lunedì 28 novembre 2016

Prossimo Consiglio Comunale Giovedì 1 Dicembre ore 15.30

Consiglio Comunale ore 15.30 del giorno 01/12/2016

Ordine del giorno:

  1. Comunicazioni del Sindaco
  2. Lettura, approvazione verbale seduta precedente
  3. Interrogazioni, mozioni e interpellanze
  4. Approvazione nuovo Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni al transito dei veicoli a motore sulle strade dei boschi e terreni comunali
  5. Integrazione Programma incarichi Piano di Zona - Anno 2016
  6. Richiesta autorizzazione utilizzo somme vincolate a favore della Regione Lazio derivanti dai proventi dei terreni già gravati da uso civico espropriati dall'anas. Determinazioni
  7. Approvazione regolamento per la definizione dei criteri e modalità di calcolo delle sanzioni e delle somme da corrispondere a titolo di oblazione in materia di abusi edilizi
  8. Approvazione regolamento distrettuale registro dei soggetti accreditati per l'erogazione dei Servizi di assistenza domiciliare integrata a favore di persone anziane non autosufficienti, disabili adulti e minori.
  9. Ratifica del. G.C. n 229 del 25/10/2016 avente ad oggetto:sistemazione idraulica Fosso di Setano - approvazione progetto definitivo richiesta finanziamento D.G.R.L. 511/2016 e determinazione R.L.G10773 del 26/09/2016”.
  10. Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n 234 del 27/10/2016 avente ad oggetto “avviso pubblico Reti di impresa - approvazione progetto di massima recupero e riqualificazione area verde - 6a variazione al bilancio di previsione”.

Video #IODICONO Vetralla 27 Novembre 2016

In vista del referendum costituzionale del 4 Dicembre 2016 ecco il video dell'incontro che abbiamo organizzato a Vetralla #IODICONO

lunedì 21 novembre 2016

#IoDicoNo Dom 27/11 ore 15.30 Palazzo Zelli Vetralla

Domenica 27 Novembre alle 15.30 presso Palazzo Zelli, in Via Scriattoli nel centro storico di Vetralla, si svolgerà un incontro con i cittadini in vista della riforma costituzionale su cui siamo chiamati ad esprimerci mediante il referendum del 4 Dicembre.

Sono 47 su un totale di 139 gli articoli che Renzi e la sua maggioranza vogliono modificare. Dal bicameralismo paritario, al funzionamento delle istituzioni, dalla soppressione del Cnel alla revisione del Titolo V.

Argomenti complessi che incidono e incideranno però nella nostra vita quotidiana e che cercheremo di spiegare con parole semplici.
Per un voto consapevole.

Interverranno

Dott.ssa Calpicchi Fabiola, tributarista, laureata in scienze politiche alla Sapienza ed economia aziendale a Viterbo.

Avv. Lilia Ladi, iscritta presso il foro di Viterbo.

#IoDicoNo

www.Vetralla5stelle.it

sabato 19 novembre 2016

Banchetto informativo referendum costituzionale Dom 20/11 Cura di Vetralla

Domenica 20 Novembre dalle ore 10 in Piazza Cura di Vetralla banchetto informativo in vista del prossimo referendum costituzionale del 4 Dicembre #IoDicoNo.

Prosegue la campagna informativa di Vetralla5Stelle in vista del referendum costituzionale del 4 Dicembre.

Un referendum che non ha necessità di quorum per essere valido e che noi tutti dobbiamo comprendere fino in fondo per un voto consapevole.

Gli argomenti trattati da questa modifica costituzionale sono complessi ma incideranno profondamente nella nostra vita quotidiana. La democrazia del nostro paese, la possibilità di partecipazione da parte del singolo cittadino sono in grave pericolo.

Vieni a incontrarci e parliamone insieme.
www.vetralla5stelle.it

sabato 12 novembre 2016

Dichiarazione di voto Consiglio Comunale 08/11/2016

Di seguito gli argomenti trattati e le nostre dichiarazioni di voto durante il Consiglio Comunale dell'8 Nevembre.

OdG 5) Approvazione Regolamento del Servizio Piedibus.

Come tutti i regolamenti crediamo che siano necessari i giusti tempi di confronto e valutazione per entrare correttamente nel merito. Comprendiamo la richiesta di un’approvazione d’urgenza per riprendere quanto prima il servizio ma, come già espresso in commissione, dalla sperimentazione ad oggi esistevano i tempi necessari per diversi passaggi in commissione.
Abbiamo espresso pubblicamente parere positivo a tale iniziativa, criticando solo alcuni aspetti della sperimentazione, come quello sulla declinazione di responsabilità da parte degli accompagnatori.La declinazione che troviamo invece oggi sul modulo, come chiarito dalla consigliera Sanetti, ha lo scopo di poter lasciare i bambini alla fermata in autonomia, declinando le responsabilità degli accompagnatori, poichè autorizzati dai genitori a fare da soli il tragitto fermata-casa. Da un nostro ulteriore controllo però tale operazione viola la legge, come confermato anche da alcune sentenze della corte di Cassazione e quindi dovrebbe essere tolto per non esporre l’ente a rischi legali.
Per questo proponiamo la seguente mozione:
chiediamo che sia eliminata, dal modulo d’iscrizione, la casella
“Autorizziamo nostro/a figlio/a ad effettuare da solo il tragitto casa/fermata e viceversa, esonerando da qualsiasi responsabilità gli accompagnatori ed il Comune”
-----Mozione accolta-----

Mozioni consigliere Zelli e Gidari:

Dichiarazione di voto:

Vista l’importanza di tale iniziativa e vista la fattiva collaborazione data dalle mozioni di tutti i consiglieri, al miglioramento del regolamento, dichiariamo voto di favorevole.

OdG 6) Integrazione Programma incarichi - Anno 2016.

Ad un mese dalla fine dell’anno di competenza, dovremmo integrare il programma incarichi esterni per destinare tale impegno economico a “un incarico fiduciario per comunicazione esterna dell’ente”, del quale non si evince che tipo di comunicazione e di che quantità. Questo compito, non essendo prioritario per noi, pensiamo possa essere effettuato in altro modo ed anche se è una piccola cifra rispetto al bilancio comunale, poteva essere impiegata su altre vere necessità. Per questo esprimiamo voto contrario.

OdG 7) Riorganizzazione posteggi mercato settimanale di Vetralla. Determinazioni.

Abbiamo seguito il lavori negli uffici, partecipato alla riunione avvenuta in questa sala con alcuni degli assegnatari dei posteggi, visto l’impegno nel provare a mantenere il mercato settimanale all’interno dell’asse principale del centro storico, esprimiamo parere favorevole a questa riorganizzazione sperimentale.

OdG 8) Adesione alla Stazione Unica Appaltante/Centrale di Committenza istituita dalla Provincia di Viterbo. Determinazioni ed approvazione schema di convenzione e regolamento.

Discussione:
Vorremmo chiedere i seguenti chiarimenti all’assessore Tosini, esponente del provvedimento:
come mai si è scelta la S.U.A. della Provincia di Viterbo rispetto alle altre presenti nel territorio, come quella della Comunità Montana dei Cimini (dove sono già aggregati, Capranica, Ronciglione e molti altri) che bandisce già gare importanti, o come quella delle cittadine costiere (Montalto, Tuscania ecc); mentre comunque quella da voi scelta ad oggi non è ancora realmente avviata?
Si è fatta una comparazione dei costi tra le varie opzioni territoriali?
Risp.: Quella dei cimini ci sembra già satura visti i Comune che accoglie, l’altra è lontana. non è stata fatta una valutazione economica di comparazione.

Dichiarazione:
Ci asteniamo da questa votazione in quanto, nonostante i chiarimenti dell’assessore, a causa comunque di una pessima programmazione delle commissioni e del Consiglio Comunale, non ci sono stati i tempi per una approfondita valutazione se questa scelta si la migliore per il nostro Comune.

OdG 9) Approvazione Piano di emergenza comunale di Protezione Civile.

Siamo felici di aver contribuito, durante la commissione, con le correzioni e le proposte che sono state accettate, prevedendo, ad esempio, cadenze annuali per gli incontri divulgativi e l’installazione di segnaletica per le zone di attesa. Esprimiamo parere favorevole a questo piano più che necessario.

OdG 10) Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 198 del 29/09/2016 avente come oggetto: "3^ Variazione al Bilancio di Previsione 2016-2018".

Questa variazione, come la prossima all’ordine del giorno, sono sistemazioni di capitoli diventati incapienti, come già successo in precedenza e in parte eredità di ordinanze elettorali della passata amministrazione. Essendo quindi consequenziale alla mancata programmazione e a sopravvenienze non possiamo esprimere un parere di totale approvazione ne diniego nelle scelte quindi dichiariamo voto d’astensione.

OdG 11) Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 199 del 29/09/2016 avente come oggetto: "4^ Variazione al Bilancio di Previsione 2016-2018".

Voto: astensione.

OdG 14) Mozione gestione servizi sanitari del comprensorio ASL VT-4 e razionalità nell’ubicazione della struttura.

Concordiamo pienamente con il consigliere Gidari sulla necessità primaria di mantenere i servizi del distretto VT-4 sul nostro territorio, sia per la nostra popolazione che  per la centralità rispetto a quella degli altri comuni del distretto.
Per questo ci uniamo all’invito per il Sindaco di fare tutto ciò che è possibile per evitare lo spostamento e mantenerli in loco. Fatta questa considerazione la parte della mozione che riguarda il vecchio ospedale è, a nostro parere, irricevibile. Nonostante sia una struttura da recuperare non risponde più alle necessità di una cittadella della salute.
Chiediamo quindi al consigliere Gidari di modificare l’impegno della mozione togliendo le specifiche degli immobili.
----Il consigliere Gidari non accetta la modifica----
Per questo dichiariamo voto di astensione

Interrogazioni e risposte Consiglio Comunale 08/11/2016

Di seguito le interrogazioni che abbiamo portato nello scorso Consiglio Comunale dell'8 Novembre con le relative risposte da parte degli assessori e consiglieri di maggioranza. Se al prossimo Consiglio vuoi chiedere qualcosa al Sindaco o agli Assessori saremo lieti di farti da portavoce. Contattaci (clicca qui) oppure inviaci una segnalazione, anche anonima (clicca qui).

Per le dichiarazioni di voto clicca qui.

All’Assessore Postiglioni:

  1. Visto che il programma pubblicato sulla prossima Festa dell’Olio era temporaneo e utilizzato solo per la richiesta dei fondi alla Regione Lazio. Vorremmo sapere se è pronto il programma ufficiale e se avete avuto risposta per il finanziamento della Regione Lazio e dei contributi dagli sponsor privati?
    R: Fiduciosi sul finanziamento. Programma definitivo verrà pubblicato a giorni.
Abbiamo organizzato un pool di lavoro, la gestione è demandata alla Proloco, gli incontri con i finanziatori privati sono andati bene.
  1. A che punto si trova l’assegnazione della pineta di Tre Croci?
    R: Per ora sono state aperte le buste ed ammesse tutte la domande pervenute tranne una.
  2. Ci è stato segnalato che delle staccionate presenti nella tenuta da Montecalvo, sono andate distrutte a causa dei lavori per la superstrada, vorremmo sapere se l’ente ne è a conoscenza e cosa vuole fare in merito.
    R: Situazione sotto controllo, l’ANAS provvederà al ripristino, il delegato Carloni segue la vicenda.
  3. Sono arrivate manifestazioni di interesse per la concessione della scuola di Tre Croci:
    R: Più di una ma non sa quanti di preciso

All’assessore Pasquinelli:

  1. Molti cittadini ci segnalano difficoltà e complicazioni per il conferimento di rifiuti presso l’isola ecologica a La Botte che insieme ad una scarsa informazione rende tale risorsa sottoutilizzata,
    In attesa del nuovo bando per la raccolta differenziata, che con l’occasione vorremmo sapere a che punto si trova, sarebbe opportuno provare a semplificare l’accesso all’area.
    R: Attendiamo l’autorizzazione dalla Regione per dare la possibilità di conferire i RAEE qualsiasi giorno del mese.
  2. A seguito dell’ordinanza 85/16 per il corretto conferimento dei rifiuti nei cassonetti vorremmo conoscere quanti controlli/multe sono finora scaturiti e, soprattutto, in che percentuale sono stati colpiti i non residenti nel Comune, che a nostro giudizio sono la causa principale della saturazione dei cassonetti,  e se si sono già registrati dei miglioramenti.
    R: 40/45 multe, quasi la totalità non residenti.
  3. Sempre in merito alla suddetta ordinanza, vorremmo chiederle se le  strategie di comunicazione messe in campo le ritiene adeguate visto che ad oggi molti cittadini ne sono ancora ignari.
    R: Si stanno valutando strategie per una migliore comunicazione.
  4. Continuano a pervenire segnalazioni in merito a via Scriattoli, vicolo della Cera, piazza Franciosoni, riguardo l’igiene da escrementi di piccione, sporco e ratti.dai nostri sopralluoghi abbiano notato un miglioramento dell’igiene di questi, tranne che per un palazzo aperto e pieno di sporcizia nel vicolo dell’ospedale, cosa si è fatto o si sta facendo in merito a quella struttura?
    R: Verranno fatti dei sopralluoghi.
  5. Si affronterà la problematica dei cassonetti troppo vicino alle scuole di Cura? (chiesto da Gidari) R: Provvederemo. Il Comune acquisterà dei cassonetti (nuovi o usati) per sanare quelli in condizioni precarie e coprire eventuali mancanze.

All’assessore Palombi e Tosini

  1. Quali sono i motivi del ritardo della consegna del cantiere per la Mensa scolastica di Piazza Marconi?
    R: Mancano i certificati antimafia.
  2. Quali controlli si stanno effettuando sulla struttura di piazza Cavour e quali sono i tempi, nel frattempo quali provvedimenti si stanno mettendo in campo, per fornire le tre classi oggi non disponibili.
    R: La verifica effettuata è visiva e comparativa con lo studio sismico fatto in precedenza dalla scorsa amministrazione.
    Chiesta disponibilità aule presso il Plesso Canonica, in attesa che i dirigenti decidano le dislocazioni delle sezioni. La speranza è di ottenere finanziamenti per l’adeguamento sismico.

All’asssessore Tosini:

  1. In merito al progetto di recupero dell’area a verde sopra le mura, premettendo che tali giardini sono da recuperare e valorizzare, vorremmo capire perchè si è proceduto al finanziamento di quest’opera in via prioritaria senza invece intervenire sulla riapertura della viabilità in Via del Cimitero Vecchio.
    Vista la criticità dell’edificio sovrastante sul quale si dovrà procedere con la messa in sicurezza, se tale progetto possa entrare in contrasto sulla messa in sicurezza dell'edificio e se viceversa lo stesso non arrechi pericolo al giardino,
    Come si pensa di agevolare l’accesso all’area dei visto l’unico ingresso oggi presente e se lo si ritiene ancora necessario a supporto per l’avviso “reti di imprese” visto che siamo alla chiusura dei termini e abbiamo notizie del ritiro dell’adesione da parte di molti commercianti.
    R: Il Giardino d’Inverno ha lo scopo di valorizzare il centro storico, organizzando una zona espositiva e in collaborazione con la Rete d’Impresa che si sta costituendo. Prevista anche la valorizzazione dei resti della Rocca.
    Per Via del Cimitero Vecchio si è ottenuto il parere positivo della soprintendenza e si sta procedendo con il finanziamento dell’opera. Per l'accessibilità si è previsto un nuovo ingresso da piazza della Rocca.

  1. Siamo a conoscenza dei controlli effettuati presso le strutture scolastiche da parte dei Nas, della ASL e dei Vigili del Fuoco. Vorremmo sapere se avete informazioni sull’esito di tali verifiche.
    R: Ad oggi tali verifiche conosciute hanno dato esito negativo.
  2. Molti pendolari ci segnalano problemi presso il parcheggio stazione alla stazione ferroviaria. La mancanza di segnaletica e delimitazioni non rende ottimizzato lo spazio del parcheggio che mediamente raccoglie molte meno auto rispetto alle reali capacità. Siete a conoscenza di tale problema? Come e quando avete intenzione di risolverlo?
    R: Al momento non ci sono interventi in progetto ma il problema è conosciuto e si provvederà.
  3. In merito all’intervento di manutenzione stradale avvenuto in via S. Pietro dove è stato deciso di apporre dell’asfalto invece di provvedere al ripristino della pavimentazione originale. Vorremmo capire le se è intenzione dell’amministrazione di farlo e perchè non è stato fatto in questa occasione. R: Per quella via già c’è un progetto redatto sotto la giunta Aquilani, per il quale è stato richiesto finanziamento. Al momento era urgente una sistemazione in vista dell'inaugurazione della chiesa restaurata di San Pietro.

  1. In merito alla vostra delibera n 229 per la sistemazione idraulica di Fosso Setano e la relativa richiesta fondi, vorremmo sapere quali sono le previsioni dei tempi di risposta da parte della Regione sul finanziamento e di esecuzione.
    R: Confermato il finanziamento.
  2. Situazione rotatorie, come mai ancora non partiti i cantieri (chiesto da Aquilani)
    R: E’ in corso una perfezione della convenzione con Astral, questione di giorni. A breve verranno avviati i lavori.
  3. Semaforo guasto all’incrocio in via Croce dei Pasquini, ormai da tempo in attesa di riparazione, a quando la riparazione e come mai non c’è stata ancora la variazione di bilancio per la spesa?(chiesto da Zelli)
    R: In attesa della scheda di ricambio, la variazione è stata fatta in giunta, in via di pubblicazione.
  4. Segnaletica pedonale/orizzontale/verticale da migliorare (chiesto da Gidari)
    R: Verrà effettuato prima uno studio complessivo sulla viabilità.

Al Consigliere Ghaleb

  1. Situazione Archivio Storico. (chiesto da Aquilani)
    R: Si sta procedendo alla digitalizzazione e catalogazione. La ricerca di una nuova sede procede, la difficoltà principale deriva dal peso di oltre 14 tonnellate che rende difficile la localizzazione di una struttura idonea.

Consigliere Greco risponde all’osservazione di Aquilani sul contrasto ai volatili molesti.
R: Verrà seguita la delibera della Provincia basata su uno studio dell’Università della Tuscia.

venerdì 11 novembre 2016

#IoDicoNo parte la campagna per il NO a Vetralla

Domenica 13 Novembre dalle ore 10 in Piazza Marconi a Vetralla banchetto informativo in vista del prossimo referendum costituzionale del 4 Dicembre #IoDicoNo.

È una battaglia che appartiene ai cittadini, non è di sinistra, non è di destra, non è di centro. È la battaglia di tutti. La Costituzione è il patto civile su cui si fonda la Repubblica Italiana, la Carta che ci tiene tutti assieme, da Lampedusa a Predoi, che ha consentito al Paese di costruire uno Stato sulle ceneri della seconda guerra mondiale. Ora la nostra Costituzione è in pericolo, stravolta da una maggioranza di deputati e senatori che siedono abusivamente in Parlamento: la legge con la quale sono stati eletti, il “Porcellum”, è stata dichiarata incostituzionale. Ciò nonostante hanno avuto l’arroganza di mettere mano alla Carta fondamentale del Paese, generando un caos: il Senato resta dov'è, immunità elargita a consiglieri regionali e sindaci, procedimenti legislativi che si moltiplicano. La Costituzione si può modificare, ma non così e non ad opera di queste persone.

DIECI MOTIVI PER VOTARE NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE

  1. Per salvare i principi fondamentali della Carta voluti dai Padri costituenti nelle forme e nei limiti della Costituzione [APPROFONDISCI]
  2. Per mantenere il principio costituzionale dell’uguaglianza e libertà del voto. [APPROFONDISCI]
  3. Per evitare che circa i due terzi dei parlamentari siano nominati dai capipartito e che il Parlamento sia alle dipendenze del capopartito del partito che con un solo voto in più vince tutto. [APPROFONDISCI]
  4. Perché dal bicameralismo perfetto si passerà a quello confuso. Infatti non solo il Senato non viene abolito, ma potrà esserci un continuo conflitto da una Camera all'altra, con dei senatori che lavoreranno part time solo per ottenere l’immunità e avranno anche il potere di mettere le mani sulla Costituzione. [APPROFONDISCI]
  5. Perché si è persa una grossa occasione per ridurre davvero i costi della politica, e dopo si dirà che si è già tagliato abbastanza. [APPROFONDISCI]
  6. Perché le firme da raccogliere per le leggi di iniziativa popolare passeranno da 50 a 150 mila e il quorum per i referendum si ridurrà solo con un aumento delle firme da 500 mila a 800 mila. [APPROFONDISCI]
  7. Perché il leader del partito vincitore, anche se rappresentasse solo il 20-25% dei votanti, o anche meno, sarà padrone del Governo, del Parlamento, del Quirinale e potrà avere una grande influenza sulla composizione degli altri organi costituzionali e su quelli di controllo (le Authority), oltre che sulla Rai. [APPROFONDISCI]
  8. Perché la riforma della legge fondamentale della Repubblica è stata approvata a colpi di maggioranza, senza un ampio consenso parlamentare e con l’uso di antidemocratici espedienti tipici della casta, come quello del ‘canguro’ che ha fatto decadere tutti gli emendamenti al testo presentati dalle opposizioni. [APPROFONDISCI]
  9. Per evitare che sia molto più facile approvare leggi che limitino i diritti dei lavoratori, il diritto alla salute, le pensioni: diritti tutelati dalla prima parte della Costituzione, che possono essere compromessi solo stravolgendo la seconda. [APPROFONDISCI]
  10. Perché, nonostante questo Parlamento sia stato eletto con una legge elettorale dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale, ha riscritto a colpi di maggioranza antidemocratica 47 articoli della Costituzione. [APPROFONDISCI]
Maggiori informazioni su www.iodicono.it

mercoledì 9 novembre 2016

Passione Comune vota per partito preso

È da poche ore terminato il 5° Consiglio Comunale dell’era Coppari. Come annunciato nei giorni scorsi abbiamo portato due mozioni, una per la creazione di un albo e regolamento perla consulta delle associazioni e per la pubblicazione online del loro elenco e la seconda per una revisione della TOSAP visto gli ultimi sviluppi legislativi.

Siamo stati lieti di venire a conoscenza, sia durante la commissione sia nel Consiglio, che quanto da noi richiesto per l’albo è già in fase di elaborazione da parte della nuova Giunta.
Il Consigliere Ghaleb ci ha raccontato che stanno elaborando una versione digitale dell’elenco delle associazioni ed hanno intenzione di creare dei tavoli di lavoro (che andrebbero correttamente chiamate consulte come previsto nello statuto comunale) in base agli argomenti e alle tipologie delle associazioni.
Per una volta è emersa apparentemente una totale sintonia tra la nostra richiesta presente nella mozione e la direzione presa dall’attuale amministrazione. Ciononostante per ragioni al momento incomprensibili ci è stato chiesto di ritirare la mozione e dopo il nostro diniego è arrivata la bocciatura.
Unica nota di colore l’astensione degli assessori Costantini e Pasquinelli.

Lo stesso Costantini però subito dopo cambia atteggiamento. La proposta della nostra seconda mozione si scontra con la sua disapprovazione. Inizialmente il problema apparentemente risiedeva nel fatto che all'interno della mozione fosse richiesto di “prevedere possibili” esenzioni o riduzioni per i cittadini che volessero ristrutturare la facciata delle proprie abitazioni, se residenti nel centro storico. Il motivo è che, senza una previsione dei futuri conti del Comune, tale indirizzo politico non poteva essere accettato.
Nonostante la nostra fosse solo una richiesta di “prendere in considerazione” abbiamo deciso di compiere un passo verso la maggioranza, proponendo di eliminare quella sezione della mozione e lasciando solo l’impegno a rivedere il regolamento della TOSAP, vista l’anzianità del documento e la mancanza di numerosi dettagli tecnici.
Nemmeno tale proposta è stata accettata poiché prematura; secondo loro il regolamento potrà essere modificato solo quando, a inizio anno, sarà stilato il bilancio.
Anche in questo secondo caso, la maggioranza apparentemente vuole muoversi nella direzione suggerita dalla nostra mozione ma senza approvarla.


In questi cinque Consigli Comunali abbiamo portato numerose proposte bocciate per incompatibilità politica d’idee e metodi tra noi del M5S e la maggioranza. Mai avremmo pensato però di vederci rifiutate delle mozioni che dichiaratamente concordano con l’operato della Giunta. A pensar male verrebbe da domandarsi se la contrarietà derivi solo dal fatto che siamo stati noi a proporle.

lunedì 7 novembre 2016

La squadra Coppari non sa più comunicare

La comunicazione organizzata da questa nuova amministrazione è apparsa fallace fin dai primi giorni. Gli eletti e gli altri partecipanti alla lista Coppari, che fino al giorno prima delle elezioni scorrazzavano sui social network, sono caduti nell'oblio più totale. Molti simpatizzanti hanno raccontato di un vero e proprio muro tra gli eletti e il resto del gruppo con divieto di parola.
Queste però sono chiacchiere da bar, ciò che conta è la mancanza di comunicazione tra amministrazione e cittadino.

Comunicazione che dovrebbe essere bidirezionale e indirizzata verso la totale trasparenza, anche se la strada intrapresa dalla giunta Coppari va esattamente nel senso opposto, così come per la bocciatura dell'APP Decoro Urbano e delle riprese streaming del Consiglio Comunale.

Che dire poi dello scarso aggiornamento delle notizie presenti sul sito o dei comunicati stampa inviati col contagocce ai giornali online e cartacei. Il risultato è che gli incontri organizzati, per esempio, con i commercianti per il progetto delle reti d'impresa o sul programma di protezione civile e molti altri eventi sono rimasti pressoché sconosciuti a gran parte dei vetrallesi che devono accontentarsi del passaparola.

La giunta Coppari ha deciso di correre ai ripari e siccome, secondo loro, nessuno è in grado di scrivere un comunicato stampa, né tra i politici né tra il personale amministrativo, saranno spesi 1000€ per affidare tale incarico a un esterno, da qui a dicembre e che magari continuerà anche dopo la fine dell’anno con costi tutti da definire.

Uno sperpero di denaro pubblico che potrebbe essere risparmiato e speso per cause più nobili. Ci ricordiamo tutti i begli articoli durante l’amministrazione Aquilani e la campagna elettorale scritti da Passione Civile, SEL e PD, e non riusciamo a capire che fine abbiano fatto tali capacità.

MoVimento 5 Stelle Vetralla

domenica 6 novembre 2016

La partecipazione mette in moto la democrazia

Al Consiglio Comunale dell'8 novembre porteremo una mozione con cui vorremmo introdurre uno strumento di democrazia e partecipazione.
Siamo tutti consapevoli quanto sia importante agevolare e favorire la partecipazione dei cittadini alla vita politica, nei processi legislativi e amministrativi.
Una delle modalità per semplificare e migliorare il rapporto tra amministratori e cittadini è di coinvolgere le associazioni. Le Associazioni e le organizzazioni di volontariato di cui, nel nostro territorio, gran parte sono impegnate in attività di solidarietà sociale, culturale, ambientale e ricreativo senza avere fini di lucro, ricoprono in maniera sempre maggiore, importanti ambiti nella vita sociale comunale.
Tali aggregazioni, a nostro parere, costituiscono lo strumento idoneo per la promozione e il coordinamento di attività e iniziative capaci di realizzare con i cittadini e le istituzioni operanti sul territorio con analoghe finalità, le sinergie necessarie al perseguimento di obiettivi condivisi.

Creare una sinergia tra amministrazione comunale e associazioni è così importante che è anche previsto nel T.U.E.L. e dallo statuto comunale di Vetralla.
L’articolo 8 comma 1, ad esempio, sancisce che: “Il Comune promuove e tutela la partecipazione dei cittadini, singoli e associati, all'amministrazione dell’Ente al fine di assicurarne il buon andamento, l’imparzialità e la trasparenza.”.
Al comma 3 prosegue che: “Il Consiglio Comunale approva un apposito regolamento che rende concretamente attuabili tali diritti sia per quanto concerne il sostegno all'associazionismo e al volontariato, sia per quanto concerne le modalità di partecipazione nelle forme delle consultazioni, delle petizioni e delle proposte.”.
Anche l’articolo 9 nei commi 1 e 2 sanciscono rispettivamente che: “Sono istituite le Consulte Comunali formate da rappresentanti di associazioni cittadine operanti nello stesso campo." , “Il Comune prevede assemblee popolari consultive per problemi di interesse collettivo.”.

Purtroppo quanto descritto nel nostro statuto, è completamente disatteso. Non è pubblico e aggiornato l’albo con l’elenco delle associazioni e dei loro rappresentanti, nonché delle organizzazioni di volontariato. Non è stato mai approvato un regolamento in merito al funzionamento della consulta.

Il compito del Comune è di favorire la crescita sociale e culturale dei cittadini ponendo particolare attenzione alle fasce più deboli e svantaggiate. Nell'ulteriore ottica della trasparenza e partecipazione dei cittadini sarebbe buona pratica coinvolgere tali associazioni alla vita amministrativa dell’Ente, come organo consultivo o propositivo.
Attraverso le consulte, generali o di categoria, si possono organizzare eventi e programmare eventuali contributi per la collaborazione tra l'ente e le associazioni stesse evitando sovrapposizioni d'iniziative, favorendo l’instaurarsi di collaborazione e conoscenza anche tra le associazioni stesse.

Per questi motivi chiederemo al Consiglio Comunale di impegnarsi a rendere pubblico, mantenendolo aggiornato, un albo con l’elenco delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato presenti sul territorio, con i dati dei legali rappresentanti e i riferimenti necessari che andrà pubblicato sul sito comunale e di istituire una Consulta delle Associazioni e delle organizzazioni di volontariato, redigendo un apposito regolamento.

MoVimento 5 Stelle Vetralla

venerdì 4 novembre 2016

Sistemiamo il regolamento TOSAP

La Tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche è il tributo dovuto per l'occupazione di spazi appartenenti a beni demaniali (i beni dello Stato) o al patrimonio indisponibile degli enti locali, come strade, corsi, piazze, aree private gravate da servitù di passaggio (ossia la limitazione, imposta al proprietario, del godimento del bene a favore di altri, in tal caso il passaggio di altri sull'area privata), spazi sovrastanti e sottostanti il suolo pubblico, comprese condutture e impianti, zone acquee adibite all'ormeggio di natanti in rivi e canali.

Il Comune di Vetralla applica la TOSAP e si è dotato, come prevedono le normative, di un apposito regolamento. Tale regolamento è stato modificato diverse volte nel corso degli anni. Fino al 2016 tale tassa aveva un futuro incerto in quanto poteva essere sostituita dall'imposta municipale secondaria creando un periodo di “stallo”.
Tale incertezza è stata eliminata con l’abrogazione dell’art. 11 del D.Lgs 23/2011. Per tale motivo è giunto il momento di  revisionare il regolamento in relazione alle novità normative introdotte dalla revisione del codice della strada. Oltretutto nell'attuale regolamento non sono presenti le tabelle di riferimento e le variazioni avvenute con le successive delibere. Un regolamento chiaro e completo è necessario quale strumento organizzativo dell’ente e del suo funzionamento, oltre che strumento conoscitivo per il cittadino che voglia richiedere l'occupazione di suolo.

Per tali motivi chiediamo alla Giunta ed al Consiglio Comunale di predisporre una revisione del regolamento, implementando eventuali mancanze normative, ed allegando una tabella chiara con le tariffe vigenti, pubblicando la versione completa e finale di tale regolamento sul sito comunale, attualmente deficitario su tale aspetto.

Essendo obiettivo della vostra amministrazione rivalutare il centro storico inteso sia come ornato che come attività commerciali ed artigiane, vorremmo anche suggerire di predisporre possibili riduzioni o esenzioni (ad esempio occupazioni per tende ombreggianti e ponteggi per ristrutturazioni) prima dell’approvazione del prossimo bilancio di previsione al fine di incentivare un recupero ornamentale del centro storico.