giovedì 19 ottobre 2017

Nuovi alberi per Vetralla

Il 19 Novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, si svolgerà una grande iniziativa di cittadinanza attiva ecologica trasversale promossa dal MoVimento 5 Stelle, in collaborazione con numerose amministrazioni comunali sparse per l’Italia.

Abbiamo inviato la richiesta al Comune di Vetralla di poter partecipare a questa iniziativa anche nel nostro territorio inviando un progetto dettagliato.

L’area individuata è attigua alla zona del mercato in Cura di Vetralla. Dopo aver chiesto parere ad alcuni tecnici del settore, le più opportune specie di alberi selezionate da piantare sono l’acero campestre e il cercis siliquastrum o comunemente chiamato albero di giuda.

Le iniziative di incremento di forestazione urbana sono indicate da esperti e dagli stessi programmi delle Nazioni Unite come misure di mitigazione-azione necessarie contro i cambiamenti climatici e l’inquinamento atmosferico.

Se il progetto verrà accettato, la piantumazione degli alberi avverrà nella giornata di domenica 19 novembre, o domeniche a seguire in caso di maltempo, sarà eseguito da volontari e attivisti del MoVimento 5 Stelle di Vetralla insieme ai cittadini-associazioni che vorranno unirsi a questa azione di cittadinanza attiva.

Incrementare la dotazione verde della città è quindi una azione partecipata educativa e che da risposta a varie esigenze della vita urbana: della tutela della salute, del paesaggio, la creazione di luoghi socializzazione e relax e anche un valido aiuto alla limitazione dell'effetto inquinante delle attività umane, un presidio sanitario naturale.

L'iniziativa sarà totalmente autofinanziata dai volontari che parteciperanno all'evento o semplici donatori.

Chi vuole partecipare all'iniziativa, anche solo con un semplice sostegno economico, dovrà inviare una mail a vetralla5stelle@gmail.com o contattarci, anche via WhatsApp, al numero 3662294865.

mercoledì 18 ottobre 2017

Bombardiamo di segnalazioni l’Astral

Inutile evidenziare la catastrofica situazione delle strade nel nostro Comune e, in particolar modo, della SR 2 Cassia. La competenza per la manutenzione di tale tratto e dell’ASTRAL, società della Regione Lazio preposta alla progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione amministrativa di una parte della rete viaria del nostro territorio.

Il 19 settembre scorso abbiamo inviato tramite un messaggio di posta certificata una lettera dove segnaliamo lo stato disastroso della Cassia e la pericolosità che essa rappresenta per abitanti, pedoni, mezzi e viabilità in genere.

Vi chiediamo di fare altrettanto, chiunque abbia una PEC invii un messaggio all'indirizzo protocolloastral@pec.astralspa.it (o in alternativa tramite email tradizionale contattaci@astralspa.it) chiedendo un rapido intervento.

Non potranno ignorarci per sempre.

In alternativa è possibile inviare la segnalazione anche tramite smartphone o PC utilizzando l’APP che potete trovare sul sito: www.segna.la o direttamente negli app store cercando "segna.la" (sia per iOS che Android). Potete e dovete allegare foto di un singolo tratto.

Più saremo e meglio sarà. #InsiemeSiPuò

martedì 3 ottobre 2017

Interrogazioni e risposte Consiglio Comunale del 30/09/2017

Al Sindaco Coppari:

  1. Che esito hanno dato le analisi dell’ARPA presso le zone incendiate al Monte Fogliano?
    R (Postiglioni): Arpa ha emesso solo un verbale delle operazioni di delimitazione dell’area, non sono state effettuate analisi da parte di Arpa ne da parte del Comune, non si ravvisa nessun tipo di pericolo.
  2. In seguito all’ordinanza n. 62 del 18/07/2017 che richiama i cittadini a una corretta gestione del verde adiacente alle strade pubbliche, sono stati emessi verbali o ulteriori richiami puntuali?
    R (Postiglioni): In due uscite sono stati effettuati 18 verbali

All’Assessore Tosini:

  1. Numeri civici. Più volte abbiamo chiesto il punto della situazione. Ci ha risposto che il progetto non era ancora concluso. Crediamo che i tempi siano più che maturi per risolvere questa situazione visto che ci segnalano disguidi dovuti all’uso dei nuovi indirizzi che poi non vengono individuati dagli uffici postali al quale i cittadini sono costretti a dover recarsi per indicare la corretta posizione del nuovo indirizzo ( ad esempio casi di mancata consegna della TARI, corrieri ed altro). Le nuove vie non sono presenti nelle mappe digitali o negli ultimi aggiornamenti dei navigatori. Non sono state effettuate le comunicazioni ai provider principali di servizi come Enel, Tim ecc. I cittadini stessi non sanno se usare il vecchio o il nuovo indirizzo in mancanza di una comunicazione ufficiale. Una situazione di totale caos. Come intendete agire?
    R: (Consegna a mano una relazione dell'ufficio referente i serv. Demografici) Ripartiranno le ultime sistemazioni della società concessionaria i primi di novembre per ultimare il centro storico. I nuovi indirizzi sono già stati inviati agli enti principali (Ag. Entrate, Motorizzazione ecc..) mentre per i provider si farà un’unica comunicazione a fine progetto quando tutto sarà verificato.
  2. Il sito di Foro Cassio: qual’è lo stato dei lavori, si faranno realmente degli avanzamenti quest’anno e cosa manca ancora?
    R: E’ arrivata due giorni fa il parere della soprintendenza sulla variante progettuale proposta, ora si inoltra alla Regione Lazio per riprendere i lavori.
  3. Sono arrivate delle raccomandazioni per la prevenzioni delle emergenze da fenomeni idrogeologici, da parte della Regione, prefettura e protezione civile. A tal proposito cosa si sta facendo a riguardo, quando si farà il prossimo evento ed altre azioni divulgative sul piano di protezione civile come previsto dallo stesso e come raccomandato nelle comunicazioni, come mai non è ancora visibile sul sito del Comune tale piano e se verrà confermata la delega alla protezione civile rimessa dal Sig. Bernini?
    R: Non risponde. Verrà effettuata richiesta scritta.
  4. Quanto manca alla presentazione della Revisione al PRG che era annunciata per giugno e poi rimandata a settembre. Per lo stesso motivo è stato prolungato l’incarico di P.O. al dipendente esterno in convenzione a 6 ore settimanali fino a settembre. Tale scelta verrà nuovamente confermata? Noi non ci riteniamo minimamente soddisfatti dei risultati ottenuti con questa soluzione.
    R: La revisione sarà completata a breve.
  5. Sempre riguardo la revisione del PRG, in passato l’amministrazione ha effettuato un lavoro di monitoraggio dei campi elettromagnetici che ha raccolto dati per delineare il piano delle antenne, vorremmo sapere se tali informazioni sono state consegnate ai tecnici che stanno redigendo la revisione al PRG e se verranno integrate queste informazioni ad esso.
    R: Non risponde. Verrà effettuata richiesta scritta.
  6. Finalmente avete deliberato per l’incarico di progettazione per il risanamento del fontanile di Via del Lavatoio smontato da “ignoti”, vorremmo che ci dicesse se questo costo sarebbe stato più contenuto se si trattava di un lavoro di manutenzione allo stesso invece che un risanamento post demolizione.
    R: Non risponde. Verrà effettuata richiesta scritta.

All’Assessore Postiglioni:

  1. Riguardo alle aree in concessione ai confini del bosco di cui avevamo già parlato in  precedenti sedute. Avete acquisito il parere del legale che ci ha annunciato o siete ancora in attesa?
    R: Dopo la valutazione non congrua effettuata dall’ufficio patrimonio si è proceduto alla nomina di un nuovo perito dall’albo regionale, siamo in attesa che l’ufficio formalizzi l’incarico.
  2. Avete calendarizzato la discussione sul regolamento degli animali?
    R: No, la responsabile del settore è ancora assente.
  3. Riguardo all’area sgambamento cani è stata individuata l’area e redatto il progetto? Sono state contattate le guardie zoofile?
    R: Come sopra.
  4. Ci aveva detto che le nuove tabelle per le vie carrabili e non del bosco, avrebbero avuto sviluppi dopo le ferie estive. E’ riuscito a trovare i fondi necessari, non potremmo usare quelli destinati alla tutela boschiva? Sono stati incassati i fondi dei tesserini?
    R: Non so quanti fondi ci sono, quando verranno determinati i numeri decideremo politicamente i passi da fare, si potrebbero usare anche i fondi vincolati a tutela boschiva.
  5. Vorremmo dei chiarimenti sulle valutazioni effettuate che hanno determinato il ricorso alla sentenza della causa intentata dai dipendenti della Sanitas Vetralla, se ci conferma che è stato perso anch'esso e quali spese comporterà per l’ente?
    R: La liquidatrice ha resistito alla causa aperta da alcuni ex dipendenti, il Comune non ha ancora contribuito alle spese legali. La liquidatrice comunque non ha formalizzato ancora la richiesta di contributo. La fine del percorso sarà probabilmente quella di portare i libri in tribunale.

All’Assessore Pasquinelli:

  1. Il 25 maggio ci aveva annunciato la redazione del nuovo regolamento R.S.U., a che punto siamo e quali sono i tempi per terminare visto che si è perso fin troppo tempo invano? L’appalto è stato poi assegnato e avete ridefinito i termini?
    R: Tra le ferie e il sottodimensionamento degli uffici si è perso tempo. Giovedì prossimo ci sarà un nuovo incontro con la cooperativa. Poi si procederà alla stesura del regolamento.
  2. Qual’è la situazione dell’arsenico? Questi nuovi superamenti a cosa sono dovuti e come state intervenendo?
    R: La siccità ha contribuito, i filtri erano esauriti e la Talete ha provveduto a sostituirli e a fare degli adeguamenti, nel frattempo le ordinanze di non potabilità sono atti dovuti. Ora le analisi tra Talete ed Arpa non coincidono per ripristinare la situazione, proprio ieri sono stati fatti nuovi prelievi e siamo in attesa degli esiti.
  3. Sono stati richiesti a Talete i dovuti interventi manutentivi delle caditoie e delle condotte in previsione delle piogge visti gli accadimenti dei temporali di fine estate che hanno portato nuovamente ad allagamenti?
    R: La ditta che effettua la raccolta rifiuti fa periodicamente la pulizia delle caditoie, soprattutto se vi è un bollettino meteo sulle piogge, il problema fognario di Cura è strutturale.
  4. Abbiamo visto il video di presentazione territoriale su Vetralla, vorremmo sapere che uso se ne farà e perché ancora non è presente sul portale turistico della Regione Lazio:  Visit Lazio.
    R: Ancora non abbiamo dato seguito al video, ne inviato alla Regione Lazio. Stiamo procedendo alla traduzione dello stesso per presentarlo anche all’estero ma ancora non abbiamo deciso tramite quali canali.
  5. Grotte lungo la via Francigena in loc. Volparo. Vorremmo capire come mai i procedimenti aperti non sono stati portati ancora a termine, proprio lei assessore mi disse, molto tempo fa ormai, che avrebbe provveduto ad un sopralluogo. Cosa è stato fatto in merito?
    R: Il problema non è stato affrontato. E’ una questione di priorità rispetto ai numerosi compiti degli uffici sottodimensionati.

All’ Assessori Palombi:

  1. Vorremmo avere aggiornamenti sulla situazione mensa. Il suo auspicio, prevedibilmente disatteso, era quello di inaugurare i nuovi locali per l’inizio del nuovo anno scolastico. Qual è la nuova previsione?
    R: La vincitrice non aveva ancora predisposto e depositato i progetti, una volta presentato e fatte le verifiche si procede come previsto dal bando, si augura termine per festività natalizie.
  2. Avete avviato le procedure per istituire il comitato mensa?
    R: Inviate le lettere per avere i nominativi dall’Ist. Marconi.
  3. Lo stabile a Mazzocchio che era usato per le classi della materna ed ormai chiuso da più di un anno, è in una situazione visibile di totale abbandono che mette in evidenza, se mai ce ne fosse bisogno, la totale mancanza di programmazione alla manutenzione. Quali sono le vostre intenzioni per recuperare l’immobile? Se si vuol portare avanti il progetto della casa famiglia avete portato all’attenzione dell’assemblea del distretto la volontà di richiederne i fondi all’interno del piano di zona? Ci sono i numeri per farlo e l’interesse regionale di aprirla realmente?
    R: La casa famiglia è un’iniziativa del Comune e quindi non va discussa nella conferenza dei sindaci del piano di zona. Gli uffici stanno preparando gli elaborati per la selezione di un soggetto gestore esterno, che poi sarà bandito dalla CUC della Provincia. Ricordo che il plesso è stato dismesso dall’I.C. Marconi a conferma della non necessità. Le iscrizioni sono in continuo calo, quest’anno c’è ha una classe in meno e quindi non sarebbe stata comunque necessario.
  4. Scuolabus: abbiamo visto la sperimentazione per una nuova organizzazione vorremmo che ci relazionasse  in merito se sono state effettuate modifiche agli itinerari, se sono diminuiti e se vi sono stati alunni esclusi dal trasporto visto il caos e la molta confusione che abbiano notato tra i genitori durante le iscrizioni.
    R: Non ci sono stati esclusi ne disservizi, non sa perché i genitori si lamentino con i consiglieri di minoranza e non con gli uffici. Non c’è stato nessun caos ma solo un po’ di fila dato dal fatto che si procedeva per ordine di prenotazione. Nella pratica i giri degli scuolabus sono stati migliorati dedicando agli alunni dell’infanzia una linea loro in orario più tardo rispetto all’altro che viene effettuato per gli altri gradi mentre prima erano insieme.

Al presidente del Consiglio Ragonese:
  1. A che punto siamo con la procedura per il nuovo sito e se avete già in mente delle linee chiare da seguire per la redazione di questo nuovo sito e quali servizi connessi vi saranno.
    R: Sono arrivate risposte alla manifestazione di interesse, saranno invitati a presentare progetti secondo il capitolato in corso di predisposizione e verrà fatta una valutazione comparativa tra prezzo e progetto. Sicuramente vi saranno tutti i servizi di pagamento on line verso il Comune e migliorati i servizi di scambio informazioni con gli uffici.

Interrogazion effettuate da altri consiglieri

Zelli:
Come mai nei lavori di rifacimento parcheggi antistanti la villa non sia stato previsto un camminamento pedonale parallelo al muro che permetta al pedone di arrivare ai successivi marciapiedi?
R (Tosini): Verificherà ma i parcheggi era necessario delimitarli.

Rispetto a indagini incendi il Comune si costituirà parte civile?
R (Postiglioni): no

Quali criteri sono stati scelti per il dimensionamento e selezione della ludoteca che passa a 25 bambini rispetto i 50/60 accolti prima.

R (Palombi): In ordine di iscrizione abbiamo deciso di razionalizzare ad una sola ludoteca alla botte.

Dichiarazioni di voto Consiglio Comunale del 30/09/2017

4. Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 189 del 27.07.2017 avente ad oggetto: “Estate vetrallese festeggiamenti S. Ippolito 2017 ed eventi collaterali - 7^ variazione al bilancio 2017/2019 – Determinazioni”;

Voteremo in modo contrario a questa variazione, poiché specialmente le spese sostenute per la stampa dei materiali pubblicitari è stata inefficace e inefficiente.
I pieghevoli dei programmi sono stati diffusi quando alcuni eventi erano già iniziati. Sulle locandine c’era un errore sul luogo in cui si svolgeva la sagra degli arrosticini, sono state inserite in essa sia  eventi del bando “Giovani Idee” che eventi del bando “Estate Vetrallese”, che poi hanno avuto anche le singole pubblicità che ha reso tutto disorganico con la conseguenza di avere iniziative più conosciute ed altre meno e di conseguenza risultati diversi. Voto contrario.

5. Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 197 del 24/08/2017 avente ad oggetto: “8° variazione al bilancio di previsione 2017/2019”;

In questa variazione vediamo, tra le altre cose, l’inserimento dell’acconto dei fondi regionali del progetto “Reti d’Imprese”. Avevamo evidenziato tale mancanza  durante l’aggiornamento al DUP, che infatti oggi ritroviamo da inserire. Vorremmo capire con quale fine viene effettuato lo spostamento dal capitolo acquisto di beni per promozione turistica a quello per i contributi alle associazioni per l’organizzazione di manifestazioni, visto che dalla nota agli atti del resp. del servizio visionati in commissione si riporta solo “sentito l’assessore”. In attesa della risposta preannuncio voto contrario.
R: non ricordano forse a completamento delle festività estive, seguirà risposta scritta

6. Approvazione bilancio consolidato esercizio 2016;

Così come per l’approvazione della parte economico patrimoniale voteremo contrario in continuità su giudizio al rendiconto di bilancio finanziario. Voto contrario.

7. Revisione straordinaria delle partecipazioni ai sensi dell’art. 24 del D.Lgs. n. 19 agosto 2016 n. 175 e ss.mm. e ii;

Vorremmo che la maggioranza ci chiarisse degli aspetti:
  • Per quel che concerne ESCo Tuscia, visto l’esteso oggetto delle mansioni che può svolgere, se vi sono intenzioni e possibilità di utilizzare realmente questa partecipazione;
    R (Tosini): sicuramente sì, soprattutto per partecipare a determinati bandi di finanziamento
  • Per la Vetralla Servizi, in attesa dei nuovi contratti prossimi alla scadenza, e viste le risultanze della relazione di fine mandato del vostro consiglio di amministrazione uscente a giugno, come si sta già intervenendo su questa partecipata.
    Nella relazione citata si evidenziano problemi gestionali soprattutto per la commistione di funzioni nel comparto manutenzioni e verde pubblico, ad oggi la società non ha un autonomia di mezzi e si trova spesso inoperativa per questo. Poi vorremmo che la maggioranza oltre a rispondere a questi quesiti ci iniziasse ad illustrare cosa si sta prevedendo nei rinnovi dei contratti, quali i cambiamenti che si prospettano per rilanciare la società nei prossimi anni affinché risponda ai requisiti del TUSP sul fatturato;
    R (Tosini): abbiamo avuto un primo incontro con il sindacato giovedì scorso, il prossimo intorno al 19/10 da dove avremo nuovi indicazioni e faremo una rivalutazione dei costi, vorremmo dare prospettive diverse rispetto ai 7 contratti in essere oggi. Ci stiamo lavorando.
  • per Talete S.p.A. Come procedono i rapporti con essa e se si sta lavorando affinché il gestore attui tutti gli interventi necessari sul territorio.
    R (Pasquinelli): faremo rivalutazione anche in funzione della nuova rappresentanza del socio d8 maggioranza e una valutazione tecnica.

Dichiariamo voto favorevole con l’augurio che verranno fatti i corretti passi verso il concreto rilancio della Vetralla Servizi e si ottenga di più dalle altre partecipazioni.

8. Adeguamento statuto E.S.CO. Provinciale Tuscia S.p.a. ai sensi del D.Lgs. n. 175/2016 “Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica”;

Questo è un atto dovuto al mantenimento della ESCo, voteremo favorevolmente.

9. Autorizzazione svincolo somme investite derivanti dagli usi civici e impiego per finanziamento parte dei lavori di manutenzione strade comunali;

Ribadiamo, come è stato per la delibera di consiglio da cui deriva questa autorizzazione, la non soddisfazione sulle scelte degli interventi ma voteremo favorevolmente poiché la messa in sicurezza delle strade è fin troppo urgente. Voto favorevole.

10. Integrazione Piano alienazioni immobiliari anno 2017;

Vorrei rammentare che fummo contrari al piano originale, per degli immobili ivi presenti, che a nostro avviso andrebbero valorizzati e non dismessi. In coerenza con quel disaccordo e non avendo potuto fare una valutazione corretta nel complesso di questa integrazione, nonostante ci sia un’ottica di razionalizzazione delle risorse patrimoniali inutilizzate, ci asterremo.

11. Approvazione Regolamento accesso civico;

Regolamento rispettoso delle norme e delle linee guida. Voto favorevole.

lunedì 2 ottobre 2017

Respinta la mozione per le colonnine di ricarica

Come abbiamo già sottolineato in un precedente comunicato stampa, i veicoli elettrici rappresentano una valida alternativa alle inquinanti auto con motore a scoppio.

In gran parte dei paesi europei e anche in molti Comuni italiani è iniziata una vera e propria corsa per la realizzazione di una rete per la ricarica di tali veicoli. I luoghi strategici dove effettuare tale installazioni solo le grandi vie di comunicazione in prossimità di punti di interesse e luoghi di sosta. Per tali motivi Vetralla, a nostro parere, è il luogo perfetto: lungo la Cassia, a pari distanza da numerosi luoghi di interesse turistico e storico.

Visto l’adesione del Comune di Vetralla alla settimana europea per la mobilità sostenibile ci è sembrato opportuno pungolare la maggioranza per impegnarsi in un progetto ancora più ambizioso.

Purtroppo la Vice sindaco Tosini, parlando a nome della giunta, ha respinto la nostra mozione spiegando che al momento non sono in grado di definire le possibili aree destinate e bisogna approfondire la tematica.

A nulla sono valse le nostre rimostranze spiegando che nella mozione non esisteva nessun vincolo di tempo ma solo un impegno formale, di qui ai prossimi anni, di installare tali dispositivi.
A nostro parere abbiamo perso l’ennesima occasione di dimostrare che Vetralla sta cambiando e vuole guardare a un futuro migliore, eco sostenibile e saremo costretti a inseguire chi, inevitabilmente, arriverà prima di noi.

mercoledì 27 settembre 2017

Installare colonnine per la ricarica di auto elettriche

Stiamo entrando in una  nuova era della mobilità basata sulle auto elettriche.
Aumento dell’inquinamento e diminuzione delle risorse petrolifere sono le principali spinte al cambiamento. A guidarlo ci sono marchi innovativi come la Tesla Motors, ma ora anche le grandi case automobilistiche stanno recuperando terreno.

Secondo Morgan Stanley entro il 2040 il 51% di vetture sarà a propulsione elettrica. Nonostante in Italia, a differenza di altri paesi, gli incentivi sono pressoché inesistenti, il Politecnico di Milano prevede entro i prossimi 3 anni 140 mila auto elettriche circolanti. Molte nazioni, oltre a incentivare le vendite di EV, metteranno al bando le auto diesel e benzina: ad esempio la Francia e Gran Bretagna nel 2040, Norvegia nel 2025 insieme a molte capitali Europee.


Università e centri di ricerca di tutto il mondo stanno lavorando per lo sviluppo di batterie sempre più efficienti e con tempi di ricarica ridotti. Nel frattempo si sta sviluppando una vera e propria rete di colonnine di ricarica sia pubbliche che private.
Avere la disponibilità di punti di ricarica sufficienti per poter viaggiare in totale tranquillità sarà il vero e proprio volano per questa nuova industria.
Nel 2016 erano 1,45 milioni di punti di ricarica, solo in Europa quasi 500.000 e crescono a ritmi vorticosi grazie agli incentivi economici. L’Italia purtroppo, anche in questo caso, è il fanalino di coda con meno di 8.000 punti. Nonostante la visione miope del Governo italiano molti Comuni hanno deciso di installare le colonnine cercando di recuperare il tempo perso.


Queste sono le motivazioni che ci spingono a portare al prossimo Consiglio Comunale una mozione dove chiediamo alla Giunta di installare, sfruttando i fondi statali ed europei, nel territorio Vetrallese le colonnine per la ricarica di auto e moto elettriche per essere pronti ad accogliere il presente.

lunedì 25 settembre 2017

Finalmente il primo appuntamento con gli agricoltori

Venerdì scorso abbiamo partecipato all'incontro organizzato dal Comune di Vetralla per un uso ponderato della chimica in agricoltura.
La giunta Coppari ha promesso che questo sarà il primo di diversi incontri dedicati a tale argomento, ed è stato ispirato dalla nostra mozione, seppur bocciata, per il divieto dell’uso degli erbicidi a base di glifosato.

La partecipazione è stata scarsa, una ventina di persone, in parte nemmeno rappresentanti del settore. A nostro parere la comunicazione è stata insufficiente: poche email inviate e diffusione di uno scarno comunicato stampa a pochi giorni dall'evento.

I temi affrontati dai relatori sono stati interessanti e, in gran parte, condivisibili. Il consigliere Grego ha raccontato a grandi linee gli aspetti negativi dell’agricoltura intensiva, dei rischi per la salute e l’ambiente dell’abuso dei prodotti chimici di sintesi e in generale le conseguenze della nostra “impronta ecologica” che mette a repentaglio il futuro dei nostri figli.
Successivamente il Prof. Leonardo Varvaro dell’Università della Tuscia è entrato maggiormente negli aspetti tecnici sui rischi delle nostre colture come virus, batteri, funghi ecc. e come proteggerci con la lotta biologica o integrata.
Il prossimo incontro si dovrebbe organizzare prima della fine dell’anno.

Vorremmo dare dei piccoli suggerimenti per i prossimi incontri:
  • Allargare il numero di inviti cercando i grandi e piccoli produttori sul territorio e non solo le associazioni di categoria, in più si potrebbero consegnare degli elenchi per iscriversi a questi tavoli nei negozi che vendono prodotti per agricoltura. Comunicati stampa e locandine hanno bisogno di maggiori giorni di esposizione.
  • Organizzare incontri/tavoli dedicati, e tecnici, divisi in base alle diverse colture: olivo, nocciolo, ortaggi, frutta ecc e che siano rivolti non solo a coltivatori diretti e imprenditori agricoli ma anche ai normali cittadini che gestiscono orti e giardini.
  • Dopo la fase di diffusione informazioni va premiato chi si adegua e punito chi non lo fa. Buona l’idea del marchio locale, ma va anche pensato l’aspetto di controllo e sanzione e la corretta applicazione del P.A.N.
  • Ripensare alla bocciatura della mozione contro il glifosate prendendo esempio dai tanti Comuni che hanno preso tale posizione, non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa.

La nostra mozione era una scelta diretta e decisa ad iniziare ad eliminare il diserbo (maggior inquinante ritrovato nelle acque dall’ISPRA), iniziando subito dalla manutenzione stradale. Il percorso intrapreso dalla giunta Coppari è più timida ma invitiamo comunque tutta la popolazione a partecipare al cambiamento per un territorio produttivo, di qualità e in salute.