sabato 11 settembre 2010

Per le scuole di Vetralla nulla cambia... per ora

Vetralla a 5 Stelle ha assistito all'assemblea pubblica che si è tenuta ieri presso la scuola media di Vetralla.
Innanzitutto vorremmo ringraziare l'associazione Passione Civile per aver organizzato l'incontro, dando modo così di far luce su alcune problematiche che affliggono i complessi scolastici vetrallesi, a pochi giorni dall'inizio delle lezioni.

Per un riassunto su quanto si è detto alla riunione rimandiamo all'articolo di Daniele Camilli pubblicato su Nuovo Viterbo Oggi.

Ci è dispiaciuta l'assenza del commissario straordinario Emiliana Carelli che, pur senza entrare nel merito delle questioni politiche, avrebbe potuto dare risposte più dettagliate sulla situazione attuale, a partire dai pulmini, le mense e molto altro.

Allontanandosi per un istante dai problemi pratici e odierni, ciò che conta ora è approfondire, sia politicamente che tecnicamente, le scelte a lungo raggio da perseguire per il futuro dell'educazione dei nostri figli. La scuola di Cura non sarà pronta prima di due anni, va deciso se poi utilizzarla come scuola o venderla. L'ipotesi di vendita avrebbe senso esclusivamente per reperire fondi per un accentramento delle scuole su poche o addirittura un unica struttura.
L'accentramento sembrerebbe inevitabile visti i continui tagli di fondi e di personale che stanno avendo le scuole italiane, almeno per la scuola secondaria. Ma la questione è tutta da vedere.

Il nostro invito rivolto a tutti i cittadini è quello di occuparsi di queste, ed altre questioni, in prima persona. Questo, a nostro parere, è l'unico modo per trovare soluzioni condivise, efficaci che non facciano comodo solo a pochi o addirittura a singoli. Pensiamo che unirsi ad associazioni come la nostra, o alle tante altre presenti nel nostro territorio già da molto tempo, sia la scelta vincente.

La nostra sezione contatti, il forum sul MeetUp, Facebook e questo blog sono a vostra disposizione.

2 commenti:

  1. quello che ho visto ieri è che è stata poca la partecipazione dei genitori all assemblea mentre per le strade e fuori alle scuole a parlare siamo in molti.... mi sono chiesta "forse perche la gente nn si fida piu dele sole parole che vengono dette? " forse è questo anzi sicuro che sia per questo perche molti genitori sono stanchi specialmente chi si sente dire le stesse parole che hannod etto anche ieri da anni .... però è pur vero che nn si puo nn partecipare perche per cambiare le cose c'è bisogno di un gruppo di un numero aletrimenti nessuno ci ascolta !

    RispondiElimina
  2. Parlare per strada, al bar o davanti all'ingresso della scuola quando si portano i bimbi è facile. Organizzare, discutere, proporre, capire... è tutta un'altra cosa.

    Tutti siamo stanchi di sentire parole e non vedere mai fatti, ma non dobbiamo arrenderci, anzi direi proprio il contrario.

    RispondiElimina