giovedì 26 maggio 2016

Un'alt(r)a idea di città - Video & Foto

Domenica scorsa presso Palazzo Zelli si è svolto un evento organizzato dal MoVimento 5 Stelle di Vetralla dal titolo: "Un'alt(r)a idea di città".

Hanno partecipato i consiglieri del M5S Fabio Rossi (Tuscania), Gianluca De Dominicis (Viterbo), Salvatore Pignalosa e Francesca Stefanutti (Pomezia).
Rossi e De Dominicis, entrambi eletti nei rispettivi consigli come forza di minoranza, hanno elencato tutti gli obiettivi raggiunti in questi anni. Il loro ruolo è stato quello di controllori, propositori e informatori verso i cittadini.
Questo a sottolineare quanto anche l'opposizione, se ben fatta, può portare a traguardi importanti.

Pomezia invece è una città amministrata dal M5S, con oltre 200 MILIONI di euro di debiti ereditati dal PD.
Salvatore e Francesca ci hanno spiegato che nel 2012, quando governava il PD, il bilancio si chiuse con una perdita di oltre 7 MILIONI di euro. Già nel 2013, con soli sei mesi di amministrazione pentastellata, sono riusciti a contenere le perdite a 4 MILIONI di euro.
Il 2014 è stato un anno a totale gestione M5S, con il risultato di +4 MILIONI di euro di avanzo di amministrazione.
Il tutto è frutto di una rivoluzione sugli appalti, bandi, regolamenti e numerose ottimizzazioni al bilancio. Ma non sono solo i numeri ad essere cambiati nella città di Pomezia. Miglioramento della raccolta dei rifiuti, interi quartieri coperti dall'acqua pubblica, nuove scuole ed asili e molto altro. Frutto di impegno e di collaborazione con la cittadinanza.

Successivamente la parola è stata presa dal sindaco di Corchiano Bengasi Battisti, seppur non del M5S è ormai un esempio di come, rendendo i cittadini protagonisti delle scelte amministrative, si possa ricreare quel senso di comunità. Una comunità che si impegni a salvaguardare i beni comuni per le generazioni future.

Ha chiuso la giornata Lorena Ciucci, candidato portavoce sindaco per Vetralla. Il suo è stata una sintesi del progamma che ha collegato i temi di tutti gli interventi dell'evento. Perché è possibile costruire un'altra città, più accogliente, più vivibile.


Nessun commento:

Posta un commento