martedì 26 aprile 2011

Elezioni Vetralla 2011 - Programmi a confronto: Energia

Procediamo con l'analisi a confronto delle proposte elettorali dei candidati alle elezioni amministrative di Vetralla. Dopo aver parlato di rifiuti affrontiamo il tema dell'energia.

Una gestione sostenibile del nostro pianeta e, nel piccolo, del nostro comune, non può non tener conto del fattore energetico. Il risparmio energetico, l'efficienza, e la produzione di energia da fonti sostenibili, rinnovabili e pulite sono delle priorità per il MoVimento a 5 Stelle.
I combustibili fossili sono inquinanti ed in esaurimento, bruciare rifiuti anziché riciclarli, con la scarsità di materie prime che stiamo per affrontare è controproducente, oltre che inquinante, il nucleare, come ci ha ricordato il recente terremoto in Giappone, non è sicuro, non si è ancora trovata una soluzione per le scorie e comunque l'uranio, materia prima delle centrali, non è certo una fonte rinnovabile e presto sarà in esaurimento.

Esistono delle aziende specializzate (ESCo - Energy Saving Company) che supportano i comuni nel raggiungere gli obiettivi posti, tra l'altro, anche dalla comunità europea, come il Patto dei Sindaci che abbraccia anche il problema ambientale e climatico ponendosi come primo traguardo il tagliare le proprie emissioni di CO2 di almeno il 20% entro il 2020.

Vediamo cosa propongono le liste candidate e lasciamo a voi il commento:

Insieme Per Vetralla - Paolo Giudici
Non è presente nessun accenno alla gestione energetica. 

Passione Civile - Francesco Coppari
"In vista delle prossime elezioni Comunali, Passione Civile, in qualità di Lista Civica chiamata ad amministrare il proprio Comune, intenderà seguire alcune linee guida volte alla realizzazione di alcune misure per un più razionale ed efficiente utilizzo dell’energia.
Tutti gli edifici pubblici, in particolare le scuole e gli uffici comunali, dovranno essere dotati di impianti fotovoltaici adeguatamente dimensionati e progettati per lo scambio sul posto di energia derivante dal sole, in quantità idonea al consumo stimato annuo.
Particolare attenzione sarà riservata agli edifici pubblici con coperture ancora in essere di amianto. Materiale che dovrà comunque essere smaltito e che rappresenterà un costo ammortizzabile all’interno di una copertura fotovoltaica.
Altro punto importante sarà l’analisi del fabbisogno energetico dell’intero Comune, con particolare riferimento all’illuminazione pubblica.
E’ intenzione di questa Lista, valutare e applicare metodi anche in via solo sperimentale di illuminazioni di tipo alternativo (es. led) in alcune vie o Piazze per una eventuale estensione ad altre porzioni di territorio.
Di sicura attuazione sarà la sostituzione progressiva delle attuali lampade ad incandescenza con altre di maggiore efficienza energetica.
Altro aspetto importante che verrà preso in considerazione, riguarda la sensibilizzazione della popolazione sul tema risparmio energetico, in particolare con progetti mirati sui bambini e le scuole. Formazione , dibattiti e approfondimenti con esperti del settore.
Miglioramento degli involucri edilizi e attuazione di un piano urbanistico che metta in primo piano l’adozione di forme costruttive volte al risparmio energetico, anche attraverso incentivi Comunali eventualmente disponibili.
Un’attenta analisi del patrimonio boschivo e agricolo del Comune di Vetralla non esclude l’ipotesi di utilizzare le notevoli quantità di scarti vegetali (potature, ceppaglie, sansa olio, ecc..) derivanti dalle lavorazioni in agricoltura e di quelle di natura boschiva, per la produzione di energia attraverso la forma delle Biomasse.
L’eventuale progetto sarà valutato e terrà conto di ogni aspetto di carattere ambientale nel pieno rispetto e salvaguardia della salute dei cittadini.
Tali informazioni, nonché tutta la documentazione necessaria per il raggiungimento di tali scopi, verrà acquisita attraverso il contatto con apposite società (Energy Saving Company ESCo) che metteranno a disposizione la propria consulenza per individuare strategie utili, volte a ridurre le emissioni ed ottimizzare i costi di gestione dell’ente e del territorio.
"
Per Cambiare Vetralla - Teresa Sestito

"Analisi, ampliamento e cura dell'illuminazione pubblica, puntando sull’ammodernamento e sul conseguente risparmio energetico (LED)."
Per Vetralla - Sandrino Aquilani

"La Lista PER VETRALLA Sandrino Aquilani Sindaco ritiene fondamentale la trasformazione della rete di illuminazione pubblica con l’adozione dei principi ispirati al risparmio energetico.
In tale prospettiva verranno apportate modifiche e ristrutturazioni con l’ installazione e l’attivazione di attenuatori, ottimizzatori per le accensioni, ricorso all’energia solare.
[...]
Incentivazioni per l’edilizia ecosostenibile e per il risparmio energetico, con particolare riguardo alla bioedilizia, e la promozione dell'impiego di fonti energetiche rinnovabili (Fer), come biomasse, solare termico e fotovoltaico.
"
Progetto Vetralla - Giovanni Gidari

"Iniziative per favorire l’utilizzo delle risorse energetiche alternative:
Redazione di un Piano Energetico Comunale che consenta di razionalizzare le scelte
energetiche dell’ Amministrazione.
Razionalizzazione delle utenze elettriche comunali.
Uso delle fonti energetiche rinnovabili in tutti gli edifici di proprietà comunale e promozione delle iniziative private.
Iniziative di opposizione alla realizzazione della Centrale Nucleare di Montalto.
Redazione di un Piano Energetico Comunale che consenta di razionalizzare le scelte energetiche dell’ Amministrazione.
Uso delle fonti rinnovabili.
"
Vetralla Bene Comune - Giulio Ferrara

"Crediamo vada iniziato prima di tutto un percorso di educazione ad una corretta gestione delle nostre risorse energetiche a partire dalle scuole per evitare sprechi dannosi sia dal punto di vista ambientale che economico. L'amministrazione da parte sua deve puntare su pratiche virtuose che vadano nella direzione della riduzione dei consumi.
Secondo una nostra stima basata sulle spese sostenute dal Comune di Vetralla per l'illuminazione pubblica nel 2007, l'investimento per la conversione di tutta l'illuminazione pubblica comunale a lampade a LED verrebbe ammortizzato in circa 5 anni.
Molto per chi guarda esclusivamente al tornaconto elettorale, poco per chi come noi vorrebbe impostare progetti i cui benefici per la popolazione siano duraturi nel tempo e non scanditi dalle scadenze elettorali.
Vogliamo poi puntare in modo deciso sulle energie rinnovabili(fotovoltaico e non solo), ma siamo anche convinti, sempre nell'ottica del 'consumo di suolo zero', che i pannelli fotovoltaici debbano stare sui tetti e non su ettari di terreno sottratto magari alla loro vocazione agricola.
Per questo ci impegneremo a dotare, dove possibile, tutti gli edifici pubblici e le scuole di pannelli fotovoltaici favorendo così, nel nostro piccolo, quel percorso che secondo importanti economisti (come J. Rifkin) dovrà portare da una produzione energetica centralizzata ad una de-centralizzata, dove le persone producendo energia in modo autonomo, potranno condividere (esattamente come oggi si fa con le reti web) l’energia prodotta e scambiare la produzione in eccesso.
Anche l'energia è un bene comune la cui gestione deve essere restituita alle comunità insidiate e non ai grandi gruppi di potere economico.
"

Post correlati:
Elezioni Vetralla 2011 - Programmi a confronto: Rifiuti
Tutto sulle Elezioni comunali di Vetralla 2011




Nessun commento:

Posta un commento