sabato 5 maggio 2012

Revocata l'ordinanza di non potabilità

Pochi giorni fa abbiamo divulgato la notizia dell'ordinanza di non potabilità delle acque in alcune zone del nostro territorio.
L'acqua era contaminata da diversi batteri pericolosi. La presenza di tali batteri era stata riscontata da analisi ASL. Il comune ha emesso l'ordinanza e chiesto l'intervento della Talete, responsabile del nostro acquedotto.
Il Comune si è anche preso, giustamente, la briga di avvisare i cittadini con dei ridicoli post-it appesi qua e la. Ieri, dopo nuove analisi della Talete ed ASL l'ordinanza è stata revocata, ma intanto gran parte dei cittadini non si sono accorti di nulla.
Ciò che non è chiaro è se sono stati effettuati degli interventi da parte della Talete, e le cause di questa contaminazione. Il Comune ci ha negato spiegazioni dicendoci di rivolgerci al gestore, cosa che abbiamo fatto ed ora attendiamo risposta.
Questa si che si può chiamare "gestione trasparente"... si come acqua di fogna, la stessa che probabilmente ha inquinato le nostre acque.

Nessun commento:

Posta un commento