italia spende oltre 25 miliardi di euro per la difesa militare, pari a circa l’1,4 per cento del proprio prodotto interno lordo. Percentuale ben più rilevante dello 0,9 per cento dichiarato ufficialmente dal Governo,che divide la spesa su ministeri diversi, occultando l’ammontare reale del bilancio militare. Il contrario di ciò che accade in altri paesi europei.
Si tratta di un volume di spesa ingiustificato nell’attuale situazione internazionale, tanto più nel momento in cui si chiede ai cittadini italiani di sopportare una manovra iniqua che preferisce tagliarla spesa sociale e il trasporto pubblico piuttosto che rinunciare a qualche cacciabombardiere.


Per porre fine a quest’immorale sperpero di soldi pubblici, SEL Vetralla sarà presente: sabato 5 Novembre in Piazza Marconi dalle 10:00 alle 13:00 e domenica 13 Novembre nella Piazza centrale di Cura dalle 10:00 alle 13:00, con un gazebo informativo e per dare la possibilità a tutti di firmare la petizione per la riduzione delle spese militari.

domenica 23 ottobre 2011

A Tarquinia la raccolta differenziata la fa un iGenio

Che il rifiuto sia in realtà una risorsa da recuperare e riciclare è un fatto assodato e, chi più chi meno, tutti i comuni d'Italia si stanno organizzando.

A Vetralla le isole ecologiche Gaia diciamo che stentano a partire, a Tarquinia invece hanno scelto un altro metodo: Igenio.
Igenio è un punto di raccolta mobile, che un furgoncino può trasportare comodamente dove c'è necessità. E' composto da una serie di scomparti, uno per ogni tipologia di rifiuto. Quando è pieno il furgoncino lo carica e lo trasporta al punto di raccolta.
La ditta Lanzi di Viterbo, tra i primi ad utilizzare questa tecnologia, ci spiega che gli impianti sono di proprietà aziendale in comodato d'uso al comune quindi in caso di problemi sarà la ditta a coprire gli oneri di eventuali problemi.

Le statistiche ci dicono che la raccolta domiciliare dei rifiuti (porta a porta) è la metodologia che raggiunge la maggior percentuale di differenziata, ciò non toglie che soluzioni alternative possano essere utili in determinate zone o situazioni. Di seguito il video per conoscere il funzionamento di Igenio.

giovedì 13 ottobre 2011

Che fine ha fatto il sito del Comune di Vetralla?

Problemi? Manutenzione? Non si hanno notizie precise, fatto sta che al momento il sito del Comune di Vetralla è sparito... Chiamiamo "Chi l'ha visto?"
Qualcuno ha notizie?

02/11/2011 Il sito è nuovamente raggiungibile

martedì 11 ottobre 2011

L'Imanpack non è fallita

Un recente articolo comparso sull'Opinione di Viterbo del 30/09/2011 a pag 13 riportava le parole dell'Ass. Bacocco riguardanti le Isole Ecologiche Gaia (di cui abbiamo ampiamente parlato in un precedente articolo):
“La ditta che le ha costruite è fallita ed è stata sostituita. Apriremo almeno tre isole, inoltre, entro fine anno partirà la raccolta differenziata e porta a porta secondo le zone”

Il concetto ci è stato confermato dal Consigliere Giulio Ferrara: "Ci è stato detto che il software è impazzito e raccontato un simpatico aneddoto su una persona che ha rischiato di venire risucchiata dall'isola".

Abbiamo contattato personalmente l'azienda in questione, la quale afferma che problemi burocratici e il commissariamento hanno fatto slittare la messa in servizio. E' stata presentata un'offerta al nuovo assessore e sono in attesa di risposta.
La stessa afferma che sono installate e funzionanti 60 isole sparse in diversi comuni e tutte funzionanti.

Siamo convinti che la raccolta domiciliare sia la scelta migliore per la raccolta ed il riciclo dei rifiuti, e ci rallegriamo del fatto che l'attuale giunta abbia preso in considerazione questa possibilità, però ci sembra esagerato dare informazioni non corrette, se non addirittura false.

Aggiornamento 17/10/2011
Abbiamo ricevuto una precisazione da parte dell'azienda installatrice:
"L'azienda che ha fornito le isole è fallita a marzo del 2011. Il suo nome era IMAN PACK SPA. La nuova azienda si chiama IMANPACK PACKAGING & ECO SOLUTIONS SPA, ha rilevato il marchio ed il know how ad aprile del 2010."
Quindi c'è stato effettivamente un cambio di azienda, anche se apparentemente sembra un banale cambio di ragione sociale, dovuto magari per ragioni contabili, come spesso accade. Però possiamo almeno confermare quanto detto dall'assessore.

mercoledì 28 settembre 2011

Convocazione Consiglio Comunale Vetralla 29/09/2011

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONVOCA
Il Consiglio Comunale in seduta straordinaria, per le ore 9.00 del giorno 29/9/2011, presso la Sala Consiliare del Comune, per la trattazione del seguente
ORDINE DEL GIORNO
1. Lettura e approvazione verbale precedente seduta del 9/7/2011;
2. Interrogazioni, mozioni e interpellanze;
3. Ratifica Delibera Giunta Comunale n. 198 del 4/8/2011;
4. Ratifica Delibera Giunta Comunale n. 207 del 25/8/2011;
5. Riscontro equilibri di bilancio e stato di attuazione dei programmi;
6. Approvazione regolamento di gestione Centro Diurno Alzheimer Distretto VT/4;
7. Errata perimetrazione aree boscate relativa ad alcuni terreni privati in loc. Grignano;
8. Errata perimetrazione aree boscate relativa al alcuni terreni privati in loc. Liste;
9. Revoca Delibera di C.C. n. 37 del 25/7/2008 e della concessione per l’installazione delle antenne di telefonia mobile nel parcheggio “ex area Manzotti” e nella Villa di Cura - verifica e definizione dei siti comunali da destinare per l’installazione delle antenne;
10. Completamento rete fognaria Valli, Pontone e Giardino;
11. Mozione eccidio Sant’Anna in Stazzema;
12. Mozione di solidarietà a favore di iniziative per la liberazione di Francesco Azzarà, volontario di Emergency sequestrato in Darfur;
13. Mozione congruità fatturazioni per erogazione acqua potabile;
14. O.d.G.:Richiesta istituzione Commissione permanente sulle scuole.

sabato 24 settembre 2011

Antenne che spuntano come funghi

Si sa che quando arrivano le prime piogge dopo l'estate cominciano a spuntare, nelle nostre zone, i funghi. Nessuno però se ne sarebbe aspettato uno così grande come quello mostrato in foto.
In effetti, anche se un po' la forma lo ricorda non si tratta propriamente di un fungo, ma di un ripetitore per la telefonia mobile, per la precisione è dell'Ericsson per l'operatore H3G (Tre).
Montata a tempi di record, si trova nei giardini pubblici di Cura di Vetralla, si proprio quei giardini dove c'è una palestra con il tetto in rifacimento da tempo immemore, dove una volta c'erano scivoli e altalene, ed ora lo stato di semi abbandono ricalca lo stato di gestione di questo comune.

La popolazione è stata informata o ancor meglio coinvolta? Sentendo i commenti in giro o leggendo su Facebook non sembrerebbe proprio, eppure Trevi del PD di Vetralla già prometteva battaglia dallo scorso Aprile. L'autorizzazione invece è del 18/03/2011 prot. N. 5274 del comune di Vetralla, ossia quando ancora era commissariata.

Almeno ci avrà lavorato qualche ditta locale... ma non scherziamo. Le ditte coinvolte sono della provincia di Firenze, Bologna e Bari, per un importo totale di 18 mila euro.

Intanto chiunque avesse 3 come operatore è invitato a cambiarlo, dopodiché cominciamo ad organizzare e manifestare il nostro disappunto.

Qualcosa ci dice che la faccenda non finisce qui...

De seguito le foto visibili anche su Flickr



Video di una manifestazione contro le antenne che si è tenuta nel 2007:

Striscia Vetralla

Su Facebook potete iscrivervi al gruppo Striscia Vetralla, creato da Gennaro Giardino,  nasce con l'intento che tutti possano metterci notizie del nostro paese e di promuovere delle iniziative. Per lo scambio di opinioni  nei limiti possibili. Potrete, quindi, trovare, proporre ed affrontare discussioni su proposte per migliorare il nostro paese.

http://www.facebook.com/groups/gennarogiardino/

mercoledì 21 settembre 2011

I Grilli Viterbesi in TV

Nel Talk Show di Rai 3 Cominciamo Bene, andato in onda Venerdì 16 Settembre 2011, hanno avuto spazio, oltre al Movimento Studentesco Nazionale e Movimento Indignados, alcuni rappresentanti del MoVimento 5 Stelle, tra cui il viterbese Gianluca De Dominicis.
Si è discusso del futuro politico di questo paese, del referendum per abbrogare il porcellum, di leggi di iniziativa popolare, di economia. Nel estratto del video pubblicato su YouTube si possono sentire concetti, frasi e ragionamenti che difficilmente approdano in televisione. Nuove idee, nuovo modo di fare politica, persone giovani, semplici, ma preparate e appassionate. Il MoVimento inizia a correre...

giovedì 15 settembre 2011

Referendum contro il Porcellum - Raccolta firme a Vetralla

L'attuale legge elettorale non permette di scegliere i propri rappresentanti che siedono in parlamento. Semplificando: possiamo scegliere il partito, e quest'ultimo nomina a propria descrizione gli eletti.

Il MoVimento 5 Stelle 4 anni fa raccolse 350 mila firme in soli 2 giorni per proporre una legge elettorale diversa (soprannominata PARLAMENTO PULITO): elezione diretta dei candidati, un massimo di due mandati, nessun condannato definitivo eleggibile.
Quella proposta giace ancora in un cassetto del Senato e nemmeno il Cozza Day (di seguito il video dei Grilli Viterbesi) sembra aver smosso le acque.



Altra possibilità che potrebbe far cambiare questa situazione, anche se solo in parte,  è la possibilità di abrogare l'attuale legge attraverso un referendum. E' possibile recarsi al comune per apporre la propria firma necessaria all'approvazione del referendum che si potrebbe votare nella primavera del 2012 dando così la possibilità di eleggere diversamente i nostri rappresentanti nelle elezioni previste nel 2013, sempre che il governo non cada prima.

Nel nostro comune c'è chi si sta adoperando per divulgare informazioni e raccogliere firme, in prima linea c'è il PD Vetralla a sostenere l'iniziativa che a livello nazionale è stata proposta da SEL, IDV ed altri partiti politici ed associazioni: FirmoVotoScelgo.it
Riportiamo di seguito un loro comunicato stampa che ci invita sabato 17 presso il piazzale antistante la Coop di Vetralla dalle 9,00 alle 12,00 mentre domenica a Cura in Piazza S. Maria del Soccorso dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e pomeriggio dalle 17,00 alle 19,00

Vetralla. Raccolte firme contro il Porcellum.
“Noi vogliamo poter scegliere i nostri rappresentanti, per farlo dobbiamo abrogare questa legge elettorale che è indecente”.
Queste le parole del segretario PD Vetralla Emanuele Trevi a proposito della raccolta di firme a favore di un referendum per abrogare l’attuale legge elettorale.
“Porcellum: già da come è stata soprannominata si capisce quanto sia poco valida l’attuale legge elettorale, una porcata.
Con l’attuale sistema – spiega il segretario Trevi – basta essere amici di un segretario nazionale di partito per essere candidati come capolista alle elezioni e di conseguenza cooptati direttamente in parlamento. Noi pensiamo che sia arrivato il momento di restituire alle persone la possibilità di scegliere chi debba rappresentarli.
Forse non molti lo sanno ma fino al 25 settembre c’è la possibilità di firmare per chiedere un referendum abrogativo dell’attuale sistema, noi, come PD Vetralla, abbiamo voluto aderire e sostenere questa campagna perché crediamo che solo restituendo la sovranità al popolo si possa accorciare la distanza tra le persone e la politica.
Quello che c’è oggi è un sistema chiuso che ha prodotto dei veri e proprio mostri in parlamento: ex ballerine o presentatori, show men e attori, gente che non è assolutamente preparata ad affrontare le sfide che i nostri tempi ( duri ) sottopongono alla classe dirigente. Oltretutto questo metodo, che assicura la rielezione in parlamento, favorisce un vero e proprio disinteresse verso gli elettori.
Non c’è da stupirsi se poi ci si ritrova quei sedicenti - responsabili - , in realtà assolutamente irresponsabili, che in parlamento cambiano casacca comprati come al calciomercato.
Onestamente preferiremmo si potesse discutere di queste cose in sede parlamentare, ma visto che questo governo non sembra per niente sensibile al tema, siamo costretti a percorrere altre strade.
E’ bene ricordare che una nostra proposta di legge è pronta e depositata da tempo, aspetta solo di poter essere discussa, valutata e magari aggiustata se necessario, ma evidentemente chiediamo troppo alla casta.
Per concludere ringrazio gli iscritti e i militanti del PD Vetralla che si sono messi a disposizione, lo scorso sabato e domenica, rinunciando al loro tempo libero, per fare si che le persone potessero apporre le firme. Veramente tanta gente ha sottoscritto la richiesta di referendum, così abbiamo deciso di ripetere anche il prossimo week end la raccolta.
Saremo sabato 17 presso il piazzale antistante la Coop di Vetralla dalle 9,00 alle 12,00 mentre domenica a Cura in Piazza S. Maria del Soccorso dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e pomeriggio dalle 17,00 alle 19,00.
Vogliamo scegliere i nostri rappresentanti, vogliamo essere noi a delegarli in parlamento … se li riteniamo all’altezza”

I nostri primi 100 post

Abbiamo aperto questo blog nell'aprile del 2010. Questo che stiamo scrivendo è il 100 articolo ed è un'occasione per fare il punto della situazione.
Abbiamo avuto oltre 6 mila visite, con più di 13 mila pagine viste con una permanenza media di 2 minuti e mezzo.
Questi dati ci confermano che ciò che scriviamo è utile ed apprezzato.
Gli argomenti più letti sono stati le elezioni ed il problema arsenico.

Continueremo a divulgare informazioni utili su Vetralla e sul MoVimento 5 Stelle che sempre di più si sta diffondendo nella nostra nazione. Se avete segnalazioni o volete entrare nel gruppo contattateci compilando il modulo cliccando qui.

giovedì 8 settembre 2011

In arrivo una quarta casa dell'acqua a Vetralla

Logica S.r.l., l'azienda che si occupa delle case dell'acqua nella città di Vetralla, ci conferma la volontà del comune di installare una nuova fontanella presso la frazione La Botte entro fine anno, che si andrà ad aggiungere alle tre già installate. Per lo stesso periodo, veniamo rassicurati, verranno risolti anche i malfunzionamenti per l'erogazione dell'acqua frizzante con l'installazione di nuovi motori più potenti.
Rimaniamo in attesa dell'affissione dei risultati delle analisi chimiche che abbiamo pubblicato in anteprima su questo blog.

Nessuna novità sul fronte, ben più prioritario, dell'eliminazione dell'arsenico alla "fonte" per avere l'acqua potabile direttamente nelle nostre case. Ammettiamo un pizzico di invidia per il Comune di Vitorchiano che ha già risolto il problema in maniera autonoma ed efficiente.

sabato 27 agosto 2011

ZERO tetti fotovoltaici nella Tuscia

Vi ricordate il bando della provincia di Viterbo per installare 1000 tetti fotovoltaici, che abbiamo anche noi pubblicizzato su questo blog? Si è definitivamente sciolto al torrido sole d'estate, lo stesso che potrebbe produrre tanta elettricità gratis.

Infatti in questi giorni stanno arrivando delle lettere raccomandate, a chi ha partecipato al bando, per la restituzione delle spese di istruttoria. Fondamentalmente il bando, così com'è stato pensato, non seguiva le regole del GSE. Riportiamo la lettera integralmente:

OGGETTO: bando "1000 tetti fotovoltaici nella Provincia di Viterbo". Comunicazione cessazione procedure e informativa agli utenti.

Egr. Sig./Sig.ra XXX in riferimento alla presentazione della sua richiesta n° di pratica XXX relativa al bando "1000 tetti fotovoltaici in provincia di Viterbo", che prevedeva la realizzazione di coperture fotovoltaiche su tetti e gazebo in aree aventi determinate caratteristiche, si informa che con Determina Dirigenziale n° 08/755/G del 12/07/2011 è stata dichiarata decaduta la convenzione tra la Provincia di Viterbo e l'associazione temporanea di imprese K-ATI rappresentata dalla KENERGIA SRL.
Tale decisione è maturata dalla mancata realizzazione, nei tempi concordati, degli impianti fotovoltaici da parte del costruttore a causa di complicazioni relative sia alle pratiche presso il Genio Civile per le zone sismiche ma soprattutto per le difficoltà intervenute presso il GSE (Gestore Servizi Energetici) per le modalità di cessione del credito non congruenti con le modalità previste nel bando stesso; pertanto si è deciso di interrompere la convenzione con l'Associazione temporanea di imprese K-ATI.
Tutto ciò comporterà, per coloro che hanno eseguito il pagamento, la restituzione delle somme versate a fronte delle spese di istruttoria previste.
La nostra Tesoreria provvederà al riaccredito delle somme relative all'istruttoria secondo le modalità previste e con i tempi necessari per l'emissione dei relativi mandati di pagamento.
In calce alla presente si trasmettono i dati anagrafici presenti in archivio chiedendo di accertare la loro correttezza ed indicando, in caso non fosse già stato fatto, le coordinate bancarie per il riaccredito di tali somme alla casella e-mail bando1000tetti@provincia.vt.it oppure inviandole nel modulo sottostante a: Provincia di Viterbo-Sett. Ambiente-Uff. Energia-Via Saffi 49 01100 Viterbo.
Qualora non vengano comunicate le coordinate bancarie le somme saranno disponibili presso il Tesoriere Provinciale Carivit filiale di Viterbo sita in Via Giuseppe Mazzini n°129 previo avviso postale.
Ci scusiamo per le difficoltà riscontrate, nostro malgrado, nella realizzazione del progetto e informiamo che i nostri uffici sono a disposizione per eventuali chiarimenti in merito.
Cordiali saluti
IL DIRIGENTE
Ing. Tosini Flavia
-------------------------
Richiesta rimborso spese istruttoria bando "1000 tetti fotovoltaici in Provincia di Viterbo"
Io sottoscritto XXX pratica n° XXX, codice fiscale XXX, con la presente richiedo il rimborso, come da oggetto, delle spese di istruttoria versate pari a €400,00.
Il codice IBAN per effettuare il versamento è il seguente:.......................
Cordiali saluti
Data..................
In Fede
.........................

venerdì 26 agosto 2011

Legge elettorale popolare: parlamento pulito, il 10 Settembre tutti a Roma

4 anni fa sono state raccolte, in un giorno, 350 mila firme per cambiare la legge elettorale. Si chiedeva l'elezione diretta dei candidati, un massimo di due mandati, nessun condannato definitivo eleggibile.
Era il 10 Settembre 2007, giorno del V-Day da cui nacque il MoVimento a 5 Stelle.

Quella legge popolare non è stata mai discussa, rimanendo dentro un cassetto del parlamento.

E' giunto il momento di mobilitarsi. Il prossimo 10 Settembre saremo tutti a Roma in Piazza Montecitorio a pretendere un nostro diritto.

giovedì 25 agosto 2011

Trivellazioni Orizzontali

Molti cittadini Vetrallesi hanno salutato con gioia i lavori di rifacimento del manto stradale che si stanno attuando in molte zone del comune di Vetralla.

La nostra speranza è che non sarà necessario bucare le nuove strade per effettuare lavori di manutenzione o passaggio di tubi e cavi, come successe anni fa a Mazzocchio basso, sarebbe un vero peccato.

A tal proposito vorremmo sensibilizzare i dirigenti e tecnici del comune, informando anche i singoli cittadini, su nuove tecnologie oggi a disposizione come, ad esempio le trivellazioni orizzontali.

In varie parti del mondo, ed anche in Italia, si sta diffondendo una tecnica nuova per effettuare passaggio di cavi/tubi e manutenzione di cavo-dotti sotterranei: DIRECTIONAL DRILLING.
In parole molto semplici si fanno due pozzi alle estremità di un percorso e tramite macchinari appositi si scava orizzontalmente e parallelamente al terreno senza doverlo bucare da sopra. Ovviamente dopo aver effettuato un analisi con opportuni strumenti per verificare la presenza di altri passaggi di tubi.
Questo serve per evitare, ad esempio, di dover chiudere totalmente una strada o dover bucare con i classici "solchi" chilometrici.
Recentemente anche SuperQuark ha trasmesso un servizio sull'argomento.

Esistono varie aziende specializzate che effettuano questo genere di lavori come Edilvie (che oltretutto opera in provincia di Viterbo), Geovie, Lucenti e molti altri.

Speriamo che il nostro comune tenga in considerazione questo suggerimento.

venerdì 19 agosto 2011

Insieme per la Scuola di Vetralla, intervista al presidente Alessandro Stefanoni

Mancano pochi giorni all'inizio dell'anno scolastico e a Vetralla i problemi per questo settore continuano ad aumentare. L'ultimo, in ordine di tempo, è quello della scuola elementare di P.zza Marconi che a causa del prolungamento dei lavori di manutenzione obbliga i dirigenti a trovare soluzioni tampone. I cittadini, i genitori, spesso si sentono impotenti, esclusi, talvolta anche rassegnati. C'è invece chi si ingegna, propone, discute, coinvolge, come il caso del neo comitato Insieme per la Scuola.

Abbiamo intervistato il presidente Alessandro Stefanoni per farci spiegare, brevemente, problemi e soluzioni proposte.


V5S: Cos'è "Insieme per la Scuola"?
AS:  "Insieme per la Scuola" è un comitato spontaneo di genitori senza fini di lucro, apartitico, nato per tutelare i diritti allo studio.

V5S: Perché avete sentito l'esigenza di creare un comitato?
AS:  L'esigenza è sorta dopo aver sentito alcune voci riguardanti il plesso scolastico delle elementari di Vetralla, difatti, a causa di problemi scaturiti in occasione del rifacimento dei pavimenti e solai, la scuola non è pronta ad accogliere gli studenti per il giorno dell'apertura dell'anno scolastico e si prospetta la possibilità che i ragazzi vadano a scuola in un una struttura a Monteromano, dove il trasporto sarebbe assicurato con i pulmini, oppure, scelta peggiore, la scuola il pomeriggio.
Per riuscire a dare voce a tutti i genitori che chiedevano risposte è stato necessario formare un comitato che tramite un rappresentante possa comunicare con le autorità competenti.

V5S: Che tipo di collaborazione avete in mente con gli altri comitati e rappresentanti istituzionali? Apparentemente l'accoglienza è stata un po' "fredda", se non ostile.
AS: Noi siamo pronti a collaborare ed unire le forze con tutti gli altri comitati, anche quelli che sono nati con obbiettivi differenti dai nostri.
Con le istituzioni cercheremo di avere un comportamento collaborativo e di ascolto a patto che si concretizzino i fatti e si risolvano i problemi che reclamiamo, altrimenti saremo pronti ad intraprendere tutte le azioni necessarie per far valere i nostri diritti e quelli dei nostri bambini.
Non c'e' stata nessuna ostilità nei nostri confronti, forse qualcuno pensava che portassimo la bandiera di qualche partito politico, in tal senso vorrei sgomberare il campo da tali maliziose insinuazioni.
V5S: Quali sono i principali problemi delle scuole a Vetralla?
AS: Nell'immediato ci preme il problema della scuola elementare di Vetralla e nello specifico che i bambini possano andare a scuola la mattina e vengano sistemati, seppur provvisoriamente, in strutture idonee situate nel territorio del comune di Vetralla.

V5S: Avete già delle proposte per risolvere tali disagi?
AS: Qualche idea c'e' stata, sia da parte mia che da parte di altri componenti del comitato, purtroppo non abbiamo ne le competenze ne la facoltà per poter individuare strutture idonee ad una scuola, quello che abbiamo fatto finora è valutare le proposte che ci sono state indicate.

V5S: Come commentate le soluzioni proposte dall'attuale giunta comunale (qui per dettagli)?
AS: La proposta ci sembra valida, speriamo che la direzione didattica, tramite il consiglio di circolo, si pronunci in maniera positiva verso la scelta dei plessi individuati dall'amministrazione. 

V5S: Chi è invitato a partecipare al comitato, come può aderire e come contattarvi?
AS: Tutti i genitori che vogliono sottoscrivere la nostra iniziativa, possono aderirvi firmando gli appositi fogli che abbiamo disposto nei luoghi maggiormente frequentati di Vetralla, per rimanere in contatto con noi basta cercarci su facebook: "Insieme per la Scuola

giovedì 28 luglio 2011

L'acqua delle fontanelle scotta?

Riceviamo una segnalazione su presunti illeciti da parte delle società che gestiscono le "Case dell'Acqua".

"A Viterbo un 'film' già proiettato alla Procura della Repubblica di Mantova?" pubblicato su LaTuaVoce.it

Per completezza di informazione pubblichiamo anche le risposte fornite dal diretto interessato, il Sig. Silvano Morandi:

mercoledì 27 luglio 2011

Più di mille famiglie hanno usufruito delle Case dell'Acqua

In 30 giorni di servizio sono 1100 le schede attivate per attingere all'erogazione dell'acqua dearsenizzata presso le tre fontanelle presenti a Vetralla.
223.000 litri d'acqua (circa 7.760 al giorno) di cui solo per il punto di Piazza Funari più di 88.000 litri.
Questi sono i dati forniti da Logica S.r.l. la ditta che gestisce le Case dell'Acqua.
A breve verrà installato il totem per la ricarica monetaria della scheda per l'acquisto dell'acqua refrigerata e gassata che costa 0,50€ per un litro e mezzo, ricordiamo invece che l'acqua liscia non refrigerata è gratuita.
Di seguito alcuni articoli per approfondire:
Non ci sono novità per quanto riguarda l'installazione degli impianti che dovrebbero portare acqua potabile nelle nostre case e molti temono che il terremoto finanziario/politico che sta scuotendo  la Talete possa far ulteriormente ritardare la loro messa in opera.

mercoledì 13 luglio 2011

Consiglio comunale Vetralla 09/07/2011 - Resoconto

Segnaliamo la pubblicazione del resoconto del secondo consiglio comunale di Vetralla svolto il 09/07/2011
Ringraziamo Vetralla Bene Comune e Passione Civile per l'impegno sulla trasparenza.


Ciao a tutti,
come promesso cerco di farvi un resoconto dopo ogni consiglio comunale. Stavolta il compito è più difficile, visto che il Consiglio di sabato è durato circa 6 ore (dalle 10 alle 16). I punti all'ordine del giorno erano veramente molti, vado in ordine (accorpando i punti quando è il caso)
. Continua su SELVetralla.it


Questo è il resoconto dell'ultimo Consiglio Comunale di Vetralla che si è tenuto il 09/07/2011
Innanzitutto vogliamo sottolineare che come da richiesta protocollata di Passione Civile il consiglio si è svolto in un giorno tale da permettere di partecipare a molta più gente del solito.
Riportiamo cosa è successo in base all'ordine del giorno prefissato
continua su PassioneCivileVeltralla.org

Di seguito un articolo di Emanuele Faraglia su “l’Opinione di Viterbo e Alto Lazio“:


Maggioranza compatta, opposizione agguerrita, ma disunita in qualche
caso.Nell’atteso consiglio comunale di ieri il sindaco Sandrino Aquilani ha
ricordato, prima di iniziare i lavori, la bella vittoria di Marco Ferri nel
campionato italiano di tennis dei vigili urbani. Dopodiché il primo cittadino ha
ricordato ai presenti di aver rispolverato il progetto di ristrutturazione
dell’ex FCNA per consentire un ritorno di servizi sanitari adeguati al
territorio. Il progetto, che prevedeva anche
continua su DanieleCamilli.it


martedì 5 luglio 2011

Convocazione Consiglio Comunale Vetralla 09/07/2011

Ringraziamo il consigliere Sandro Costantini di Passione Civile per la segnalazione. Inviatiamo i cittadini di Vetralla a partecipare. Di seguito il testo della convocazione e l'ordine del giorno per il consiglio comunale di Sabato 9 Luglio:

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE


CONVOCA

Il Consiglio Comunale, in seduta straordinaria, per le ore 9.30 del giorno 9/7/2011 presso la Sala Consiliare del Comune, per la trattazione del seguente

ORDINE DEL GIORNO

1. Lettura ed approvazione verbale seduta precedente;

2. Comunicazioni del Sindaco;

3. Interrogazioni, mozioni e interpellanze;

4. Tariffa per lo smaltimento dei RR.SS.UU. presso l’impianto di Casale Bussi – Ditta Ecologia Viterbo s.r.l. : determinazioni;

5. O.d.G.- Incremento della tariffa di conferimento in discarica relativamente all’impianto di Casale Bussi a Viterbo;

6. Provvedimenti contro la Determina Regionale n. B3785 del 12/5/2011 che stabilisce la tariffa definitiva per lo smaltimento dei rifiuti nell’impianto di Casale Bussi;

7. Definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni;

8. Ricostituzione Commissione Elettorale Comunale – Nomina componenti;

9. Designazione consiglieri nella Commissione comunale per l’aggiornamento degli Albi dei Giudici Popolari di Corte d’Appello e Corte d’Assise d’Appello;

10. Elezione e nomina dei rappresentanti del Consiglio Comunale in seno al Consiglio della Comunità Montana;

11. Determinazione della misura del gettone di presenza consiglieri comunali e Presidente del Consiglio Comunale – Anno 2011;

12. Nomina rappresentante Consorzio Bonifica Maremma Etrusca;

13. Proroga convenzione con il Comune di Vitorchiano per il servizio associato delle funzioni di Segreteria;

14. Regolamento per il funzionamento delle Commissioni consiliari permanenti. Modifica;

15. Approvazione Piano attuativo preventivo e schema di convenzione per l’edificazione su terreni siti in Fraz. Tre Croci;

16. Piano di lottizzazione Consorzio “Il Giardino 2009”. Adozione elaborati tecnici e schema di convenzione;

17. Mozione contro il nucleare presentata dai gruppi consiliari di minoranza;

18. Mozione contro l’estradizione di Cesare Battisti.

La seduta, senza interruzione, terminerà, compatibilmente con lo stato di trattazione dei punti all’ordine del giorno, alle ore 14.00.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Giuseppe VENANZI

domenica 3 luglio 2011

Aumento della tariffa per i rifiuti all'orizzonte

La Regione Lazio prevede l'aumento della tariffa per il conferimento dei rifiuti nell'impianto di Casale Bussi a Viterbo, dove finiscono anche i rifiuti indifferenziati di Vetralla, che passerà da 79,30€/tonnellata a 93,20€ (pochi anni fa era a 53€).
Ciò comporterà, inevitabilmente, un aumento di spesa per il Comune di Vetralla, e quindi per tutti i cittadini, visto che, stando ai dati del 2009, solo un misero 17% dei rifiuti viene differenziato e riciclato.
Le discariche si riempiono, i costi aumentano, gli inceneritori fanno più danni che altro. L'unica possibilità che rimane è quella di attuare politiche di riduzione dei rifiuti e di incentivazione al riuso e riciclo.
Serve l'impegno di tutti i cittadini e ovviamente di una buona amministrazione. Il flop, prevedibile, di Gaia, della precedente giunta ci fa sperare nulla di buono.

Il Consigliere Comunale Sinistra Ecologia e Libertà gruppo Vetralla Bene Comune Giulio Ferrara ha espresso su un articolo pubblicato su Facebook, e riportato sul sito di SEL Vetralla, la sua posizione. Segnaleremo eventuali risposte.

giovedì 30 giugno 2011

La mozione dei Grillini non passa, a Viterbo si continuerà a bere arsenico

16 voti contrari, 12 favorevoli, qualche astenuto e molti assenti. Confusione, consiglieri richiamati all'ultimo secondo, votazioni ripetute. Questo è il risultato della votazione alla mozione presentata dal comitato No Arsenico alla giunta comunale di Viterbo.
Il MoVimento 5 Stelle di Viterbo, promotore del comitato, si dichiara deluso ma non sconfitto. Forti del consenso dei cittadini continueranno la loro campagna per ottenere un'acqua veramente potabile. Nel frattempo i viterbesi si dovranno accontentare delle poche fontanelle dearsenizzate attivate, e degli impianti che la Regione Lazio dovrebbe installare per i siti di approvvigionamento che superano abbondantemente i limiti, lasciando invariati gli altri che continueranno a non essere fruibili comunque per donne in gravidanza, bambini ed esercenti.
Di seguito i video della discussione e della votazione.
A Vetralla cosa succederebbe secondo voi presentando una mozione simile?



Post correlati: