martedì 28 agosto 2012

Riparte l'anno scolastico nella stessa situazione in cui si era conclusa: tante promesse

Il 27 Agosto si è tenuto il Consiglio di Circolo a Vetralla, l'ultimo, per la cronaca, in quanto a settembre la "Direzione Didattica" diventerà "Istituto Complessivo" integrando anche le scuole di Blera, di conseguenza decadranno le nomine e verrà, prossimamente, svolta una nuova elezione.

Il tema principale del Consiglio è stato, ovviamente, la situazione dei plessi scolastici.

Il Dirigente Scolastico, Santoni, ha aperto la seduta rendendo noto che la segreteria è stata trasferita come da accordi avvenuti con l'amministrazione nel precedente consiglio.
Quest'anno scolastico inizierà così come era terminato il precedente, ossia con lo stesso numero di classi dislocate in plessi diversi o in strutture private. Verrà effettuata una rotazione per fare in modo che gli alunni che hanno trascorso un anno disagiato, specialmente quelli dell'ex tabacchificio, possano essere dislocati in strutture relativamente più confortevoli e sicure. Sempre nell'ex tabacchificio verranno allestite 5 classi anziché 7. Ovviamente tutto ciò comporterà una maggiore mobilità degli insegnanti costretti a spostarsi da un plesso all'altro.

Il Consiglio ha chiesto all'Assessore alle Politiche per i Servizi Sociali, Politiche Scolastiche e Giovanili, nonché Vice Sindaco Zelli di fare il punto della situazione per le scuole di Vetralla, la situazione della palestra e viene ribadita la richiesta di avere un quadro completo anche dei plessi non ancora sottoposti a manutenzione.

L'Ass. Zelli, scusandosi di eventuali imprecisioni causate dell'assenza dell'Ass. De Rinaldis, che avrebbe potuto fornirci un quadro più dettagliato, ha sostanzialmente confermato quanto detto nelle precedenti riunioni. Verranno completati i lavori di rifacimento di una parte del tetto della Scuola di Vetralla entro fine ottobre, in questo modo cucine, segreteria e diverse aule potranno entrare in funzione, liberando così la struttura privata dell'ex tabacchificio. I tempi di conclusione totale dei lavori sono ipotizzabili per novembre.
La palestra in via Aldo Moro a Cura probabilmente potrà essere usata dalle scuole, ma al momento non da associazioni sportive.
Ha poi confermato l'attivazione del servizio di scuolabus precisando che rimarrà a pagamento anche per i genitori "disagiati", per mancanza di fondi. Il servizio, ha tenuto a precisare, ha un costo di circa 170 mila euro, di cui 40 pagati direttamente dai genitori.
I lavori della scuola di Cura procedono con addirittura un anticipo rispetto alle tabelle di marcia.

Abbiamo chiesto se fosse stato preso nuovamente in considerazione, visto il portarsi dei lavori, la possibilità di usare plessi fuori dal territorio comunale.
Ci è stato risposto che ciò comporterebbe problemi di responsabilità in caso di calamità o altro. Oltremodo in una passata assemblea pubblica i genitori presenti hanno dato un parere negativo a tale ipotesi e, oltretutto, decine di email minatorie vengono spedite all'Ass. per scongiurare tale eventualità.

Prendiamo atto che la palestra, nonostante l'inaugurazione avvenuta nel mese di Maggio, non è sia pronta e che, molto democraticamente, le scelte vengono fatte tenendo conto delle "minacce forcaiole" di alcuni cittadini. Precisiamo che le decisioni prese nell'assemblea pubblica menzionata dall'Assessore è stata fatta un anno fa promettendo soli 3 mesi di chiusura e, quindi, prima del verificarsi dei cosìchiamati "imprevisti" che hanno allungato i lavori fino all'attuale anno scolastico.

Speriamo che questa volta le previsioni dell'amministrazione vetrallese siano rispettate, lo speriamo per i genitori, gli insegnanti ma soprattutto per i bambini.


MoVimento 5 Stelle Vetralla

Nessun commento:

Posta un commento