venerdì 21 ottobre 2016

30.000€ per la festa dell’olio 2016

30 mila euro. A tanto ammonta il piano di spesa per la prossima festa dell’olio a Vetralla, un bel balzo in avanti rispetto ai 7 spesi dalla precedente amministrazione. Ad onor del vero solo 5 mila saranno sborsati dalle casse comunali mentre 15 ne dovrebbe mettere la Regione. I restanti 10 dovrebbero arrivare da sponsor e produttori (ancora non è chiaro come).
Nel 2015 il Comune spese 1200€, il resto venne dalla Camera di Commercio.

L’olio è uno dei nostri prodotti di punta, che deve essere valorizzato quindi ben vengano nuovi investimenti ed  iniziative per la sua promozione. Questo però non deve essere una corsa alla spesa senza una buona resa aumentando gli sprechi. Nel quadro economico ci sono alcune voci che sembrano sovrastimate come, ad esempio, 7.000€ per l’installazione della tensostruttura, di proprietà del Comune peraltro, 900€ per il solo studio grafico (non si evince quale e se più d'uno). Troviamo poi 5 mila di promozione, “pubblicità” che finalmente viene valutata come necessità ma oggi si può ritenere ancora valida 1.500€ di passaggi in radio e soli 500€ per il web? Proseguiamo poi con le spese di allaccio elettrico che potrebbero essere risparmiati utilizzando la rete Comunale o contenute vista la convenzione UNIPLI (Pro Loco) ed Enel. 1000€ per noleggio attrezzature per proiezioni, e qui non è chiaro il motivo di non utilizzare quello presente nella biblioteca comunale. Infine compensi e rimborsi spese 2.200€ ma a chi di preciso e per quali “variabili” non si sa.

Leggendo queste cifre ci si immagina un evento faraonico che, ci auguriamo, capace di attirare orde di persone ma, ad oggi, il programma presentato non sembra dissimile dalle passate edizioni.
La nostra sensazione è che per una semplice sagra si spenda un’esagerazione senza badare agli sprechi, spinti forse dall'idea che gran parte del gruzzolo lo mette la Regione e non il Comune. Ricordiamoci però che si tratta sempre di soldi nostri e delle nostre tasse. Che provengano dallo Stato, dalla Regione o dal Comune poco cambia.

Seguiremo l’evolversi della storia cercando di avere maggiori dettagli su come verranno spesi i nostri soldi e restiamo in attesa del “programma rivisto” annunciato  dall'Assessore Postiglioni.

mercoledì 5 ottobre 2016

Dichiarazioni di voto consiglio 22/09/2016

Di seguito gli argomenti trattati e le nostre dichiarazioni di voto durante il Consiglio Comunale del 22/09/2016

Per leggere le nostre interrogazioni clicca qui.

OdG n. 4) Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 165 del 04/08/2016 avente ad oggetto: “Festeggiamenti in onore di S. Ippolito - Patrono – I Variazione di bilancio”;
La presente considerazione e dichiarazione di voto vale sia sul presente che sul prossimo punto all’odg della seduta.
Dalle variazioni notiamo con piacere che finalmente si stanno razionalizzando le spese e gli avanzi in determinati capitoli, come ad esempio quelle telefoniche, così come anche noi avevamo suggerito con i nostri emendamenti durante la seduta del bilancio previsionale.
Pur approvando quindi il metodo è chiaro che nel merito la destinazione di tali variazioni è servita a coprire delle spese sopravvenute in capitoli già totalmente impegnati, sintomo di una non programmazione in parte dettata dagli eventi pre e post elettorali.
Auspichiamo per il futuro una programmazione puntuale sopratutto per le cifre da destinare ai “contributi alle associazioni per l’organizzazione delle manifestazioni”, che possano essere previsti ed elargiti in base ad un calendario annuale chiaro, con equità tra tutti i richiedenti, ed in base a dettagliati programmi delle effettive necessità.
Per quanto espresso dichiariamo voto d’astensione.

OdG n. 5) Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 168 del 18/08/2016 avente ad oggetto: “II Variazione al Bilancio 2016/2018”;
Anche in questo caso, come per il precedente punto ribadiamo il voto d’astensione.

OdG n. 6) SS 675 Umbro- Laziale Tratto Monteromano Est Cinelli Tronco 3- Lotto 1-Stralcio B – Presa d’atto progetto esecutivo e determinazioni in ordine all’acquisizione di area;
Con la presente delibera ci viene chiesta non solo la disponibilità ad acquisire in proprietà, al termine dei lavori e dell’avvenuto collaudo degli stessi, l’area presso il Ponte del Crognolo, che sarà destinata a verde pubblico attrezzato e che se sfruttato correttamente potrà diventare arricchimento per l’ente e non solo un eventuale costo manutentivo.
Ci viene anche chiesto di prendere atto di un progetto esecutivo per la realizzazione di due stralci del 3° tronco della S.S. 675 Umbro Laziale. Non avendo partecipato a tutto l’iter amministrativo che deriva da precedenti atti delle passate amministrazioni, dichiariamo voto d’ astensione.


OdG n. 7) Revoca deliberazione consiliare n.17 del 19.04.2016 avente ad oggetto: “Revisione generale del P.R.G. ed adeguamento N.T.A. Norme Tecniche di Attuazione”;
Come già palesato durante la votazione della mozione antecedente a questo atto, votata al primo consiglio post insediamento, concordiamo appieno alla revoca di una revisione opaca nei tempi e nei modi e che, nella stessa relazione dei tecnici, dichiarava criticità a se stessa. Una brutta eredità che oggi si può eliminare.
Dichiariamo voto favorevole.

OdG n. 8) Indirizzi per la formazione del P.U.C.G. di cui all’art. 28 comma 2 lett.a) della L.R. n. 38/1999 – Piano urbanistico comunale generale;
Atto dovuto a complemento della revoca precedentemente votata. Apprezziamo la scelta di uno strumento urbanistico completo ed evoluto che comprende la consultazione cittadina. Dichiariamo voto favorevole ma nell’attesa dei tempi previsti per le procedure invitiamo la giunta a valutare ogni possibile provvedimento che faccia cessare immediatamente l’ingiusta imposizione dell’IMU sulle are fabbricabili solo “in teoria” che ad oggi vede l’ente emettere cartelle di pagamento a cui puntualmente corrispondono ricorsi.

OdG n. 9) Indirizzi relativi all’organizzazione del servizio di igiene urbana comunale;
Tale atto deriva dalla vostra delibera di giunta comunale 175, nel quale viene revocato il precedente bando per l’appalto esternalizzato del servizio di Igiene Comunale, già oggetto di vicende giudiziarie.
Noi non condividevamo quel piano, come spesso espresso negli anni, molte le criticità tra cui alcune condivise nelle vostre premesse.
Le sommarie linee guida espresse in questo atto d’indirizzo sono più che condivisibili e vanno verso la nostra stessa direzione. Accolgono, per esempio, concetti come la riduzione e prevenzione del rifiuto.
Per noi però sono troppo generiche per un atto, si di mero indirizzo, ma che relaziona ai cittadini l’intenzione di tutto il Consiglio. Visto i precedenti, i cittadini meritano chiarezza e celerità.
Ne da quest’atto, ne dalla commissione è emerso come si svolgeranno i successivi passi di progettazione. Avete dichiarato in commissione, di non voler utilizzare nel successivo bando le Isole Gaia senza però spiegare come verranno rimosse. Sopratutto non è valutabile quanto potrà essere impattante  per l’amministrazione dal punto di vista economico e legale, l’atto del ritiro del precedente bando in quanto purtroppo non ci toglierà i relativi problemi ereditati.
Per tali motivi dichiariamo voto d’astensione.

OdG n. 10) Approvazione piano Comunale di Protezione Civile (ritirato)

OdG n. 11) Approvazione nuovo regolamento per le attività di ripresa e trasmissione audio-video delle sedute del Consiglio comunale.
Il nuovo regolamento è pressoché identico a quello attualmente in vigore continuando ad escludere la possibilità ai comuni cittadini di riprendere e divulgare ciò che avviene pubblicamente durante il Consiglio Comunale e dovremo ancora attendere chissà quanto per vedere le riprese effettuate dall’ente. Per tale motivo il nostro voto è contrario.

OdG n.12) Proposta di revisione regolamento comunale riprese consiglio comunale;
Avevamo inviato questa proposta per poter lavorare congiuntamente in commissione,
ma non è stata minimamente presa in considerazione. Il regolamento che proponiamo, a differenza del vostro, mette al centro il cittadino e la garanzia di totale trasparenza. Trasparenza che dovrebbe essere una priorità di tutti gli amministratori di qualsiasi colore politico.
Pertanto troviamo inutile continuare a discutere su tale argomento essendo così distanti i nostri punti di vista. Passerei direttamente alla votazione.
Voto favorevole

OdG n. 13) Mozione rinnovo annuale tesserino accesso ai boschi comunali;
Purtroppo la mozione presentata è poco chiara e chiede banalmente di eliminare il rinnovo annuale e non di modificarlo in altro modo. L’esistenza di un tesserino o permesso resta comunque necessario in quanto l’accesso ai boschi comunali è derogato dal comune stesso rispetto alle normative regionali vigenti. Non è assolutamente chiaro però se l’attuale pagamento di 10€ sia effettivamente commisurato a sostenere i costi di elaborazione del tesserino stesso o se in esubero e quale destinazione venga data di tali somme rispetto alla gestione del bosco stesso. Quindi ci asterremo con la speranza però che tale mozione sia di incentivo a tutto il consiglio per procedere ad una revisione del regolamento citato per determinare ,con cognizione, gli aspetti dell’accesso al bosco coniugando l’uso civico di esso con il rispetto dell’area.

OdG n. 14) Mozione centro sociale anziani di Cura;
Questo è un Comune che ha la necessità di compiere molti passi avanti su numerosi aspetti sociali e territoriali. Anche se abbiamo chiare le necessità ricreative delle persone anziane, non riteniamo opportuno accogliere tale mozione per i seguenti motivi:
  • siamo contrari ad una nuova costruzione all’interno dei giardini in quanto l’unico spazio verde della zona non deve essere edificato sottraendolo al resto della cittadinanza;
  • gli anziani hanno già a disposizione una struttura a titolo gratuito con le relative utenze a carico dell’ente, anche se non totalmente sufficiente a tutte le necessità ci sembra al momento adeguato.
    Altre attività cittadine, al contrario, sono totalmente sprovviste di supporto da parte dell’amministrazione;
  • per senso di equità, in un periodo di riordino e ristrettezze, non riteniamo necessario continuare a far pagare ai cittadini un fitto passivo per l’ente per il locale adiacente, né tanto meno reperirne un altro a titolo oneroso.
Dichiariamo voto contrario.


OdG n. 15) Mozione passi carrabili;(poi ritirato)
Questa mozione può essere una spinta per un serio lavoro di revisione dell’attuale regolamento TOSAP, estremamente carente e vetusto con gli importi ancora riportati in lire.
Accettando la mozione però, si rischia di sollevare dal pagamento chi realmente effettua l'occupazione di suolo pubblico. Attraverso un’approfondita revisione del regolamento, invece, aggiornandolo anche in virtù del nuovo codice della strada, si può dare una risposta corretta ad ogni possibile casistica da esentare, agevolare o tassare.
Per tali ragioni dichiariamo vot d’astenzione.

domenica 2 ottobre 2016

Aquilani e Bacocco i due fantasmi del Consiglio Comunale

Vorremmo rendere partecipi e informare i cittadini sul comportamento, dei consiglieri di minoranza Aquilani e Bacocco, mostrato in questi primi tre Consigli Comunali.

Il teatrino è stato sempre lo stesso: arrivano in ritardo, soprattutto Aquilani. Al momento delle interrogazioni prendono la parola facendo domande non sempre attinenti al Consiglio. Aquilani spesso sfocia in raccomandazioni paternalistiche verso l’attuale Sindaco citando frasi di scienziati o filosofi o rimembrando i bei tempi che furono.

Dopo qualche minuto se ne vanno, senza aspettare le risposte, senza attendere l’inizio del dibattito, senza salutare e senza spiegare quale impegno inderogabile li attenda.

A differenza di altri consiglieri di opposizione come Zelli e Gidari che hanno portato interpellanze e mozioni, come del resto abbiamo fatto anche noi, dimostrano con quest'atteggiamento, se mai ce ne fosse ancora bisogno, il loro totale disprezzo dei cittadini che li hanno votati. Proprio loro che quando in passato erano maggioranza criticavano le poche volte che, l’allora minoranza, per protesta abbandonava platealmente la sala.

Noi andiamo avanti per la nostra strada, coscienti dell’importanza del ruolo della minoranza: controllare, proporre (anche quando inascoltati) e informare.