sabato 17 aprile 2010

Tetti fotovoltaici praticamente gratis

Bando della Provincia di Viterbo
1.000 Tetti Fotovoltaici

I pannelli fotovoltaici sono dei speciali pannelli solari che producono energia elettrica. Installandoli, per esempio, sul tetto della propria casa, grazie al regolamento dello scambio sul posto, è possibile scalare dalla propria bolletta i chilowattora (Kw/h) consumati da quelli prodotti.
A grandi linee un impianto da 3 Kw/p (chilowattpicco) costa tra i 15/20 mila euro e ci vorrebbero 15/20 anni per ripagarselo.
Grazie all'incentivo Conto Energia, viene riconosciuta una tariffa incentivante per la produzione, praticamente per ogni Kw/h prodotto il Gestore dei servizi Energetici ci da dei soldi. In questo modo i tempi di ammortamento si dimezzano e, siccome l'incentivo dura 20 anni, ci si guadagna pure.

C'è una possibilità in più: partecipare al bando provinciale di Viterbo che ha organizzato un Gruppo di Acquisto. E' sufficiente leggere il bando e compilare la domanda per entrare nella graduatoria, ci sono 1.000 posti a disposizione, abbiamo telefonato ieri alla provincia e ci hanno detto che c'è ancora posto. Per partecipare è necessario versare 400€ che verranno restituite se non si entra in graduatoria. Mentre se si viene esclusi per qualche motivo dopo il primo sopralluogo ce ne vengono restituite 300€. Questi sono gli unici soldi da tirare fuori! Il resto dell'investimento viene sborsato dalla ESCo (Energy Saving Company) che si occuperà dell'installazione e della manutenzione per i successivi 20 anni. Dov'è la fregatura? Non c'è. Ovviamente la Esco dovrà rientrare dall'investimento e magari guadagnarci. Questo avviene perchè se partecipiamo al bando accettiamo il fatto che la tariffa incentivante del GSE verrà girata all'azienda installatrice per tutti i 20 anni. A noi ci rimane "solo" (si fa per dire), il risparmio in bolletta. Mica male no?

In Italia sono stati installati, grazie a al conto energia, più di 75 mila impianti per una potenza di 1 Mega watt picco. A Vetralla sono 23 impianti per 210 Kwp. In tutta la Tuscia sono 470 per 35 Mwp.

Probabilmente l'incentivo Conto Energia verrà ridotto a fine anno, e i posti liberi del bando non sono infiniti. Quindi a prescindere dal metodo scelto il nostro consiglio è di affrettarsi. Basta avere un tetto esposto a SUD di una ventina di Mq e non essere in una zona sottoposta a particolari vincoli.

Suggerimenti per partecipare al bando della Provincia.
Dopo essere entrati in graduatoria sarà necessario fornire ulteriore documentazione tecnica.
La visura catastale si effettua presso l'Agenzia del Territorio.
Il certificato di destinazione urbanistica (CDU) si effettua presso il comune

Se avete domande usate i commenti del blog, proveremo a rispondervi.

3 commenti:

  1. Il bando è stato annullato, ora restituiranno i soldi
    Leggere qui

    RispondiElimina
  2. L'idea di partenza era buona, peccato che il bando sia stato annullato.

    RispondiElimina