sabato 23 giugno 2018

Dichiarazioni di voto Consiglio Comunale del 21/06/2018

4. Modifica piano industriale soc. Vetralla Servizi a r.l.;
Visti gli atti in commissione questo è solo un piccolo passo non risolutivo ma incoraggiante quindi voto favorevole.


5. Integrazione programma fabbisogno incarichi esterni anno 2018;
Si ripresenta nuovamente, sotto altra forma, questo incarico comunicativo, vista l’inefficacia  anzi direi l’inesistenza della precedente esperienza e dato che noi non percepiamo assolutamente, questa vostra necessità, come prioritaria per l'amministrazione vetrallese, al contrario ravvisiamo un ennesimo sperpero di risorse, questa volta 900 €. Voto contrario

6. Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 118 del 31/5/2018 avente ad oggetto “1^ variazione al bilancio di previsione 2018/2020”;
È una variazione di bilancio meramente tecnica, non solo per l’accertamento d’entrata su capitoli non direttamente gestiti dal comune, come per i fondi regionali, ma  altri aggiustamenti derivano da cattiva programmazione o quanto meno superficiale come, ad esempio, le spese telefoniche delle scuole che già dall’anno scorso erano state implementate per un aumento di potenza dell’ADSL per utilizzare le lavagne LIM. E così come altri capitoli che abbiamo già evidenziato in commissione quindi dichiaro voto di astensione


7. Approvazione convenzione per lo svolgimento in forma associata del servizio di Segreteria comunale;
Questa convenzione arriva qui in consiglio dopo nemmeno un mese dalla revoca della precedente, non siamo contrari ad una nuova convenzione, questa poi è anche più attinente geograficamente visto che condividiamo alcune questioni con Monteromano, ma porremo voto di astensione visto la poca chiarezza di tutto il processo.

8. Alienazione relitto Stradale località Mazzacotto
Voteremo favorevolmente perché di fatto l’occupazione è datata e quell’aria è indisponibile all’ente da tempo. Dall’allegato grafico del catasto  si nota una sovrapposizione tra sede stradale e proprietà privata e viceversa. Questa situazione esiste in più zone del Comune come a  Mazzocchio, Mazzacotto e altre zone nate dall’espansione urbana su quella rurale. Quando poi si va a cedere una proprietà ci si accorge di questi errori e si deve correre tra uffici vari quindi vi invito a provvedere a ricontrollare tutte queste situazioni quanto prima.

Risposta: Sappiamo che vi sono queste situazioni ma gli uffici sono già oberati quindi dovremmo dare un incarico esterno
Replica: E allora dato un incarico esterno completo perché questo necessario

Interrogazioni con risposte Consiglio Comunale 21/06/2018

Al Sindaco Coppari:

  1. Area crollata sulla S.R. Cassia in fondo al paese, vorremmo sapere come sta procedendo la situazione.
    R: Il crollo è dovuta una grotta semi abbandonata. È stato fatto un primo intervento di messa in sicurezza in seguito a un sopralluogo dei vigili del fuoco per escludere ulteriori pericoli, sono stati installati i new jersey in plastica che vedete. Oggi è stato fatto un report alla prefettura e ora indicheremo la proprietà ad Astral che prenderà i dovuti provvedimenti.

All’Assessore Tosini:

  1. Abbiamo visto la delibera sulla variante ai lavori sul manto stradale, vorremmo sapere cosa è stato necessario integrare.
    R: assente. Nessun altro risponde

All’Assessore Postiglioni:

  1. Finanziamento reti di imprese, nello specifico il progetto del giardino d’inverno, a che punto siamo?
    R: Stiamo alla progettazione esecutiva c’è ancora qualche rifinitura da fare
  2. La famigerata area di sgambamento cani, che fine ha fatto?
    R: Faccio “mea culpa”, non siamo ancora riusciti a portare avanti l’argomento per questioni più importanti

All’Assessore Pasquinelli:

  1. Attesa sottoscrizione contratto per appalto igiene, vorremmo sapere se ci sono sviluppi e se questa proroga fino a metà luglio, possa essere considerata una facilitazione alla ditta prima aggiudicataria, che non sta ottemperando ai suoi doveri in funzione della sottoscrizione del contratto. abbiamo anche visto una proroga tecnica fino a settembre all'attuale ditta affidataria, quindi si pensa ad un ulteriore slittamento?
    R: C’è stato un cambio di amministrazione della cooperativa assegnataria della gara quindi è stata richiesta nuovamente tutta la documentazione necessaria. Contiamo di arrivare alla firma del contratto metà luglio, la proroga tecnica è stata fatta considerando che dalla firma del contratto l’amministrazione tempo altri 45 giorni per la consegna quindi si arriva a settembre.
  1. Protezione Civile: è stata stipulata finalmente questa convenzione? Avete deciso che importo conferire ai volontari del soccorso? Lo scorso Consiglio ci aveva detto che si sarebbe fatta entro fine mese.
    R: C’è stato un nuovo incontro e probabilmente la prossima settimana sottoscriveremo la convenzione.
  2. Rispetto alle nostre interrogazioni sul piano di Protezione Civile e la sua attuazione che le abbiamo posto negli scorsi consigli, ha finalmente approfondito quanto doveva per darci delle risposte:
    - piano neve a quando, tabellazione zone di stazionamento a quando, incontro annuale divulgativo a quando?
    R: La tabellazione di vari uffici dovrebbe esserci una bozza il prossimo mese, l’incontro si ipotizza tra ottobre novembre, lavoreremo anche sulla realizzazione del piano neve.
  3. A che punto è la rimozione dei rifiuti nei pressi della ferrovia?
    R: Affidato l’incarico, inizierà a breve la rimozione.
  4. Sono stati fatti i sopralluoghi alle isole Gaia come ci aveva anticipato il 31 Maggio? Che esito hanno dato?
    R: No, ipotizzo nei prossimi giorni.
  5. Abbiamo visto la richiesta della Talete per l’escavazione di due nuovi pozzi, ci chiediamo se nell’individuare queste nuovi punti sia stato tenuto in considerazione la possibilità di selezionare falde prive di arsenico. non stiamo parlando di fantascienza ma di un lavoro che Talete ha già effettuato, in collaborazione con l’un. della Tuscia in un protocollo gratuito, che per il comune di Corchiano ha individuato punti di approvvigionamento sicuri. quindi perché non invitare le parti a effettuare un lavoro risolutivo?
    R: Non so
    Replica: È importante che il Comune si faccia promotore di un tavolo tra Talete e l’università per trovare soluzioni a lungo termine sia per quanto riguarda la contaminazione da arsenico che per la portata necessaria.
  6. Depuratore dei reflui, sappiamo che è situato di controlli inviato risultato è questo comune vorremmo conoscere le risultanze.
    R (Sindaco): È competenza di Talete
    Replica: È a carico di Talete la manutenzione degli stessi ma i risultati delle analisi sono inviate anche al Comune di appartenenza.
All’ Assessori Palombi:

  1. Scuole, siamo a conoscenza di una nuova problematica relativa alla scuola primaria di Cura. Sembra che in seguito alle iscrizioni per il prossimo anno scolastico, la certificazione CPI non sia più sufficiente.
    A tal proposito vorremmo sapere:
    • come mai ci sono voluti mesi per rispondere alla segnalazione del dirigente scolastico avvenuta ad inizio anno, procrastinando così i tempi per eventuali organizzazioni a tutti i livelli, da febbraio avete risposto ad aprile con una prima comunicazione di richiesta dati...
    • si sono vagliate altre strade, come, ad esempio, quella ventilata dallo stesso dirigente riguardo una deroga ad un’ala della scuola;
    • si sono studiate soluzioni riguardo trasporto scolastico di supporto per l’eventuale spostamento a Vetralla della classe in esubero e quale costo avranno;
    • soprattutto, incontrerete i genitori insieme al dirigente per trovare una soluzione partecipata.
      R: Ci abbiamo messo tempo a rispondere perché abbiamo fatto i dovuti approfondimenti per quanto riguarda deroghe sulla stato dell’immobile ne risponde l’assessore ai Lavori Pubblici che però non è presente, per il trasporto scolastico si lo garantiremo stiamo valutando con gli uffici il miglior modo e incontreremo i genitori a brevissimo assicuriamo che saremo vicino alle famiglie per creare il minimo dei disagi.
Come procede la convenzione con la Splendid circa la possibilità di far effettuare lavori socialmente utili ai migranti?
R: C’è stata proprio questa mattina una riunione apposita per decidere come distribuire i vari servizi inizialmente avevamo previsto che già dall’8 maggio avrebbero partecipato a delle attività poi è slittato per perfezionare le coperture di inail eccetera.

mercoledì 20 giugno 2018

Consiglio Comunale 21/06/2018

Il Consiglio Comunale in seduta straordinaria, per le ore 15.00 del giorno 21/6/2018, presso la sala
consiliare del Comune, per la trattazione del seguente
ORDINE DEL GIORNO
1. Comunicazioni del Sindaco;
2. Lettura, approvazione verbali sedute precedenti;
3. Interrogazioni, mozioni e interpellanze;
4. Modifica piano industriale soc. Vetralla Servizi a r.l.;
5. Integrazione programma fabbisogno incarichi esterni anno 2018;
6. Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 118 del 31/5/2018 avente ad oggetto “1^
variazione al bilancio di previsione 2018/2020”;
7. Approvazione convenzione per lo svolgimento in forma associata del servizio di Segreteria
comunale;

lunedì 18 giugno 2018

Interrogazioni e risposte Consiglio Comunale del 31/05/2018

Al Sindaco Coppari:

  1. Vetralla Servizi: ci  risulta che sono stati eseguiti dalla stessa dei lavori di manutenzione ordinaria presso l’immobile di via delle carceri concesso per il progetto “Casa delle Donne”. In particolare parliamo di interventi di natura ordinaria quali tinteggiatura ed altro. Dallo schema di convenzione sottoscritto tra l’aggiudicatario e il comune, all’art. 4 punto 2 è scritto:
4.2) I locali sopra descritti vengono concessi in uso gratuito, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano attualmente, che il Concessionario dichiara di conoscere per averne preso visione e conoscenza prima della sottoscrizione della presente convenzione. Da contratto al Comune spettano solo i lavori straordinari.
Allora le chiedo chi ha inviato gli operai della Vetralla Servizi a tale mazione distraendoli dai lavori previsti dal disciplinare stesso? perchè vengono eseguite delle opere in violazione della convenzione stessa?
R (Tosini): Non c’è distrazione di personale e nessun illecito, per stato di fatto e di diritto si intende lo stato dell’immobile in sé, la Vetralla Servizi comunque tinteggia gli immobili comunali di consuetudine come fatto alla sede dei Servizi Sociali.
Replica (Ciucci): Non comprendo la risposta, se fosse vero che la tinteggiatura è una consuetudine mi chiedo come mai non sia stato riservato lo stesso trattamento anche all’immobile ex scuola elementare di tre croci anch'esso concesso a terzi.

  1. Sempre Vetralla Servizi: dalla riorganizzazione della stessa ne doveva scaturire un efficientamento dei servizi già svolti, ma non sembra così.
    Nel disciplinare della manutenzione del verde si legge che oltre allo sfalcio delle erbe delle zone a loro assegnate vi sono la cura delle siepi e la potatura degli alberi oltre che la messa a dimora di fiori. Ad oggi queste lavorazioni sembrano inesistenti, ai giardinetti della Selvarella gli alberi insinuano sulla strada fino ad altezza uomo e le siepi sfuggite, alla Villa ci sono piante secche nelle aiuole per non parlare dei giardini a Cura di Vetralla. Anche quel che riguarda la manutenzione del cimitero, i cittadini tutti non ne percepiscono interventi alcuni. Come state monitorando il miglioramento dei servizi, in che maniera lei come socio unico si rapporta con l’amministratore e con i responsabili che esercitano il controllo analogo per verificare i rapportini che vengono redatti?
    R (Tosini): Il ritardo della manutenzione del verde è stato causato dai giorni di pioggia.
  2. Riguardo la geotermia, vista la possibilità dell’insediamento di pozzi sia di alta che di media entalpia nelle zona, per effetto della fine della moratoria regionale sui progetti di alta entalpia di competenza ministeriale e della redazione in corso del piano energetico regionale per quelli di media entalpia, come si pone questa amministrazione? Sappiamo anche che la provincia di Viterbo ha inoltrato una bozza di delibera su questo tema ma vorremmo conoscerne l’orientamento di esse oltre che la vostra posizione in merito.
    R (Tosini): Non abbiamo affrontato la questione, è materia di competenza superiore a quella comunale e in mancanza di normative chiare trovo inefficace valutare delibere negazioniste a priori. Se si presenterà valuteremo.

All’Assessore Tosini:

  1. Incarico di responsabile del settore ambiente ed urbanistica è stato recesso in maniera unilaterale dallo stesso così lasciando incompiuti due atti importanti che stava curando: la stipula del contratto per il servizio di igiene urbana e la proposta di revisione del piano regolatore da portare a V.A.S.
    Vorremmo che ci desse maggiori informazioni a riguardo e come state riorganizzando la situazione, di conseguenza le chiediamo nuovamente quanto manca all’imminente revisione del PRG.
    R: Il dirigente si è dimesso, per motivi personali,  anticipatamente rispetto a quanto previsto, ossia il 30 giugno. In ogni caso il PRG non subirà ritardi. Temporaneamente è stato assegnato ad altri l’incarico dei due settori, proprio oggi abbiamo deliberato in giunta la nuova organizzazione che probabilmente cambierà ancora per effetto dei nuovi contratti appena entrati in vigore che ridefiniscono le competenze dei vari ruoli.
  2. Decoro urbano: è stato rimandata la revisione del regolamento all’approvazione del PRG, ma a parte il decoro che devono mantenere i cittadini, quello che è dato dall’amm. pubblica con alcuni elementi urbani ormai disfatti non è da buon esempio. Visto che quando abbiamo approvato il piano industriale della Vetralla Servizi si è parlato che la nuova organizzazione degli operai che seguono le manutenzioni, avrebbe permesso la programmazione di piccoli lavori in tutti i campi, come i trasporti di arredi e piccole riparazioni. Ci chiediamo perché non vengono indirizzati per la sistemazioni di cartelli fatiscenti o caduti, pali vuoti e posizionati in mezzo ai marciapiedi ecc.
    R: Complicato su singoli interventi, manca una ricognizione completa e comunque è un'esigenza secondaria.
  3. Riguardo alla “call for proposal” per efficientamento energetico al quale avete recentemente partecipato con il progetto di riqualificazione dell’immobile della villetta comunale, ci era stato comunicato che gli altri immobili comunali non potevano essere oggetto di attività poichè avevano in essere un contratto di “servizio energia” per quanto riguarda la parte termica.
    Ritroviamo invece la recente delibera 112 dello scorso 24 maggio 2018 che riguardo ad una precedente call al quale l’ente aveva partecipato con l’immobile adibito a scuola elementare di Cura, si presenta la stessa situazione ma, in questo caso, si è ovviato evitando di conferire i vantaggi energetici al concessionario stesso.
    Perché non avete usato la stessa metodologia? riguardo un efficientamento energetico che non sia termico ma elettrico, come a titolo di esempio il fotovoltaico nella sede dei servizi sociali, ci chiediamo come può interferire con il contratto sull’energia termica e se non si possa utilizzare la stessa metodologia?
    R: Per motivi tecnici dovuti ai tempi di ammortamento della variazione del contratto energetico in essere, variazione dovuta al non trasferimento del vantaggio economico da efficentamento post lavori, alla ditta esecutrice del contratto energia. Nella nuova call non avremmo avuto i tempi necessari.
    In ogni caso a nostro parere non è corretto agire su più strutture prendendo in considerazione solo un aspetto del quadro generale come, ad esempio, quello energetico. Preferiamo affrontare ogni struttura nel suo complesso dove, come ad esempio alla villetta, l’intervento richiesto è stato affiancato da altri che adeguassero la struttura dal punto di vista sismico.

All’Assessore Postiglioni:

  1. Il bando affidamento per le fasce antincendio è stato pubblicato solo il 25 maggio, mentre lo scorso consiglio di aprile ci aveva detto che era tutto pronto, come mai questo ritardo rispetto le sue affermazioni?
    R: Ritardo dovuto a una riorganizzazione degli uffici. Il patrimonio ora deve seguire i lavori del dirigente che si è dimesso. Saranno eseguite a breve.
  2. PSR prevenzioni incendi, sempre al consiglio del 27 aprile ci ha detto che non aveva notizie in merito. Ora ne ha?
    R: Ufficiosamente sembra che saremo assegnatari di circa 350mila euro, appena sarà ufficiale prometto che convocheremo una commissione apposita per parlare delle priorità che vi andranno inserite nella redazione progettuale finale.
  3. Segnalazione da avversità atmosferica per danni da gelata del febbraio scorso: dopo l’interrogazione fatta qui in consiglio ed il colloquio con l’ufficio avevamo appurato che il comune aveva inoltrato comunicazioni di danni su tutto il territorio e che quindi non erano necessarie le singole segnalazioni. Infatti doveva avvenire un sopralluogo della Regione sul territorio per appurare lo stato. Vorremmo sapere se questi sopralluoghi sono stati effettuati o se al contrario bisogna incitare gli interessati ad inoltrare la segnalazione visto che al protocollo del Comune in questi giorni ne sono arrivate molteplici, quasi a testimoniare che vi sia stato un cambiamento nella procedura da attuare.
    R (Carloni): Sopralluogo effettuato da parte di un agronomo incaricato dalla Regione. Non è necessario effettuare singole richieste. Il danno sulla struttura dell’ulivo non supera il 30% del territorio e quindi probabilmente  non verranno erogati indennizzi in merito, mentre sicuramente verrà riconosciuto l’indennizzo per danno sulla produzione, ma attendiamo il resoconto ufficiale.

All’Assessore Pasquinelli:

  1. Protezione Civile: è stata stipulata finalmente questa convenzione? Avete deciso che importo conferire ai volontari del soccorso?
    R: Non ancora, c’è stato un altro incontro, probabilmente la convenzione si farà entro la fine di Giugno, l’importo verrà proporzionato in base ai servizi che offriranno.
    Replica (Ciucci): La campagna antincendio è vicina ed è necessario quanto prima mettere nero su bianco questa convezione.
    R: L’anno scorso anche se senza convenzione, attraverso la direzione operativa regionale, hanno sempre risposto alle necessità come gli incendi estivi.
  2. Rispetto alle nostre interrogazioni sul piano di protezione civile e la sua attuazione che le abbiamo posto negli scorsi consigli, ha approfondito quanto doveva per darci delle risposte?
    R: No
  3. Sfalcio erba. Sono stati risolti i “problemi tecnici” di cui ci ha accennato nel consiglio del 27 Aprile? La situazione delle banchine delle strade e di molte aree della città è disastrosa, comprendiamo i problemi legati alle piogge ma di tempo perso pensiamo ce ne sia stato abbastanza.
    R: Situazione tragica causata dalle forti piogge e da macchinari obsoleti. La Vetralla Servizi si è dotata di un nuovo macchinario in questi giorni.
  4. A che punto è la rimozione dei rifiuti nei pressi della ferrovia? Avete deciso se installare o meno i paletti come ci aveva accennato il 27 aprile?
    R: Dalle analisi è arrivata la conferma che si tratta di amianto. Sono arrivati i preventivi per la rimozione che avverrà a breve, dopodichè il passaggio verrà chiuso.
  5. Appalto igiene urbana, oggi era il termine indicato in determina di assegnazione definitiva per sottoscrivere il contratto, a che punto siamo? È stato sottoscritto? Sono stati fatti i sopralluoghi delle Isole Gaia? Quali sono stati gli esiti?
    R: Proprio oggi abbiamo avuto un incontro con la cooperativa. il Ritardo è causato dal cambio del responsabile del servizio e dalla conseguente scadenza di alcune certificazioni che andranno ora chiesti nuovamente. Per le isole Gaia verranno fatte nuovi sopralluoghi, probabilmente la prossima settimana.
  6. Via Francigena, lo stato dei camminamenti della francigena lungo il paese è imbarazzante. Un cattivo biglietto da visita per tutti noi, a quando la ripulitura? Era il 2016 quando si era presentato un problema sul percorso in loc. Pontarello, visti gli attraversamenti di terreni privati non convenzionati o espropriati dalla Regione che ha stabilito in quel tratto il passaggio. Ha mai preso in mano questa situazione? Ha contatti con la proprietà e soprattutto con la Regione Lazio per ovviare ogni qualsiasi problema sia per i pellegrini che per i proprietari della zona? Ha mai segnalato che proprio in quel punto i pellegrini sono costretti ad attraversare il letto di un fosso secco che però in condizioni meteo di pioggia o appena dopo è pressoché impraticabile e di conseguenza si necessita l'installazione di un ponticello di sicurezza sullo stampo di quelli presenti in situazioni simili a Sutri?
    R: Anche qui la situazione è tragica e stiamo valutando quali soluzioni attuare per il verde. per il percorso ci fu un incontro con il proprietario, per ora sembra che la situazione sia sotto controllo ma non ci sono sviluppi con la rgione.
    Per l’attraversamento del fosso le soluzioni trovate sono di complessa realizzazione.

All’ Assessori Palombi:
  1. Sono più partiti i progetti di orto sociale che erano andati a bando di coprogettazione a fine 2017?
    R: No, poiché la coop prima arrivata ha partecipato agli incontri di co-progettazione poi d’improvviso si è ritirata, ora si è ripartiti con la seconda assegnataria e partiranno a breve.


All’ Assessori Costantini:8
WiFi4EU, ci sono novità sulla partecipazione del Comune a questo bando e sul progetto?
R: In attesa risposta, prevista dopo il 15 Giugno.

Dichiarazioni di voto Consiglio Comunale 31/05/2018

4. Approvazione rendiconto di gestione – 2017;

È chiaro che la doppia convocazione del consiglio comunale, avvenuta con largo anticipo, sia servita semplicemente a comunicare alla prefettura che, nonostante non sia stato rispettato il termine previsto per l'approvazione del rendiconto di gestione, come previsto dal TUEL, il Consiglio aveva già assunto l’impegno di una data certa, in modo tale da evitare richiami e, in un certo senso, impropriamente far avallare lo sforamento.
È altresì chiaro che questa necessità si crea per motivi tecnici di redazione della documentazione necessaria, sempre più ricca di adempimenti che l’ufficio cerca di portare avanti nel limite del possibile. Infatti anche quest’anno è stato conferito l'incarico esterno di supporto per la redazione del conto economico patrimoniale. Allora ci chiediamo come pensate di poter sostenere il settore ragioneria al meglio, visto che uno dei settori più importanti all’interno dell’amministrazione e perchè non è stato chiaramente comunicato alla capigruppo sul perché si stabiliva con largo anticipo la data del secondo consiglio, inusuale rispetto al resto delle sedute.
In tema di obiettivi preposti nel previsionale 2017 alcuni di questi non sono stati pienamente centrati, ad esempio l’alienazione dei lotti che avevamo sottolineato già durante il previsionale o il miglioramento della tutela boschiva che passa anche dall'installazione delle nuove tabelle che normano gli accessi con i veicoli.

Rispetto agli annunci si attendono ancora la revisione del PRG come grosso motore trainante di altre situazioni sia per la programmazione che per l’attuazione degli obiettivi su viabilità, decoro, opere e altro.
L’avvio della nuova gestione dei rifiuti ancora è pendente, poco chiara e quasi nessun contrasto fattivo è stato messo in piedi nello scorso anno per contrastare i conferimenti illegittimi nel nostro territorio, scaricando in tariffa le relative conseguenze.

Dal punto di vista contabile il rendiconto denota che la gestione dei residui attivi non è ancora migliorata: aumentano alcuni accertamenti ma questi poi non vengono confermati da riscossioni efficaci, cosicché i residui che ne derivano non fanno altro che lievitare l’FCDE vincolando di fatto il bilancio sia da un punto di vista finanziario che di cassa.
Tra questi residui la voce che desta sempre maggior scalpore rimane l’accertamento delle violazioni del codice della strada.
Anche il fondo pluriennale vincolato è in crescita, sottolineando il motivo stesso della sua istituzione, cioè la differenza temporale tra l’inizio di un procedimento di entrata o di spesa e la sua effettiva conclusione. Entrambi i dati dovrebbero far riflettere sul perché si crea questa difficoltà di riscossione e quali settori rendere più snelli ed efficaci.
La nuova riorganizzazione degli uffici e dei responsabili doveva in parte far evidenziare un miglioramento netto a questi aspetti, specialmente nel FPV ma ad oggi non è così evidente ed omogeneo, e visto che l’assetto interno cambierà nuovamente, vi incoraggiamo a valutare attentamente le esigenze organizzative dell’ente affinchè rimuoviate tutte le possibili cause che ne appesantiscono i processi.

Infine dal punto di vista della programmazione possiamo dire di notare ancora molta incertezza, che scaturisce in variazioni di bilancio, storni e compensazioni numerose a fine anno. Non essendovi pianificazioni efficaci messe in atto, ad esempio sui budget delle manutenzioni e delle contribuzioni alle iniziative, il risultato che si percepisce è che la spesa sia spesso inefficace e frammentata.

Per tutto quanto esposto dichiaro voto contrario


5. Approvazione Piano di Utilizzazione Aziendale Ditta Bacocco Mirko;

Ritirato atti non pronti.


6. Adeguamento Statuto ESCO Provinciale Tuscia S.p.A. ai sensi del D. Lgs. N. 175/2016 “Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica” - Modifica Delibera di Consiglio Comunale n. 56/2017;

Premesso che la società Esco ad oggi non svolge nessuna attività attinente al proprio scopo per questo Ente e non lo ha fatto in precedenza soprattutto per il settore energia.
Del suo operato ricordiamo solamente il progetto naufragato dei 1000 tetti fotovoltaici, e dai dati si constata che sono due anni che ha un bilancio a zero.
Questo ente provò anche ad alienare le quote societarie che detiene senza successo.

Tenuto anche conto che abbiamo già adeguato lo statuto di questa partecipata alle normative e lo stiamo rifacendo, bisognerebbe capire se esiste una vera strategia nei confronti di questa partecipata o se si sta solamente proseguendo a meri adempimenti burocratici.

Rispetto alle modifiche proposte possiamo dire che ricalcano pienamente lo schema già adottato per Talete, segno che questo è un indirizzo meramente politico e non pienamente tecnico, menzionato anche in delibera tra le premesse.
Valutando allora questa decisione di introdurre anche qui il comitato del controllo analogo ribadiamo il fatto che:
  • si demanda l'esecuzione di questo controllo a dei sindaci scelti in base a dei criteri di popolazione, che non hanno la competenza tecnica di valutazione per dare veti efficaci nei compiti previsti;
  • all’art. 25 ter comm. 7 si autorizza il comitato ad esprimere valutazioni e pareri che obbligano la società a conformarsi in tema di modifica dello svolgimento dei servizi, prezzi applicati non vincolati già da leggi e stipula di accordi e convenzioni, compiti che si rifanno alla gestione stessa che solitamente sono ben scritti nel piano operativo annuale votato dai soci, che è compito dell’amministratore portare avanti e dei soci tutti eventualmente modificare.

Quindi nuovamente a nostro parere si demanda il controllo analogo ad un gruppo ristretto senza corretto supporto e competenza, non attuando il vero controllo analogo congiunto che prevedono le norme e si rimanda invece altri aspetti a possibili patti parasociali di cui non si conoscono le intenzioni. Per tutto questo esprimiamo parere contrario.


7. Convenzione con il Comune di Sutri per lo svolgimento in forma associata del servizio di Segreteria Comunale – Recesso unilaterale;

Vorremmo capire esattamente le intenzioni della giunta su questo punto. In commissione si è parlato sia della necessità, o possibilità, non è ben chiara quale delle due, di utilizzare le ore di servizio in più che tornano in capo all’ente dopo la recessione e sia della possibilità di sottoscrivere nuove convenzioni con altri enti, con i quali forse ci sono stati già dei contatti.
Se ci sono in vista nuove convenzioni non capisco come non vengano già enunciate e perchè rimane così vaga la motivazione di questa scelta.

Visto il dibattito che evidenzia una non chiara motivazione anche se favorevole ad avere in capo all’ente più ore della segreteria generale dichiaro voto di astensione.

R: I tempi per un passaggio ad un altro ente non sono certi, abbiamo instaurato un dialogo con il comune di  Monteromano.