domenica 16 febbraio 2014

Compostaggio domestico

Mediamente il 30% dei rifiuti che produciamo nelle nostre case è costituito da scarti organici e vegetali. Si tratta quindi di una frazione importante nell'intera gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata.
Questi scarti possono essere recuperati e riciclati per la generazione di concime organico attraverso il compostaggio.
Tale pratica ha due vantaggi:

  • riduce a monte la quantità di rifiuti da smaltire, aiutando quindi l'ambiente e diminuisce i costi generali di smaltimento rifiuti;
  • permette a ciascun cittadino, possessore di orto o giardino, di produrre il proprio naturale fertilizzante per il terreno (COMPOST) da utilizzare per fiori orto e giardini.
Per realizzare il compost basta dotarsi di una semplice compostiera, in commercio se ne trovano di tutte le forme e dimensioni, oppure realizzarla in proprio.
In molte città sono le amministrazioni comunali che incentivano i propri cittadini a perseguire tale pratica, fornendo gratuitamente le compostiere e riducendo le tasse ai cittadini virtuosi. In alternativa esistono anche le compostiere comunali, per i cittadini che non possiedono un giardino, il cui compost viene usato nel verde pubblico.

Alcuni consigli per produrre il compost:

Nessun commento:

Posta un commento