sabato 30 dicembre 2017

Dichiarazioni di voto Consiglio Comunale 28/12/2017

Di seguito gli argomenti trattati e le nostre dichiarazioni di voto durante il Consiglio Comunale del 28/12/2017


4. Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 282 del 30.11.2017 avente ad oggetto: “12^ Variazione di bilancio 2017/2019”;

Voto favorevole.

5. Approvazione Piano Industriale Vetralla Servizi 2018/2020;

Vorremmo fare innanzitutto una considerazione sulle commissioni che si sono svolte per tale punto. La prima è stata convocata con parte della documentazione mancante e senza un referente della maggioranza che sapesse rispondere alle nostre domande dal punto di vista politico e senza l’amministratore della Vetralla Servizi per la parte tecnica.
Ciò ha comportato di dover convocare un’ulteriore commissione che si è svolta solamente ieri.
Prendiamo atto delle scuse dell’Assessore Postiglioni ma questo modus operandi, irrispettoso del ruolo istituzionale delle minoranze e del funzionamento dell’ente, non è la prima volta che si palesa, denota una disorganizzazione ed un approssimazione che disattende completamente le belle intenzioni che il Sindaco ha annunciato più volte parlando di tempi e partecipazione più collaborativi.
Dal punto di vista pratico, tale iter ha portato a una correzione continua degli atti, visto che abbiamo evidenziato errori di denominazione dei servizi o di riporto delle cifre nelle tabelle che, anche se non costituiscono un problema sostanziale, non sono ammissibili per dei documenti oggetto di delibera. Ne ritroviamo anche uno nella bozza di delibera stessa dove  tra le premesse si richiama la precedente DCC 46/2014 che approva il piano industriale precedente che va dal 2015 al 2019 e non al 2017 data di scadenza dei soli contratti dei servizi.
Analizziamo ora i contenuti: come già evidenziato in commissione il piano a nostro parere è carente di informazioni, chi lo leggesse per la prima volta, senza conoscere la Vetralla Servizi e i suoi compiti, non capirebbe niente. Le modifiche apportate, che siamo sicuri effettuate di concerto con i responsabili dei servizi e e nell’ottica di efficientamento, non sono messe a confronto con le soluzioni precedenti a dimostrarne l’efficacia e la coerenza delle scelte.
Non vi è un riepilogo storico delle cifre degli affidamenti precedenti con specifico dettaglio delle riduzioni e dei risparmi ottenuti.
Non è riportata neanche un’ipotesi di diversi scenari (analisi di sensitività) sullo sviluppo futuro della stessa società, in termini di sostenibilità di nuovi affidamenti dei servizi per la crescita necessaria del fatturato per rientrare nei parametri imposti dal cosiddetto decreto Madia.
Dichiariamo da subito un voto di astensione che però si rivolge più alla forma e al processo di formazione di questo atto come ho espresso in premessa, in quanto siamo comunque concordi nel proseguo da parte della Vetralla Servizi delle esecuzioni dei servizi in house che svolge e siamo sicuri che il lavoro di riorganizzazione ed efficientamento è in corso ma, sinceramente, ci aspettavamo un qualcosa in più.

Nessun commento:

Posta un commento