lunedì 19 maggio 2014

Denunciamo le affissioni abusive per le europee

Mancano ormai pochi giorni al 25 Maggio, giorno in cui saremo chiamati alle urne per scegliere chi inviare al parlamento europeo.
Come accade ad ogni tornata elettorale, ed in ogni comune d'Italia, anche a Vetralla i manifesti elettorali abusivi imperversano. I partiti politici non riescono a rispettare nemmeno le regole più semplici della democrazia. Ogni forza politica ha a disposizione un determinato spazio nelle plance appositamente allestite, loro invece invadono ogni cosa. Non soddisfatti imbrattano anche muri, degradando ulteriormente il decoro urbano già sofferente di questa città.
La grande disponibilità economica di cui dispongono, grazie alle sovvenzioni pubbliche, mascherate da rimborsi elettorali, teoricamente cancellati da un passato referendum, non fa altro che accentuare tale pratica.
E' anche da questi piccoli gesti che si può valutare l'onestà delle persone.

Vetralla 5 Stelle ha deciso di segnalare la situazione alla polizia locale ed alla prefettura. Nella speranza che tale denuncia possa poi trasformarsi in una multa, in modo che parte di quei rimborsi elettorali possa tornare nelle casse comunali.
Ovviamente siamo consapevoli che dopo ogni elezioni i partiti in parlamento emanano un decreto per condonare tali multe, ma la musica sta cambiando. Quando il MoVimento 5 Stelle sarà, a breve, maggioranza, saranno costretti a pagare fino all'ultimo centesimo, e probabilmente saranno proprio queste elezioni europee ad accelerare tale processo.

#VinciamoNOI

domenica 18 maggio 2014

Let's Clean Up Europe a Grotta Porcina

La Commissione europea ha lanciato la campagna Let's Clean Up Europe (www.ewwr.eu/lets-clean-up-europe): lotta contro il littering e l'abbandono di rifiuti partita lo scorso 10 Maggio 2014 e terminata Sabato 17

L'iniziativa, alla prima edizione assoluta, ha l'adesione di 28 stati, inclusi alcuni paesi extra europei. L'Italia aderisce con il Ministero dell'Ambiente e il comitato italiano che organizza la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti da ormai 4 anni, di cui fanno parte lo stesso Ministero dell'Ambiente, Federambiente, Provincia di Roma, Provincia di Torino, R21 Network, Legambiente con la segreteria organizzativa di AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) e l'UNESCO come invitato permanente.

Vetralla 5 Stelle ha deciso di aderire a tale iniziativa scegliendo Grotta Porcina come meta simbolica: un luogo di interesse archeologico dimenticato dalle amministrazioni e spesso usato da persone poco educate per accampamenti e scampagnate.
Sono stati raccolti quasi 15 Kg di spazzatura tra ferro, carta, plastica, vetro e altri rifiuti.
Clicca qui per la foto-storia della giornata.


Created with flickr slideshow.

sabato 17 maggio 2014

Candidati alle europee per il M5S circoscrizione centro e istruzioni di voto

Domenica 25 Maggio siamo chiamati a scegliere i nostri portavoce da inviare al parlamento europeo.
Si vota facendo una croce sul simbolo del MoVimento 5 Stelle e, chi lo desidera, effettuando da 1 a 3 preferenze scrivendo il cognome nell'apposito spazio.

Se si effettuano tutte e tre le preferenze bisogna ricordarsi di scegliere tra candidati di sesso opposto: 2 donne ed 1 uomo oppure 2 uomini ed 1 donna.
Per queste elezioni l'Italia è divisa in 5 circoscrizioni. Tutto il Lazio fa parte della circoscrizione di centro e quindi a Vetralla possiamo scrivere nello spazio delle preferenze scegliendo tra i seguenti candidati:



  • Agea Laura 
  • Bottiglieri Fabio
  • Campo Giuseppa
  • Castaldo Fabio Massimo
  • Della Negra Matteo
  • Di Gennaro Marco
  • Fossi Silvia
  • Ghirga Giovanni
  • Pallotto Marina Adele
  • Ripoli Cristiano
  • Savari Danilo
  • Tamburrano Dario
  • Zama Bianca Maria
  • Ziantoni Mara
  • (cliccare sul nome per vedere foto CV e video di presentazione)


    martedì 6 maggio 2014

    Domenica 11 Maggio una giornata a 5 stelle

    Domenica 11 Maggio 2014, a Vetralla dalle 10 alle 12.30 presso la villa comunale, Vetralla 5 Stelle continuerà la raccolta firme per la campagna #ItaliaOgmFree iniziata lo scorso 19 Aprile in concomitanza con l'evento "Smetti e Vinci".
    Per conoscere meglio questa iniziativa consigliamo la lettura dell'intervista a Massimiliano Bernini pubblicata un un precedente post.

    Sempre Domenica 11 dalle ore 20.00 a Viterbo, in Piazza Unità d'Italia, (accanto parcheggio Piazza del Sacrario) ci sarà l'evento #Vinciamonoi Tour: un'agorà pubblica in vista delle prossime elezioni europee del 25 Maggio con la partecipazione dei parlamentari, portavoce in regione e candidati portavoce al parlamento europeo per il M5S.

    Saranno con noi:
    ALESSANDRO DI BATTISTA: Camera dei Deputati
    CARLA RUOCCO: Camera dei Deputati
    MASSIMILIANO BERNINI: Camera dei Deputati
    PAOLA TAVERNA: Senato
    ROBERTA LOMBARDI: Camera dei Deputati
    SILVIA BLASI: Consiglio Regionale del Lazio
    FABIO MASSIMO CASTALDO: Candidato portavoce al Parlamento Europeo.
    DARIO TAMBURRANO: Candidato portavoce al Parlamento Europeo.
    MARA ZIANTONI: Candidato portavoce al Parlamento Europeo.
    BIANCA MARIA ZAMA: Candidato portavoce al Parlamento Europeo.

    giovedì 1 maggio 2014

    Fermiamo i distacchi dei contatori di Talete

    Ci sono arrivate numerose segnalazioni di cittadini che si sono visti tagliare la fornitura dell'acqua da parte del gestore Talete.
    Vetralla 5 Stelle ritiene che lacqua è fonte di vita. Senza acqua non c’è vita. L’acqua costituisce pertanto un bene comune dell’umanità, un bene irrinunciabile che appartiene a tutti. Il diritto all'acqua è un diritto inalienabile: dunque l’acqua non può essere proprietà privata, bensì un bene equamente condiviso ed accessibile a tutti. In questa direzione sono andati i referendum nazionali e le leggi regionali recentemente approvate.
    Da quando la gestione dell'acqua è stata affidata alla Talete il prezzo è aumentato, mentre la sua qualità no, visto che il problema di arsenico ed altri inquinanti non è stato ancora risolto.
    La situazione economica di molte famiglie è degenerata in questi anni di crisi economica e, soprattutto in questi casi, vedersi staccare la fornitura idrica diventa insostenibile oltre che inaccettabile.

    Per questo motivo chiediamo al Sindaco Sandrino Aquilani ed alla sua amministrazione di attivarsi tempestivamente e chiedere la convocazione dell’assemblea ATO 1 di Viterbo e in tale sede chiedere l’immediata interruzione dei distacchi della fornitura idrica in tutto il territorio comunale e il riallaccio dei contatori già distaccati e materialmente  asportati degli utenti in situazione di morosità;
    che siano tutelate quelle persone che, sulla base di comprovate situazioni di difficoltà economiche, non riescono a far fronte alle esigenze primarie, richiedendo, la modifica della Carta dei servizi e del Regolamento di Servizio idrico integrato di Talete spa, nella parte relativa alle procedure di sospensione del servizio eliminando la possibilità  anche come “estrema ratio” della sospensione dello stesso; e di eliminare o ridurre l' indennità fissa di mora pari al 3,5% che il gestore applica dall'undicesimo giorno di ritardo, che dopo il trentesimo si aggiunge agli interessi di mora legali, per non aggravare ulteriormente il carico economico sugli utenti;
    che il comune assolva il suo compito di tutela del proprio cittadino invitando Talete a adottare tutte le procedure di conciliazione con i cittadini morosi, che più volte segnalano distacchi improvvisi e difficoltà di dialogo con l'ente;
    che il comune comunichi periodicamente gli aggiornamenti sulle situazioni di difficoltà della cittadinanza all'ente gestore e comunichi con esso per risolvere le problematiche;
    che si accelerino le risoluzioni delle attuali problematiche sugli impianti di dearsenificazione esistenti e quelli futuri, in quanto la mancata manutenzione e corretta gestione degli stessi comporta oltre che la non risoluzione del problema arsenico e delle variazioni improvvise ai valori dello stesso, ad un veloce deperimento degli impianti stessi con l'aggravio di sperpero di denaro pubblico regionale e locale;
    il comune prenda contatti diretti con l'università della Tuscia per aggiornarsi sui loro studi per alternative agli impianti di dearsenificazione e valutare la situazione e fattibilità nel nostro territorio comunale.

    Speriamo che questa volta il Sindaco ci degni di una risposta e si attivi per tutelare i propri cittadini.

    Per scaricare la mozione completa clicca qui.