domenica 23 ottobre 2011

A Tarquinia la raccolta differenziata la fa un iGenio

Che il rifiuto sia in realtà una risorsa da recuperare e riciclare è un fatto assodato e, chi più chi meno, tutti i comuni d'Italia si stanno organizzando.

A Vetralla le isole ecologiche Gaia diciamo che stentano a partire, a Tarquinia invece hanno scelto un altro metodo: Igenio.
Igenio è un punto di raccolta mobile, che un furgoncino può trasportare comodamente dove c'è necessità. E' composto da una serie di scomparti, uno per ogni tipologia di rifiuto. Quando è pieno il furgoncino lo carica e lo trasporta al punto di raccolta.
La ditta Lanzi di Viterbo, tra i primi ad utilizzare questa tecnologia, ci spiega che gli impianti sono di proprietà aziendale in comodato d'uso al comune quindi in caso di problemi sarà la ditta a coprire gli oneri di eventuali problemi.

Le statistiche ci dicono che la raccolta domiciliare dei rifiuti (porta a porta) è la metodologia che raggiunge la maggior percentuale di differenziata, ciò non toglie che soluzioni alternative possano essere utili in determinate zone o situazioni. Di seguito il video per conoscere il funzionamento di Igenio.

1 commento:

  1. ottimo metodo per venire in contro a determinate esigenze geografiche, oltretutto potrebbe essere utilizzato anche come stimolo per le cittadine più pigre, avendo ad esempio un'intera giornata per depositare nel punto raccolta mobile tutti i rifiuti differenziati, accorpando tutto in un unico appuntamento\impegno settimanale, ed evitando lo stazionamento di cassonetti strapieni di un solo tipo di rifiuto nelle varie postazioni fisse o evitare le scomodità per alcune persone per consegnare il porta a porta..

    RispondiElimina