mercoledì 28 marzo 2012

"Vetralla Parla" raccoglie oltre 600 firme

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:


"Vetralla Parla" raccoglie oltre 600 firme per i nostri figli

L'iniziativa era nata su Facebook alcune settimane fa, all'interno del gruppo "Vetralla Parla", a seguito di un racconto di vita vissuta scritto dalla Sig.ra R. Calce. Il succo del racconto ruotava sulla mancanza di luoghi attrezzati per i bambini più piccoli all'interno del Comune di Vetralla.
Una situazione che, come sanno tutti i vetrallesi, si protrae da diversi anni. Alcuni genitori hanno così deciso di raccogliere le firme per una petizione da presentare al Sindaco ed al Consiglio Comunale. Di seguito il testo:

"Si richiede la realizzazione di aree attrezzate con giochi gratuiti per bambini (altalene, scivoli, pavimentazione antiurto, ecc.). Chiediamo la loro installazione in luoghi accessibili. Suggeriamo i giardini di Vetralla, Cura e Tre Croci. Chiediamo, inoltre, l'impegno dell'amministrazione per la loro futura manutenzione."

Oltre 600 tra genitori, nonni e zii hanno aderito all'appello nella speranza di non essere ignorati per l'ennesima volta.

Cogliamo l'occasione di ribadire che dietro quest'iniziativa non ci sono disegni o movimenti politici, ma semplici papà e mamme che vorrebbero trascorrere del tempo con i propri figli, giocando su un semplice scivolo o altalena senza la necessità di doversi spostare per kilometri.

Ringraziamo chi ci ha aiutato nella raccolta ed, ovviamente, tutti coloro che hanno firmato, rimanendo in attesa di una risposta, auspichiamo positiva, da parte dell'amministrazione comunale.


Vetralla Parla

Articoli correlati:
Petizione a favore dei più piccoli

lunedì 26 marzo 2012

Taquinia si mette in MoVimento

Con molto piacere segnaliamo la diffusione del MoVimento 5 Stelle nella Tuscia. In previsione delle prossime elezioni amministrative di Tarquinia:
"Il nostro intento è quello di realizzare, sulla base dell’esperienza avuta in Rete, “un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami lobbistici e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi” con la speranza di dare la possibilità ai cittadini, e soprattutto ai giovani, di avere voce in capitolo sulla politica della città ed in particolare sulle scelte che riguardano il territorio, l’ambiente e l’occupazione."
Per saperne di più:
www.Tarquinia5Stelle.it
www.facebook.com/5stelletarquinia
www.meetup.com/5stelletarquinia

venerdì 16 marzo 2012

NTRP a Vetralla raccolte 222 firme

Si è conclusa la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare "nun te reggae più" (legge NTRP). Obiettivo è quello di ridurre lo stipendio dei politici alla media europea.
E' iniziata ora la conta delle firme, e i dati preliminari svelano che la quota minima prevista di 50 mila firme è stata ampiamente superata.

A Vetralla sono state raccolte 222 firme, il nostro comune risulta essere il primo in classifica paragonato al resto della provincia.

Il 29 a Roma, giorno di consegna delle firme in parlamento, si svolgerà una festa, a partire dalle 11 e 30 a Piazza Montecitorio.

Il passo successivo sarà quello di fare pressione al parlamento in modo che venga messa in discussione ed ai voti la legge presentata dai cittadini.

Per rimanere aggiornati:
www.leggentrp.it


lunedì 12 marzo 2012

ViterboVeritas si occupa delle casette dell'acqua

ViterboVeritas è un programma televisivo di informazione e giornalismo di inchiesta scritto da Daniele Piovino in onda sull'emittente ReteSole.

Recentemente si è occupato di arsenico e casette dell'acqua.
Di seguito l'intervista a Brendan Chierchiè sulla situazione a Vetralla.


Per la prima puntata: cliccare qui.
Per la terza puntata: cliccare qui.

venerdì 2 marzo 2012

Petizione a favore dei più piccoli

"C'era una volta , un pomeriggio di febbraio, assolato, una signora di mezza età che voleva portare la bambina ai giardini, si sa ai bambini piace stare all'aria aperta, se poi ci sono anche giochi come lo scivolo, le altalene , percorsi per fare attività motoria e altro, meglio ancora. La signora di mezza età, girovagò tutto il pomeriggio, ma senza trovare nulla... mentre la bimba frignava, dicendo che le aveva promesso che si sarebbero divertite quel pomeriggio. La signora di mezza età, essendo nuova del posto, di questa bella e ridente cittadina vicino Viterbo, chiamata Vetralla, cercò invano, fino a quando si diresse verso il centro dove la scorsa estate aveva visto dei giochi, erano giostre, e sarebbero andate benissimo, anche se avesse speso qualche euro, le promesse si mantengono! Ma arrivata nel parco trovò il deserto, ma mentre si girava intorno, notò dei giochi che "alloggiavano" in uno spiazzo all'interno di questo parco... scese dall'auto, felice di accontentare la piccola, ma per sua grande sorpresa notò un lucchetto... i giochi erano chiusi lì dentro. Forse era troppo presto pensò... fra un po' arriverà qualcuno e aprirà... ma il tempo passava e non arrivava nessuno. Si cominciò ad informare, e le viene comunicato, che quello era uno spazio comunale con i giochi acquistati dal Comune, ma per accederci bisognava in qualche modo chiedere il "permesso" agli anziani, visto che da lì si accedeva al circolo ricreativo per gli anziani, e a detta di alcune mamme, addirittura si inquietano se i bambini ci vanno a giocare. Per questo è stato chiuso. Sconcertata e anche un po' delusa la signora di una certa età, ripiega con l'acquisto di un piccolo giocattolo per la bambina, pensando che in fondo ad una certa età si torna tutti bambini e anche loro fanno i capricci..."
Questa storia è apparsa qualche giorno fa sul gruppo Facebook "Vetralla Parla" riportando alla ribalta la mancanza di aree verdi attrezzate per i bambini più piccoli. L'unico scivolo di tutto il comune è disponibile all'interno del circolo anziani non sempre accessibile. Proprio in questi giorni, grazie al dibattito scaturito in rete, il cancello che rende comunicante la villa ed il circolo è stato aperto in alcuni orari.
Ai genitori però non basta, e così hanno deciso di raccogliere le firme per una petizione, chiedendo all'amministrazione comunale di realizzare delle aree attrezzate per i più piccoli come, ad esempio, quella presente nei giardini del Comune di Capranica. Di seguito il testo della petizione:
"Si richiede la realizzazione di aree attrezzate con giochi gratuiti per bambini (altalene, scivoli, pavimentazione antiurto, ecc.). Chiediamo la loro installazione in luoghi accessibili. Suggeriamo i giardini di Vetralla, Cura e Tre Croci. Chiediamo, inoltre, l'impegno dell'amministrazione per la loro futura manutenzione."
I promotori ufficiali sono Roberta Calce (autrice e protagonista del racconto citato), Sara Leoni e Brendan Chierchiè.
E' possibile firmare anche presso i seguenti negozi:
  • Cartolibreria di Kartoys Largo L. Luzi 6/7
  • Libreria Nova Via Cassia 156
  • Pianeta Bimbo Via Cassia Km 67.200
  • Cartolibreria Il Pennino Via Cassia 62
  • Cartoleria La Coccinella P.zza Marconi 3
  • Pechegno Cafè Via Roma
  • Libreria Libri di Natura Via Cassia (interna) n°181
  • Ristorante Da Benedetta Via della Pietà, 76
Eventuali altri negozi aderenti verranno aggiunti. Verranno raccolte le firme anche nelle vicinanze delle scuole e nei luoghi di ritrovo.
Vetralla a 5 Stelle aderisce e supporta questa iniziativa. Per ulteriori informazioni contattateci.

Nota:
Vetralla a 5 Stelle non è promotrice dell'iniziativa di raccolta firme per la petizione per l'area bambini.
Vetralla a 5 Stelle ritiene tale iniziativa, promossa dal Gruppo Vetralla Parla, lodevole.
Vetralla a 5 Stelle ha deciso di appoggiare e supportare, esternamente, tale iniziativa.

Brendan Chierchiè pur essendo uno dei principali rappresentanti di V5S ha contribuito a tale iniziativa in maniera privata e come semplice cittadino e genitore.

Ricordiamo, con l'occasione, che il MoVimento 5 Stelle si basa su un'organizzazione proveniente dal basso, di semplici cittadini, che vogliono adoperarsi per migliorare il proprio paese, e che ripudiano l'attuale politica basata sui partiti politici.
In tutti i comuni e regioni dove il MoVimento si è candidato lo ha fatto senza l'appoggio o l'accorpamento con i partiti politici, nelle sue liste non possono essere presenti iscritti ai partiti.