giovedì 10 novembre 2011

Ultime novità dalle case dell'acqua

Abbiamo incontrato un responsabile di Logica S.r.l. l'azienda che si occupa delle case dell'acqua o anche conosciute come fontanelle dearsenizzate. Gli abbiamo posto qualche domanda e suggerimento che abbiamo a nostra volta raccolto dai cittadini che utilizzano il servizio.

Ecco di cosa abbiamo parlato:

V5S: Recentemente sono stati sollevati dei dubbi in merito alla qualità dell'acqua ed in particolare sui valori del pH.
AL: Le normative a cui siamo sottoposti sono le stesse di chi vende l'acqua in bottiglia, le nostre acque rispettano tali norme e sono periodicamente analizzate. La casetta installata nella zona di Cura presenta un valore di pH "borderline" di 6,7 ma comunque maggiore del limite di 4,5 fissato dal D.lgs 31/2001. Stiamo comunque verificando con la Talete S.p.a. la possibilità di mescolare la fonte attuale con una seconda in modo da migliorare questo parametro e migliorarne quindi la qualità. Purtroppo il Ph è un valore sul quale, attualmente, non possiamo intervenire in altro modo.

V5S: L'ora solare è arrivata, le giornate si accorciano ed al buio è un po' difficile riempire le bottiglie. L'illuminazione pubblica è un compito affidato al Comune, ma avete comunque intenzione di trovare una soluzione?
AL: Entro pochi giorni installeremo un'illuminazione a LED, a basso consumo, e con un sensore crepuscolare.

V5S: Dopo l'ora solare arriverà anche l'inverno, ci dobbiamo aspettare problemi dovuti al gelo?
AL: I motori all'interno delle casette producono calore, in alcuni casi, per lo più in nord Italia, abbiamo predisposto dei termoconvettori. La sanificazione che viene fata dopo ogni erogazione elimina, con un getto d'aria, l'acqua presente nel tubo. Per cui blocchi dovuti al gelo non si dovrebbero verificare.

V5S: Nelle casette sono presenti 2 erogatori per l'acqua frizzante e solo uno per l'acqua liscia e gratuita, non si potrebbe fare il contrario riducendo così il tempo di attesa?
AL: Ci sono dei problemi normativi, dovuti ad accordi con il Comune e difficoltà di natura tecnica, però prenderemo in considerazione la richiesta.

V5S: Quando saranno installate le nuove casette che ha promesso l'amministrazione comunale?
AL: Allo stato attuale non possiamo fornire delle date o altre informazioni in merito.

V5S: Quanti soldi prendete dal Comune?
AL: 0. Le casette sono in comodato d'uso gratuito, non paghiamo il suolo pubblico ma le uniche nostre entrate provengono dalle tessere e dalle eventuali affissioni pubblicitarie.

V5S: Come dobbiamo conservare l'acqua che preleviamo?
AL: Consigliamo bottiglie di vetro, pulite e conservate lontano da fonti di calore e luce diretta. In questo modo si potrebbe conservare l'acqua anche per un tempo maggiore rispetto a quanto riportato nelle raccomandazioni affisse.

V5S: Come mai ogni tanto si verificano dei blocchi?
AL: Problemi tecnici e rotture si possono verificare, stiamo lavorando per ridurli. Abbiamo potenziato i motori e stiamo verificando la possibilità di installare autoclavi per aumentare la pressione che, in alcuni momenti della giornata, è troppo bassa. Purtroppo si verificano anche atti di vandalismo come è successo in questi giorni nella zona di Cura dove il quadro elettrico è stato danneggiato per ben due volte.

Ringraziamo Logica S.r.l. per il tempo e la disponibilità fornita.
Rimaniamo invece in attesa da parte della Regione Lazio e del Comune di Vetralla per una soluzione definitiva del problema arsenico e così usare le casette dell'acqua solo come fonte aggiuntiva per acqua frizzante da usare al posto delle inquinanti acque in bottiglia.

Post correlati:
Tutte le fontanelle attive, ecco dove acquistare le schede
Come funziona la depurazione nelle Case dell'Acqua
Analisi chimica fontanelle dearsenizzate a Vetralla

4 commenti:

  1. Mi sembra poco attendibile quello che l'azienda Logica ha detto a proposito, tutti: "vedremo" "faremo " "non dipende da noi" "ci stiamo organizzando" ...Ma l'arsenico ancora c'è...cosa state dando ai cittadini acqua con l'idrolitina?
    E il Comune più volte interpellato perchè non da risposte?? Forse dovrò andare con le forze dell'ordine per capire cosa sta accadendo ? E soprattutto perchè non mi riceve il Signor Sindaco? Troppe domande senza risposta... e soprattutto tante favole a cui non ci si crede più .... Io credo a Babbo Natale , ma non a loro

    RispondiElimina
  2. Se nelle nostre case arriva ancora acqua all'arsenico non dipende dall'azienda Logica, ma dal comune/provincia/regione/stato. Ognuno con le sue responsabilità.
    Ad oggi nessuno ha fatto nulla e di dearsenificatori non se ne vedono. Gli anni passano e noi continuiamo a berci acqua non potabile.

    L'azienda in oggetto si limita semplicemente a fornire un servizio di distribuzione di acqua potabile tramite le casette. L'assurdo è che le amministrazioni si siano semplicemente fermate a questo.

    Per quanto riguarda quanto promesso dall'azienda circa 1 mese fa (luce, motori nuovi ecc) ad oggi non si vedono novità.

    RispondiElimina
  3. So benissimo che non è colpa della LOGIA se nelle nostre case arriva acqua all'arsenico, ma credo sia colpa della LOGICA se dalle sue casette non arriva acqua controllata regolarmente, che sia colpa della LOGICA se non c'è luce da poter accedere alle casette, che sia colpa della LOGICA che si paga per 1 lt di acqua ma ne eroga solo mezzo litro ....o no??? non c'è una risposta a questo??? Ma perchè dobbiamo pagare cose che ci spetterebbero di diritto ?????

    RispondiElimina
  4. Non è colpa della Logica se paghiamo qualcosa che ci spetta.
    Anche se in realtà l'acqua non refrigerata e non gassata è gratuita.

    Dici che Logica non rispetta la legge sui controlli? Che informazioni/prove hai? Possiamo chiedere maggiori delucidazioni su questo.

    Per l'erogazione, io prendo l'acqua a P.zza Funari, e quella frizzante eroga più di mezzo litro ad ogni erogazione, e quella liscia non refrigerata eroga il giusto. Non so le altre. Fammi sapere quali non funzionano provo ad andare con la mia bottiglia. Se su quelle a pagamento eroga meno del dovuto sarebbe grave.

    RispondiElimina