mercoledì 27 dicembre 2017

Da tre anni attendiamo l’attuazione della Legge Regionale sull’acqua pubblica

Da tempo è in atto un tentativo di ripubblicizzazione del servizio idrico, con la quale gli amministratori pubblici devono prendersi la responsabilità di gestirlo ad esclusivo beneficio della popolazione e non scaricare i tanti problemi esistenti sui cittadini.
Ripubblicizzare non significa che i singoli Comuni si riprendono in carico da soli la gestione dell’intero servizio, bensì trovare la giusta formula di cooperazione tra più Comuni per garantire un servizio di qualità al costo più basso e non lasciare questo bene comune in mano ad aziende private che non mirano agli interessi delle persone ma basano le loro azioni sulla logica del profitto.

Nel Lazio, la strada già è stata tracciata, grazie ai cittadini stessi che si sono costituiti nel Forum dell’Acqua, nello specifico il coordinamento regionale acqua pubblica lazio, che scrissero, raccolsero le firme e fecero un costante pressing per la proposta di legge di iniziativa popolare “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque” divenuta successivamente Legge Regionale ad aprile 2014 (L.R. n. 5/2014).

Ricordiamo che fu votata all'unanimità dall'aula, compresi gli stessi soggetti che oggi continuano a impedire che possa essere attuata.

Sono passati tre anni dall'approvazione della legge ma ancora mancano i passaggi finali nonostante le continue richieste dei cittadini e delle opposizioni.

Una totale incoerenza rispetto all'approvazione della legge probabilmente causata dal piano politico nazionale che vuole dare la gestione alle grandi aziende quotate in borsa ignorando completamente il volere popolare espresso con il referendum del 2011.

Per tale ragione presenteremo una mozione al prossimo Consiglio Comunale di Vetralla, dove chiederemo un impegno alla Giunta e al Sindaco Coppari di sollecitare il Presidente e la Giunta della Regione Lazio ad attuare la L.R. 4 aprile 2014.

P.S. Da oggi puoi seguirci anche sul nostro canale Telegram

Nessun commento:

Posta un commento