lunedì 1 giugno 2015

I nostri bambini hanno il diritto di ereditare un mondo migliore


Giovedì 28 Maggio si è svolto a Vetralla un interessante incontro pubblico organizzato dai genitori sul tema dell'alimentazione e dell'influenza degli inquinanti sulla salute delle persone, specialmente dei bambini.
Noi di Vetralla 5 Stelle abbiamo assistito a questo incontro fornendo la strumentazione per la proiezione delle diapositive e la registrazione video dell'evento.

La Dottoressa Litta, referente dell'ISDE (International Society of Doctors for the Environment), ha illustrato, agli oltre 50 genitori presenti, i numerosi studi scientifici che dimostrano come le molecole prodotte dall'uomo, e immesse nell'ambiente in questi ultimi anni, attraverso l'industria, l'agricoltura, la produzione di energia da fonti fossili, creino malattie, disfunzioni e morte. I prodotti chimici, i diserbanti ed erbicidi, l'arsenico, i metalli pesanti diffusi nell'aria si accumulano nel nostro corpo e nell'ambiente in cui viviamo e di cui ci nutriamo. Tali sostanze interferiscono con il nostro corpo, cervello, sistema nervoso e riproduttivo, generando demenze, infertilità, autismo e neoplasie.
E' necessario un'inversione di marcia nel nostro stile di vita, a partire dalle nostre case e scuole. Un'alimentazione tradizionale, locale, biologia, rispettosa dell'ambiente, la messa al bando della plastica per il trasporto e confezionamento dei cibi e delle stoviglie di plastica. Abbandonare il concetto dell'usa e getta che parte dalle nostre tavole e si diffonde nei nostri comportamenti sociali.
Una riduzione del consumo energetico, una produzione da fonti rinnovabili e pulite. Intraprendere la strada dei rifiuti zero, incrementando la riduzione, il riciclo ed il riuso, eliminando discariche e inceneritori.
All'incontro erano presenti anche il Sindaco Aquilani ed il Vice Sindaco Zelli. I genitori hanno colto la presenza dei rappresentanti dell'amministrazione vetrallese per chiedere di riaprire la cucina presente nella scuola di Vetralla, chiusa da diverso tempo. In questo modo si eviterebbe che i pasti forniti ai nostri bambini della scuola dell'infanzia debbano percorrere oltre 40 Km (attualmente provengono da Civita Castellana), in nome della qualità e della salute, e di eliminare le stoviglie di plastica, visto quanto illustrato dalla Dott.ssa Litta e quanto stabilito dal Ministero della Salute.
Il Vice Sindaco ha promesso che entro Settembre 2015 il locale cucina verrà riattivato ma per l'uso delle stoviglie in ceramica al posto di quelle in plastica ci sono dei problemi organizzativi.
Spetta a noi genitori ora stare con il fiato sul collo ai nostri amministratori, fare in modo che gli impegni presi e le leggi vengano rispettati.


Video

Diapositive

Nessun commento:

Posta un commento