venerdì 22 aprile 2016

Non ci resta che piangere

Che l’Amministrazione Aquilani non abbia come priorità il decoro urbano, è un dato di fatto inconfutabile per chi vive o passa per il centro storico del nostro Comune.

Un borgo medievale che, se valorizzato, saprebbe sicuramente attirare masse turistiche, considerata la posizione strategica e la vicinanza sia con il capoluogo di provincia che con la capitale.

Siamo invece costretti a raccogliere l’ennesima segnalazione di cittadini esasperati che, trovandosi di fronte al muro di gomma dell’attuale Amministrazione, pensano bene di rivolgersi alla futura, cioè noi!

In Vicolo Porta Marchetta, in quello che potrebbe essere un bel “sobborgo” cittadino se giustamente valorizzato, da alcuni discendenti fuoriesce quella che è a tutti gli effetti acqua di scarico abitativo.
Nulla di grave, può capitare che i tubi si perforino, ciò che è inaccettabile è che nonostante la perdita sia alla vista di tutti, e quindi anche di chi lavora negli uffici preposti, nessuno vi abbia posto rimedio!

Speriamo che a seguito di questa nuova segnalazione, il Sindaco decida di muoversi risolvendo il problema igienicosanitario!
Tutto questo nella speranza che il fatto non sia "appositamente voluto", vista l’origine del borgo, per rievocare vecchie usanze medievali in materia di smaltimenti di rifiuti liquidi umani dalle finestre.
In attesa di portare aria nuova in Comune “non ci resta che piangere” (permetteteci la citazione).

Nessun commento:

Posta un commento