lunedì 20 marzo 2017

Abbassiamo la tassa sui rifiuti a chi fa l’autocompostaggio

Al prossimo Consiglio Comunale abbiamo intenzione di impegnare il Sindaco e la Giunta ad abbassare la tassa sui rifiuti alle famiglie che compiono il compostaggio domestico.

Attualmente la raccolta differenziata a Vetralla è ridicola, meno del 15%, e siamo in attesa che l’amministrazione Coppari partorisca un nuovo bando dopo aver “gettato nell’indifferenziato” quello della giunta Aquilani. L’annullamento del bando ci sta comportando cospicue nuove spese tra avvocato e futuri nuovi incarichi oltre ad un allungamento di tempi.

Anche qualora dovesse partire una raccolta differenziata seria, la gestione dei rifiuti organici sarà una questione nodale. Tali rifiuti, infatti, rappresentano tra il 30 e il 35% del totale. La loro raccolta e smaltimento comporta un costo considerevole. Le strategie sono numerose, tra cui le compostiere di comunità o le compostiere domestiche. I rifiuti organici diventano facilmente compost che può essere utilizzato come concime.

La nostra proposta è molto semplice, incoraggiare da subito i cittadini a gestire correttamente i rifiuti organici e premiare chi già lo fa attraverso un piccolo sconto sulla TARI.

La spesa potrebbe essere coperta facilmente spalmandola sul resto dei cittadini nel rispetto del principio che chi meno inquina meno paga.

Questa soluzione è già usata da altri Comuni con incoraggianti risultati: con il tempo le compostiere diventano uno strumento diffuso e non più un’eccezione, i costi di raccolta e smaltimento diminuiscono e l’ambiente ringrazia.

Spesso le soluzioni semplici sono anche efficaci. Basta solo premiare le buone abitudini.

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. 52

    Senza contare che solo i cittadini coinvolti dal servizio devono pagare. Un comune che non porta urbanizazione, acqua, servizio rifiuti nelle periferie non ha diritto a pretendere alcunchè dalle medesime.

    RispondiElimina
  3. 52

    Senza contare che solo i cittadini coinvolti dal servizio devono pagare. Un comune che non porta urbanizazione, acqua, servizio rifiuti nelle periferie non ha diritto a pretendere alcunchè dalle medesime.

    RispondiElimina
  4. Senza contare che solo i cittadini coinvolti dal servizio devono pagare. Un comine xhe nonnporta urbanizazione, acwua, servizio rifiuti nelle periferie non habdiritto a pretendere alcunchè dalle medesime.

    RispondiElimina